Hobby Uccelli > Community > Forum >

Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Chiedi aiuto per i nidiacei in difficoltà caduti dal nido.

Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 6 giugno 2008, 12:29

Salve a tutti.

Abbiamo trovato impigliato dietro una saracinesca chiusa da anni, fra le ragnatele, un piccolo uccello
che il veterinario (abbiamo un border-collie ma siamo completamente sprovveduti in quanto a volatili)
ci ha detto poter essere un tordo.
Generalmente lasciamo stare i piccoli che ci capita di trovare, ma in questo caso la situazione e la posizione
(una delle strade più trafficate della nostra città, peraltro frequentatissima da cani e gatti) ci ha fatto pensare
che fosse meglio portarlo con noi.
Date le sue dimensioni ed il fatto che lasciato libero nel nostro giardino percorre svolazzando 10/20 metri
per poi atterrare, non dovrebbe essere lontano dall'involo.
Ci siamo informati anche presso un negozio che tratta mangime per uccelli e ci hanno consigliato di nutrirlo con
un pastoncino alla frutta per uccelli insettivori e canori (contiene in effetti frutta, crisalidi, miele ecc.).
Il veterinario ci ha suggerito di lasciarlo libero in una stanza affinchè possa rafforzare le ali e di nutrirlo
per un paio di settimane per poi liberarlo.
Poichè come detto, pur essendo appassionati di animali, non abbiamo la minima idea di come accudire questo piccolino -
con noi da sole due ore - vi saremmo grati se ci forniste le informazioni necessarie per gestirlo ed alimentarlo
nel migliore dei modi per potergli restituire la libertà.

Cristina e Sergio
Allegati
picture00027.jpg
Il piccolo raccolto
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda oriana » 6 giugno 2008, 12:45

carino
puoi seguire le istruzioni che ci sono in altri post riguardo ai merli
in sos nidiacei ne trovi diversi..tuti per merli grandi e piccoli. stessa alimentazione
facci sapere :-)
Non ho le ali ma se ascolti bene sentirai il mio cuore che freme per te
Avatar utente
oriana
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 25 aprile 2005, 8:57

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda rossella » 6 giugno 2008, 12:56

è un merlo. il pastone che hai già può andar bene, inumidiscilo con un po' d'acqua e fanne delle palline da dare al piccolo. se puoi fornirgli anche delle larve (lombrichi, camole del miele e tarme della farina) è ancora meglio.
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 6 giugno 2008, 13:42

Grazie per il supporto!

Allo stato attuale riusciamo ad 'imbeccarlo' con delle palline di mangime inumidito poste sul mignolo: il piccolo apre il becco e quando avviciniamo il dito 'morde' e tira giù. Dopo l'ultimo pasto ha smesso di cinguettare: è giusto così?

Ci procureremo le larve, ma non abbiamo capito se servono ad integrare il mangime attuale o lo sostituiscono.
Le feci sono bianche ed hanno una consistenza abbastanza liquida (non sono 'a sacchetto' come dovrebbero) anche se col passare del tempo sembrano consolidarsi. Gli abbiamo messo a disposizione una vaschetta con un dito d'acqua nel caso si voglia bagnare.

Adesso andremo a leggere i post relativi ad i merli per orientarci meglio sulla frequeza dei pasti, le necessità idriche e quant'altro.


Grazie ancora per le indicazioni: vi terremo aggiornati.

Ciao a tutti,

Cristina e Sergio
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda oriana » 6 giugno 2008, 13:45

le camole del miele e tarme della farina integrano il pastoncino per insettivori non lo sostituiscono
puoi alternare i cibi cosi mangerà un po di tutto
forse beve troppo e le feci sono liquide
si è normale che quando è a pancia piena smetta di cinguettare..eh eh ....abbiocco postprandiale :-)
Non ho le ali ma se ascolti bene sentirai il mio cuore che freme per te
Avatar utente
oriana
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 25 aprile 2005, 8:57

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 6 giugno 2008, 15:29

Sono passate circa due ore dall'ultimo pasto del piccolo. Nel frattempo lui ha ripreso a cinguettare con una certa insistenza.
Vuol dire che lo devo nutrire ancora?
In altre parole, lo devo nutrire quando inizia a cinguettare con insistenza?
E smettere quando non apre piu' il becco per prendere ancora cibo?

Fatemi sapere, intanto vado a nutrirlo.

Ciao e grazie

Cristina e Sergio
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda oriana » 6 giugno 2008, 15:39

eh si!
due ore son pure troppe
Non ho le ali ma se ascolti bene sentirai il mio cuore che freme per te
Avatar utente
oriana
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 25 aprile 2005, 8:57

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda pompeleflavio » 6 giugno 2008, 16:24

eh si merlo merlo attenzione........no tordo :D
Ciao
Flavio
pompeleflavio
 
Messaggi: 745
Iscritto il: 27 gennaio 2008, 19:00

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 6 giugno 2008, 16:59

pompeleflavio ha scritto:eh si merlo merlo attenzione........no tordo :D
Ciao
Flavio


Eh, noi difficilmente distinguiamo una rondine da un rondone, e a discolpa del veterinario c'è da dire che ha visto l'immagine del primo post sullo schermo di un cellulare assai datato, senza contare che qui a Cremona si occupano per lo più di pacifici e stazzati quadrupedi forniti di corna e grosse mammelle :wink:
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 6 giugno 2008, 17:10

A proposito del merlotto (battezzato con un guizzo di fantasia Jonathan), vorremmo capire come sistemarlo per la notte.

Attualmente su suggerimento del veterinario è libero di svolazzare in una stanza, e pensavamo di attrezzare uno scatolone aperto con un panno di lana. Va tenuto peresente che dallo scatolone è in grado di uscire (esperienza già fatta) e noi non abbiamo gabbiette (oltretutto abbiamo letto sul sito che potrebbe danneggiarsi le ali).
Avremmo anche il trasportino del nostro cane (ampio, in plastica, chiuso da ogni lato ma con delle grate di metallo come finestre e porta di accesso).
Non sappiamo neanche se dobbiamo lasciargli a disposizione cibo ed acqua per la notte.
Qualche suggerimento?

Grazie

Cristina e Sergio
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda rossella » 6 giugno 2008, 17:45

se non avete una gabbia spaziosa la collocazione migliore potrebbe essere un'ampia scatola dalle pareti alte. all'interno però andrebbero posizionati dei posatoio sui quali il piccolo merlo può poggiarsi, in questo modo non stazionerà sul fondo e non si sporcherà con le feci. potete inserire dei bastoncini di legno o plastica ruvida tra una parete e l'altra della scatola facendo dei fori e bloccando tra il foro e il bastoncino con un po' di carta o scotch così non c'è rischio che il posatoio di fortuna giri su se stesso mentre il merlo ci sta sopra col rischio di farlo cadere.
la notte non ha bisogno nè di acqua nè di cibo. solo l'importante è che sia in un posto dove non sia alla mercè di correnti d'aria o altro. se non sa ancora volare è meglio che stia al riposo per il momento, sbattendo e cadendo potrebbe farsi male. c'è tempo a fargli fare prove di volo quando sarà più grande. in bocca al lupo e complimenti per la sensibilità che dimostrate. :)
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 6 giugno 2008, 19:06

Il problema e' che il piccolo vola abbastanza da uscire da una scatola, anche con le pareti alte, a meno che non la chiuda...

L'alternativa e' lasciarlo libero, come e' adesso, nella stanza che gli abbiamo riservato lasciando che scelga da solo un posto adatto per dormire.
La finestra di tale stanza è chiusa, ovviamente, e la porta la apriamo solo per entrare a nutrirlo. Per il resto del tempo è solo e a quanto posso capire resta posato e tranquillo.

L'apetto delle feci è comunque migliorato ed il piccolo mangia con una certa regolarita' (gli stiamo per dare quello che dovrebbe essere l'ultimo pasto della giornata).

Ciao a tutti.

Cristina e Sergio
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda pompeleflavio » 6 giugno 2008, 19:24

Ciao,
cris&sergio ti capisco, certo che è un peccato tenere questa "ignoaranza" (in buon senso) sul fatto di distinguere una specie da un'altra :wink: Poi mi meraviglio di un veterinario!!!!Va be.... :shock:
Sai la distinzione è importante e ogniuno di noi dovrebbe fare il minimo sforzo per cercare di dare un nome diverso a uccelli diversi anche se apparentementi uguali!!!Spesso le specie più particolari che interesserebbero agli studiosi o agli appasionati le vedono la gente che non riesce a dare una spiegazione e che più di tanto non li interessa :cry: :cry:
Noi qui nel forum cerchiamo di nutrire questo interesse, cercando di far apprezzare a tutti le differenze che si possono cogliere :D Non vediamo tutto di un colore!!!!!Il mondo è bello perchè c'è biodiversità, cerchiamo di capirlo!!
Ciao
Flavio
pompeleflavio
 
Messaggi: 745
Iscritto il: 27 gennaio 2008, 19:00

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda pompeleflavio » 6 giugno 2008, 19:25

Scusate Cristina e Sergio parlavo al plurale prima!!!!! :oops: :oops: :oops: :oops: :oops:
pompeleflavio
 
Messaggi: 745
Iscritto il: 27 gennaio 2008, 19:00

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda oriana » 6 giugno 2008, 19:45

cristina e sergio..si fa notte tardi..dategli da mangiare anche tra un po..magari fino alle 22 e domattina iniziate presto.. i genitori alle sei sono gia belli svegli e hanno gia portato la prima pappa al piccino!
:wink: se la stanza non ha pericoli per lui..puo benissimo scegliersi un posto da solo per dormire
purche non sia per terra...avrebbe freddo attenti ai vetri dellla finestra potrebbe andare a sbatterci non rendendosi conto che il vetro C'E' !
Non ho le ali ma se ascolti bene sentirai il mio cuore che freme per te
Avatar utente
oriana
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 25 aprile 2005, 8:57

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 7 giugno 2008, 10:02

Ciao a tutti,
stamattina, come immagino per molti di voi, sveglia alle 5,30 ed alle 5,45 sveglia anche per il piccolo merlo.
Ha passato la notte posato sul bordo (arrotondato) di uno scatolone che, comunque, avevamo inserito nella stanza e quando siamo entrati per alzare la tapparella ci ha guardato tranquillo.
Non aveva però molto appetito e ha accettato solo tre imbeccate e due/tre gocce d'acqua.
Ci abbiamo riprovato alle 7,30 anche stavolta ha preso solo quattro imbeccate.
Alle 9,00 ha mangiato qualcosina di più ed in questo momento sta chiamando con una certa insistenza, quindi stiamo per andare a nutrirlo...
Vola già più in alto di ieri, ormai ha scoperto lo spazio sopra il cassonetto della tapparella e ci guarda spesso da lì.
Stamattina inotre gli acquisteremo camole e lombrichi per variare un po' la sua dieta.
Oltre che aggiornarvi su Jonathan volevo sapere come somministrargli le camole e lombrichi (se interi o spezzettati, se glieli posso dare con le mani o come e meglio fare) e con quale frequenza/quantità devo farlo bere.

A presto per nuovi aggiornamenti.
Cristina e Sergio

P.S. ha mangiato, ma comunque non sembra avere l'appetito di ieri.
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda oriana » 7 giugno 2008, 10:17

bhe...tre imbeccate alle 5...4 alle sette....poi alle nove...e anche ora... non mi pare che faccia storie per mangiare :-)
magari ieri era piu affamato (quando si trovano non si sa mai da quanto tempo sono senza pappa)
le camole glie le puoi dare con le mani ed intere
compra quelle piu piccole e nella stessa scatola all'inizio scegli quelle piccine....poi man mano che cresce puoi passare a quelle piu cicciottelle
non comprare i bigattini mi raccomando (chi li vende spesso dice che va bene uguale...e non è vero!!!)
per i lombrichi credo valga la stessa regola delle camole (non li ho mai usati) vedi se li gradisce, altrimenti glie li darai piu in la.
Non ho le ali ma se ascolti bene sentirai il mio cuore che freme per te
Avatar utente
oriana
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 25 aprile 2005, 8:57

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda Flyer » 7 giugno 2008, 11:27

Ciao, ragazzi,
se avete bisogno di qualsiasi tipo di informazione sul vostro Merlotto... chiedetemi pure! Io ne sto allevando uno che quando l'ho adottato... era grande più o meno come il vostro! Non so se avete già visto le sue foto? :)
Flyer
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 24 maggio 2008, 14:20

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 7 giugno 2008, 12:20

Ciao,
innanzitutto ringraziamo quanti ci hanno risposto fin'ora e in particolare Oriana per le preziose delucidazioni.
Grazie anche a Fleyer per il supporto, tutti i tuoi consigli saranno ben accetti.

Attualmente sono due le cose che ci danno pensiero:
- tempi/quantità e modalità per dare da bere al piccolo
- rispetto a ieri (giorno del suo ritrovamento) cinguetta in continuazione, anche dopo i pasti, non ha nessun abbiocco post-prandiale o lo ha molto breve, i pasti sono più modesti (tre/quattro imbeccate di pastoncino alla frutta pr uccelli insettivori e canori, inumidito con un po' acqua), ma più frequenti (ogni ora circa).

Che ne pensate?

Cristina e Sergio
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di tordo: come gestirlo?

Messaggioda oriana » 7 giugno 2008, 12:24

i pasti va ricordato che vige sempre la regola del "poco ma spesso" piuttosto che troppo e distanziato nel tempo
il piccino dovrebbe mangiare ogni volta che si libera delle feci...allora siete sicuri che ha digerito il pasto precedente e potete darne ancora (è buona regola)
l'acqua va data ad ogni pasto
se il pastoncino è gia umido forse non serve nemmeno
quando darete le camole dopo ogni vermetto un paio di gocce d'acqua
l'acqua la potete dare immergendo un dito nell'acqua e lasciando sgocciolare al lato del becco...cosi che la goccia finisca nella fessura
oppure con la siringa.. ma sempre sgocciolando sul becco (non nel naso)
meglio evitare di sparare in bocca l'acqua con la siringa
se non gli viene l'abbiocco forse mangia pochino...
prese le camole?
Non ho le ali ma se ascolti bene sentirai il mio cuore che freme per te
Avatar utente
oriana
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 25 aprile 2005, 8:57

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda Flyer » 7 giugno 2008, 13:50

Io fino a qualche giorno fa gli davo dell'omogenizzato alla mela! E gli piaceva tantissimo, era l'unica cosa che mangiava ancora attraverso la siringa! Gliene davo un po' per volta, lui lo prendeva e lo deglutiva piano piano, come se ci giocasse un po' con la lingua! Esattamente come fa ora con l'acqua che ha imparato a bere da solo! Gliela lasciavo sempre fresca a disposizione, ma non la toccava! Ma poi un giorno, inaspettatamente, ho visto che chinava la testa nello scodellino, introduceva la punta del becco, rialzava la testa e faceva quel giochino con la lingua per mandarla giù e poi ricominciava di nuovo finché si era dissetato! Che carino! :)
Flyer
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 24 maggio 2008, 14:20

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 7 giugno 2008, 15:47

Bene, abbiamo dato il via al genocidio dele camole (da farina e non da miele, che qui a Cremona sembra si trovino solo di taglia extra-large). Risultato? Il piccolo alla vista della prima camola ha serrato il becco ed ha cominciato ad indietreggiare. Non c'è stato verso di fargliele assaggiare.
Quale è la prassi per avvicinare il merlotto alle camole?

Poi: il piccolo cinguetta tutto il giorno, tranne 10/15 minuti dopo aver mangiato, momento in cui sembra si assopisca; è normale o ci si deve preoccupare?

In ogni caso sta prendendo confidenza con noi e generalnemte si lascia avvicinare e manipolare (le poche volte che ci serve farlo) senza troppi problemi.

Ciao e grazie ancora a tutti per il supporto!
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda Flyer » 7 giugno 2008, 16:25

Allora, per quanto riguarda le camole della farina non so molto, a parte averle viste su internet e sono abbastanza schifosette! Diciamo che le camole del miele sono molto più tozze e cicciotte, molto più corte e quindi più facili da somministrare! A parte che pare che tutti gli insettivori ne vadano pazzi! Anche a me è successa la stessa cosa con i lombrichi! Nei primi tempi gli facevno orrore, ed essendo molto lunghi era impossibili cacciargleli in bocca, per cui, a malincuore, e visto che in natura le camole del miele o della farina i merli non le trovano, ho dovuto far intervenire il mio fidanzato! (Io non ci sarei mai riuscita) :shock: soprannomiato per l'evento "il chirurgo"! Che dopo avermi allontanata, ha tagliato i poveri lombrichi in più pezzi! A quel punto quando il piccolo ha aperto la bocca gli abbiamo messo in gola un pezzettino per volta, come facevamo con la carne macinata, e lui li ha ingoiati. Forse il sapore gli è piaciuto e dopo un po' apriva la bocca senza fare tante storie, pur preferendo sempre le camole del miele! Trucchetto: quando strilla come un'aquila, che ha tanta fame, gli date prima quello che gli piace di meno, ma che poi in natura dovrà mangiare!
Fatemi sapere! :)
Bacioni!
Flyer
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 24 maggio 2008, 14:20

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda Flyer » 7 giugno 2008, 16:39

Ah, è abbastanza normale che abbia sempre fame. Il mio all'inizio, aveva più o meno i giorni del vostro, cinguettava spesso per chiamarmi e appena mi avvicinavo spalancava il becco per mangiare... di solito quando è sazio serra il becco e indietreggia! Mangiava circa una volta all'ora! C'è da dire che con gli insettivori, in buona salute, è difficile sbagliare! Mi spiegava Cellina, che è volontaria Lipu, che i problemi si presentano maggiormentie con i granivori, perché avendo il gozzo, non sentono subito la sensazione di sazietà, quindi c'è il rischio di dargli troppo da mangiare e farli morire, perché loro continuano ad aprire il becco, anche quando il gozzo è pieno! Ma nel caso degli insettivori questo problema non esiste... in quanto il cibo arriva direttamente nello stomaco! Quindi quando sono pieni lo rifiutano!
Se si abbiocca dopo mangiato è normale! Anche il mio fa una faccetta buffissima, si siede nella terra come un quaglia e sembra che dica:"Ah, che mangiata! Ho il pancino proprio pieno, adesso mi faccio una bella pennichella! Buona notte a tutti!" :)
Flyer
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 24 maggio 2008, 14:20

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 7 giugno 2008, 22:33

pompeleflavio ha scritto:Ciao,
cris&sergio ti capisco, certo che è un peccato tenere questa "ignoaranza" (in buon senso) sul fatto di distinguere una specie da un'altra :wink: Poi mi meraviglio di un veterinario!!!!Va be.... :shock:
Sai la distinzione è importante e ogniuno di noi dovrebbe fare il minimo sforzo per cercare di dare un nome diverso a uccelli diversi anche se apparentementi uguali!!!Spesso le specie più particolari che interesserebbero agli studiosi o agli appasionati le vedono la gente che non riesce a dare una spiegazione e che più di tanto non li interessa :cry: :cry:
Noi qui nel forum cerchiamo di nutrire questo interesse, cercando di far apprezzare a tutti le differenze che si possono cogliere :D Non vediamo tutto di un colore!!!!!Il mondo è bello perchè c'è biodiversità, cerchiamo di capirlo!!
Ciao
Flavio


Flavio, volevo rispondere prima al tuo post perchè presenta spunti interessanti, ma tra lavoro, cane ed ora anche merlo sono stato in affanno...
Sono perfettamente d'accordo con te sul fatto che la biodiversità sia una ricchezza. E potremmo estendere il discorso a quanto interesse possano suscitare le diverse culture, etnie, lingue ecc. Tuttavia non vorrei che il nostro modo di presentarci abbia generato un equivoco: dire che non distinguiamo un rondone da una rondine era evidentemente una iperbole; non volevamo nè potevamo millantare una cultura orntologica che non abbiamo, ma è anche vero che non siamo affatto indifferenti a quanto ci svolazza intorno; di Cristina posso affermare con certezza che conosca dislocazione, stato di conservazione e numero di abitanti di tutti i nidi di rondini del circondario; l'anno scorso abbiamo passato insieme un pomeriggio intero a sbirciare da un capanno all'interno del Parco della Sigurtà frotte di aironi cenerini accoppiarsi; in Salento ci rilassiamo osservando le gazze di giorno e le civette di notte appostate sui rami di pini secolari; in Toscana per due anni di seguito una upupa ha sostato per qualche giorno nel giardino di casa, e noi lì, a guardarla incantati; e quando ci è capitato di vedere sul tetto di casa a Cremona un rapace notturno, abbiamo scomodato la direttrice del museo di scienze naturali per appurare che si trattava di un allocco.
Tuttavia, arrivare dal nulla su un forum mai frequentato prima per chiedere ai suoi utenti di toglierci le castange dal fuoco ci imponeva di essere onesti riguardo al nostro status: siamo semplici osservatori estemporanei - nè esperti, nè hobbisti. In compenso non siamo indifferenti di fronte ad un uccellino in difficoltà, e questo 'bilgietto da visita' ci ha fruttato l'aiuto tuo e degli altri frequentatori esperti del forum.
Tanti anni fa due nostri amici, venendo a sapere che studiavo musicologia all'università, reagirono in modo molto diverso: uno mi disse che di musica classica non ne sapeva niente, ma che quando gli capitava di ascoltarla ne traeva godimento; l'altro invece si piccò di essere un estimatore di musica classica in quanto possedeva tutta la discografia dei Rondò Veneziano :shock:.
Ecco, abbiamo semplicemente preferito presentarci come il primo dei due.

Ciao,
Sergio
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 8 giugno 2008, 11:11

Primo approccio con l'acqua per il merlotto!
Gli abbiamo lasciato a disposizione una vaschetta con un dito d'acqua, e dopo un poco lo abbiamo trovato così, intento a bere.
Visto che siamo in argomento, come va fatto l'approccio al bagnetto (se va fatto...)? Impara da solo? Lo dobbiamo 'annegare' noi? E dopo, va asciugato con un panno morbido o deve asciugarsi da solo?

Grazie,

Cristina e Sergio
Allegati
picture00028.jpg
Jonathan all'Acquafun...
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda rossella » 8 giugno 2008, 11:18

di solito quando hanno ancora i calami delle penne evidenti il bagnetto bisognerebbe rimandarlo a quando sono più grandicelli. i piccoli uccellini non dovrebbero bagnarsi, potrebbero ammalarsi. fate attenzione che non resti troppo bagnato e che si asciughi per benino adesso e rimandate i bagnetti a quando sarà più grandicello.
è un pallottolone di tenerezza! :D
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 8 giugno 2008, 11:50

Si è bagnato solo le zampette, per fortuna. Gli abbiamo tolto subito dopo la vaschetta proprio in attesa di ulteriori delucidazioni al riguardo.
In compenso si fa sempre più battagliero e coraggioso quando ha fame!
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda cris&sergio » 8 giugno 2008, 14:10

Ciao a tutti,
da questa mattina appena entro nella stanza dove si trova il merlotto, lui mi vola sul braccio: la prima volta è accaduto dopo un pasto, e vi si è praticamente appisolato sopra; adesso (ero entrata per nutrirlo) dopo essersi appollaiato sul mio braccio ha iniziato a sbecchettarmi la manica. In compenso non ne ha voluto sapere di mangiare il pastoncino.
Questo suo comportamento ha un significato particolare? Ha fame e, dato che il pastone non l'ha voluto, devo cambiare alimentazione?
Con le camole della farina riproviamo più tardi facendole a pezzettini, dato che intere non c'è verso di fargliele prendere.

Cristina
cris&sergio
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 6 giugno 2008, 12:01
Località: Cremona

Re: Piccolo trovatello di merlo: come gestirlo?

Messaggioda rossella » 8 giugno 2008, 14:36

provate a variare un po' la sua dieta anche con le camole del miele, le tarme della farina potete mischiarle alla carne macinata magra facendone delle polpettine piccole, un po' di frutta di stagione...insegnategli a gustare cibi diversi oltre al pastone per insettivori.
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Prossimo

Torna a SOS Nidiacei

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti