Hobby Uccelli > Community > Forum >

passerotto:come fare?

Chiedi aiuto per i nidiacei in difficoltà caduti dal nido.

passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 27 maggio 2009, 20:52

ieri mattina appena sveglia mia cugina del piano di sopra mi ha portato un passerottino cascato dal nido(un bel volo eh)....^^ abbiamo aspettato i genitori mettendolo in gabbia ma non potevamo lasciarlo tanto in mezzo al viale,così l'abbiamo preso e tenuto sul terrazzo nella speranza che lo trovassero..
così abbiamo deciso che lo tiene lei e io vado a sfamarlo...
gli ho comprato il pastoncino per pennuti e l'ho nutrito a mano con la siringa-mi sembra di essere tornata ai tempi dei miei cuccioli!-...
sta crescendo come si deve-sembra che sia nutrito con fertilizzante rapido!XD- e oggi ha già quasi tutte le piume..il rossore dove le ali -disinfettate con la clorexidina- sta sparendo e la coda sta infoltendosi...
è davvero un tesoro di pennuto anche se ovviamente non è domestico!:P Quando devo dargli la pappa salta addosso alla siringa,le urla e la becca..una volta a pancia piena(che impressione riempirgli il gozzo in basso!)diventa bravissimo!^^ ieri mi è stato sempre appollaiato sul dito..^^
Per rinforzargli le ali e fargli fare pratica alzo e abbasso piano piano la mano su cui è e così frulla le ali...
già oggi fa voletti ovunque(è nella oriente 12 ,meglio di nulla!) e si arrampica sulla gabbia..
domandine..^^
1) come capisco se è maschio o femmina?
2) lo sa da solo come si fa a volare in avanti?come faccio a impratichirlo?
3) quando inizia a mangiare da solo?cosa deve mangiare?
4) quando lo libero?saprà cosa fare?
5) come capisco l'età?
6) come so quando è pronto?
http://www.youtube.com/watch?v=MF06JB0q ... annel_page

sembra un merletto ma è un passerotto,è il video che è troppo scuro!:)
è davvero vispo e velocissimo,salta ovunque!
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 27 maggio 2009, 21:11

santa pazienza non strapazzarlo in quel modo! solo guardare quel video m'è venuto a me il mal di mare. dovresti lasciarlo tranquillo per il suo bene, non fa bene agli uccelli esser trattati in quel modo, nè stare in quella posizione supina, non è naturale per loro. non va bene neanche che lo forzi tu a volare, facendogli fare su e giù dal dito, quando sarà il momento giusto ci penserà lui ad imparare.
potrei sembrare un po' brusca ma si deve avere una cura attenta per gli uccelli, non solo per quanto riguarda l'alimentazione ma anche per come devono essere manipolati e accuditi.

1) come capisco se è maschio o femmina?

non si può capire, ha ancora le penne da nidiaceo.
2) lo sa da solo come si fa a volare in avanti?come faccio a impratichirlo?
non c'è bisogno di insegnargli niente, saprà farlo da solo, nel momento giusto.
3) quando inizia a mangiare da solo?cosa deve mangiare?
pastone in polvere per insettivori e granivori, piselli freschi (o in scatola purchè non salati), cous cous o polenta inumidita, uovo sodo ben cotto (non + di tre volte la settimana), biscotti all'uovo sbriciolati, CAMOLE DEL MIELE E TARME DELLA FARINA (sono molto importanti per crescere bene), carota, zucchina grattugiata, frutta (senza esagerare).
4) quando lo libero?saprà cosa fare?
saprà integrarsi con gli altri suoi simili, la reitroduzione diventa più facile per lui se ti limiti solo a prendertene cura, ad alimentarlo, senza farlo abituare alla tua presenza
5) come capisco l'età?
sembrerebbe un piccolo appena uscito dal nido. forse ha 3 settimane di vita o poco più.
6) come so quando è pronto?
quando avrà le penne perfette e saprà volare e alimentarsi da solo, riuscendo a spezzare i semi duri da solo.

qui puoi leggere con calma come aiutarlo.
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 27 maggio 2009, 21:29

scusa! :oops: :oops: :oops:
credevo che frullare le ali così gli servisse per impratichirle visto che da solo non fa mai nulla nemmeno lasciandolo libero nella stanza..:(
ma il cibo non glielo devo dare da supino?come faccio allora tenerlo fermo? perchè prova a imboccarsi da solo ma becca ovunque e fa uscire il pastoncino ovunque..
quindi non dovrà esercitarsi in qualche modo? Mia cugina alla calopsita da piccola faceva fare dei voletti ma quetso pennuto non partecipa,saltella e basta!^^"
come faccio a capire quando una penna è perfetta?Io un passerotto vero così vicino non l'ho mai visto!:(
ma è normale che abbia due buchini ai lati dove il collo e che le zampotte siano come quelle dei polli,tutte rosse?
se ha 3 mesi quanto ci vorrà per essere adulto e volare via? quando è che capirà come mangiare i semi da solo?Le camole le becca lui da solo oppure lo devo imbeccare?
A volte basta solo toccare delicatamente più volte la parte gialla e morbida del becco per stimolarlo ma se non si convince dovete provvedere ad alimentarlo forzatamente cercando di aprire il becco con le vostre mani.

..e dove è la parte morbida del becco? a me sembra tutto duro!
ma deve diventare come in foto prima di essere liberato?..oddio ma allora devo comprargli la gabbia ?non è che si atrofizza sennò a stare nella gabbietta per topini?
ma è normale che non cerchi di scappare dalla gabbia se la lascio aperta e mi allontano dalla stanza?
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 28 maggio 2009, 10:41

figurati non devi scusarti. anzi è lodevole da parte tua il fatto che ti sia tanto a cuore la salute del piccolo. :)
purtroppo dal video, come dicevi un po' scuro, non si vede bene il passero. mi sbaglio oppure ha delle pennucce bianche? se è così dovresti cominciare presto a dargli qualche proteina, aggiungendo al pastone anche un po' di omogeneizzato di manzo o meglio ancora dandogli le larve.
la parte gialla si trova proprio alla base del becco (sotto agli occhi..diciamo va'), proprio all'attaccatura del becco, è una parte più morbida che, solleticata leggermente con la siringa, dovrebbe portare il piccolo ad aprire il becco da solo. nella gabbia mettigli dei posatoi così potrà poggiarsi sulle zampe e non stazionare sul fondo.
quando lo devi nutrire, posalo su un posatoio di fortuna, così sta nella sua posizione naturale e prova a solleticargli quella parte morbida ai lati (fai attenzione a non schiacciare troppo e a non ferirgli gli occhi) e si spera dovrebbe aprire le "fauci".
per il momento pensa a crescerlo ancora un altro po', a nutrirlo bene, vediamo come gli crescono le penne.
puoi portarlo anche in un centro di recupero, dove potrebbero occuparsene.
come mai dici che il pastoncino fuoriesce mentre lo imbecchi? forse lo prepari troppo liquido? deve avere la consistenza della crema pasticcera un po' più rappresa. se usi una seringa da insulina(senzza ago), essendo più stretta di quella che vedo dal video, puoi inserirla un po' + in profondità..non dovrebbe sporcarsi.
spingi poco cibo per volta per evitare che si soffochi.
deve mangiare ogni due ore almeno la quantità di una siringa da insulina da 1 ml e un po' di più... man mano che assume il cibo dalle tue imbeccate, vedrai gonfiarsi pian piano il gozzo. da qui capirai che è sazio. quando si svuota il gozzo (una pallina ai lati del collo) gli si dovrà dare ancora da mangiare.

di solito i passeri che ho tenuto io erano più...diciamo arzilli, sfuggenti, ansiosi e impauriti...forse perchè non li abituo alla mia presenza e allora crescono con la paura per l'uomo (ed è pure un bene per loro)...il tuo invece sembra "sottomesso" ma credo che appena potrà comincerà ad aver voglia di fuggire. in quel caso devi far attenzione perchè uscendo dalla gabbia potrà cacciarsi in qualche guaio o pericolo nella stanza in cui si trova. chiudi sempre la gabbia.
tra un po' dovrebbe avere uno spazio un po' più grande, soprattutto quando cominceranno i primi voletti.
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 28 maggio 2009, 19:02

Grazie per tutti i consigli!!^^
Il pennuto-ora metto le foto così mi date un giudizio- non è sottomesso,è piuttosto combattivo(nei limiti di quanto lo posa essere un cosino più piccolo della mia criceta!^^")...il pastone andava fuori perchè appena vedeva la siringa,ci si avventava contro con rabbia(O.o rapporto di odio amore per il cibo?) e urlava finchè non sentiva per bene il cibo..O.o
oggi l'ho portato da me-prima stava da mia cugina al piano di sopra,quindi non lo avevo sempre con me- e ho seguito tutti i consigli del sito..io credevo che fosse come un cucciolo di criceto,quindi lo nutrivo ogni 2-3 prima...^^" Invece ho scoperto che gli va dato cibo ogni ora grazie a te!:)
ho un paio di dubbi...
1) il gozzo quanto pieno deve essere?io vado a occhio,basandomi sulle reazioini del piccoletto..quando smette di urlare e aggredirmi in genere è sazio e ha questa bolla rosata vicino al collo tutta piena di cibo(che effetto,è quasi trasparente!O-O)
2)ho scoperto che va data l'acqua...non so per quale strano motivo credevo che fosse già presente nel pastoncino che viene bagnato con l'acqua...poi ho capito che serviva anche l' acqua a parte e il piccoletto apprezza...Il problema è chenon capisco quanto darne!
3) il piccoletto sembra un tubo digerente con due ali..O.o appena mangia defeca subito...
il problema è che se gli metto l'acqua fa subito un guano acquosissimo e poi dopo aver mangiato fa il guano abbastanza solido..O.o ma la popò non dovrebbe avere il corpo solido e poi la parte liquida?
4)ho messo,come da consigli di questo sito,una enorme ciotola tonda per farlo sentire " a casa"..ci ho messo dentro il fieno che uso per i topini,coperto da uno stratino di pezzetti di carta ,poi ci ho piazzato il pennuto e l'ho coperto con dei foglietti di tovagliolo inodore e incolore...va bene?..per i miei cuccioli di criceto-visto che in genere mamma criceta li scalda col corpo- usavo una borsa termica e loro ci si spalmavano sopra e mi restavano tiepidosi e morbidi..Il pennuto invece sembra caldo di suo,ma in teoria non serve un qualcosa per simulare mamma passerotta? Insomma,in natura-io mi baso sui fumetti della disney eh- non c'è una mamma che li copre mentre sono nel nido?posso "sostituirla" con qualche oggetto?
5) per essere un pennuto mi sembra un po' strano...insomma,non dovrebbe muoversi nella gabbia? e poi perchè nno dorme e resta con gli occhi aperti guardando malamente il mondo?ho messo la gabbia su un ripiano,lontano dalla gatta,da rumori,in un punto perfetto..perchè non dorme?
6) ma non dovrebbe cantare?l'ho messo anche sul terrazzo,al riparo e al fresco,dove pasasno tanti altri pennuti-molti passerotti come lui- ma non risponde agli altri...è piccolo per cantare?


quali sono le misure per una gabbia decente in cui tenerlo finchè non vola via?
lui comincia ad avere voglia di fuggire,ma non scappa dalla gabbia..e ignora chiunque si avvicini,non si muove mai...si agita solo quando devo prenderlo per dargli la pappa!
io ho un bagnetto piccolo senza pericoli...posso lasciarlo lì per un'ora al giorno quando farà i voletti? Ho sentito dire che serve per irrobustire le ali..è vero?
domani andrò a prendere le camole-oggi l'armeria era chiusa- ma gliele devo dare vive o morte?Per fargli aprire il becco ho scoperto che devo toccare-come avevi detto!^^- i cosini gialli ai lati,oppure devo dargli un tocco sul becco partendo dall'alto...ma se la camola si muove non è che si sbaglia e la lascia cadere?quante camole dovrò dargli?altri insetti vanno bene?
e i semi quando inizia a mangiarli?ho preso quelli piccoli e tondi ma non gradisce....provo a metterglieli io ad uno ad uno ad uno nel becco?oppure gli sbuccio un seme di zucca o di girasole ,li spezzetto e glieli metto nel becco?
ma è normale che le cosciotte siano ancora rosa come un pollo?sta mettendo qualche piumina e basta...
devo dargli qualceh vitamina particolare visto che cresce?
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 28 maggio 2009, 19:37

*panico* nel topic di un ragazzo che ah trovato un passerino più piccolo del mio ho letto che hai scritto questa frase:
e poi pastone in polvere per insettivori e granivori (non quello giallo)

cioè?io sono andata al negozio e ho espressamente chiesto pastone per un passerottino e mi ha dato quella roba farinosa e gialla(uovo?) unita ad altre cosini grigi tipo semi che non riesco ad identificare..non va bene??
ah,un'altra domanda....oltre a camole e tarme decapitate posso dare anche insetti normali?tipo formiche,formiche alate,mosche e cose simili?quelle non ho difficoltà a trovarle,ma non so se è quello che mamma passera porta al cucciolo..
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 28 maggio 2009, 19:39

il gozzo lo hai visto allora? bene! ti aiuterà a capire quanto e quando alimentare il piccolo. cerca di non riempirlo troppo, non esagerare, meglio che il passero mangi meno cibo ma più spesso. appena vedi che il gozzo è pieno significa che è stato nutrito con la quantità giusta. e meno male che adesso apre il becco e collabora, sarà tutto più semplice!
se si libera di troppa acqua dal corpo questo ci fa capire che ne beve troppa...di solito se il pastone è già inumidito non si da altra acqua, se proprio credi sia necessario puoi dargli a fine pasto una- due gocce, non di più.
le feci di un piccolo che mangia bene e non ha problemi di salute devono essere come un sacchetto formato da una parte bianca (le urine) e da una parte scura (il cibo digerito). se le feci sono liquide c'è qualcosa che non va! fai attenzione allora a quello che mangia...qualcosa gli sta facendo male.
non ho capito bene come lo hai sistemato nella ciotola tonda che descrivi, se riesci a fare una foto e a postarla sarebbe meglio...
per quanto riguarda il calore, lui ha le penne già abbastanza svilluppate per scaldarlo, stai solo attenta che non sia tra correnti d'aria e che non subisca sbalzi di temperatura. deve stare in un posto tranquillo, senza animali che potrebbero fargli del male (attenta al gatto!!!), lontano dai rumori per non impaurirlo.
infatti da come descrivi, non lo vedi addormentarsi o che scruta il mondo di sottecchi credo che sia assai impaurito, dovresti tenerlo in un posto tranquillo, poco trafficato o rumoroso, in modo che possa sentirsi al sicuro e, se possibile, a suo agio.
i piccoli uccelli non cantano come quelli più grandi, si limitano a isolati cinguettii per richiamare l'attenzione quando vogliono essere imbeccati....è normale.
quando sono piccoli non è necessario tenerli in una grande gabbia, però devi dare la possibilità di poggiarsi sui posatoi, perchè non stia sempre appollaiato sul fondo, al massimo per saltellare da una parte all'altra. ti servirà una gabbia + grande quando sarà cresciuto un po' di più e sarà in grado di svolazzare..quando sarà il momento ci penseremo, dobbiamo vedere prima come crescono le penne.
per le larve chiedi le camole del miele (misura piccola!), queste le puoi dare anche vive, mentre le tarme della farina vanno decapitate o schiacciate la testa prima che le mangi il piccolo. le prendi con una pinzetta (se ti fa schifo prenderle in mano!), tocca sempre ai lati del becco la parte gialla, appena apre le fauci lo imbecchi e lui penserà ad inghiottirle.
per la quantità di camole non superare le 5-6 al giorno e cerca di non darle tutte successive ai pasti. devi distanziare i pasti di larve nel corso della giornata intervallando le altre imbeccate con altri alimenti.
i semi duri non glieli dare tu nel becco, deve imparare da solo a spezzarli e a ingoiarli, se non lo sa fare è perchè non è ancora momento per lui.
ma lui becca da solo qualcosa o apre solo per mangiare dalle tue mani??
se mangia un po' di frutta, carota, zucchine e altri alimenti che contengono già vitamine per il momento non sono necessarie le vitamine sintetiche, meglio che assuma un'alimentazione più naturale possibile. conviene per questo che l'alimentazione sia più varia possibile, sta a te capire nell'arco della giornata che deve mangiare di tutto un po', proteine, pastone, verdura e frutta.
le cosciotte si devono ancora impiumare per questo sono tutte così nude...è normale.
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 28 maggio 2009, 19:41

mi spiace, quel pastone non lo uso io perchè mi ha dato sempre tante seccature... cacche liquide... e poi credo sia troppo pieno di uovo e non va bene che il piccolo mangi uovo tutti i giorni e anzi tutte le ore.
ai negozianti a volte si fa prima a dire direttamente il nome del pastone che serve altrim ti affibbiano certe porcherie... (ignari magari di cosa ha bisogno un passero) nutrient plus o simili (energette-nutribird,ecc.). potrebbe andar bene anche il pastone per i pappagalli in polvere se fai attenzione ad integrare la dieta del piccolo con proteine, magari aggiungendo al pastone per pappagalli, l'omogeneizzato al manzo (meglio in polvere, si conserva meglio).
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 28 maggio 2009, 19:51

perfetto,allora butto via il pastone....ma dove ne prendo un altro?cosa devo chiedere al negoziante che l'altra volta mi ha rifilato quello giallo?
le feci me le fa gialle..è dovuto a questo orrido pastone?
da solo non mangia anche se gli ho messo a disposizione una ciotolona piena di piccoli semini...
La gabbia comunque è proprio l al riparto,la gatta non si può arrampicare e rimane più in alto,così non ci vede passare....non ci sono fonti di rumore(la cameretta serve solo per dormire,per il resto vado nelle altre stanze) etc..
frutta e carote non se le fila,ci ho già provato..ho tentato di spoltigliare un albicocca ma non ha gradito...ho del cebion gocce che usavo per un criceto,è vitamina C ed è buono-tipo agrumi-,gliene metto una goccettina?
la verdura come gliela metto? devo triturarla in piccoli pezzi e buttarli nel becco?
ho un frullato bio di mia madre,senza zuccheri,conservanti etc etc etc....gliene offro un pochetto?
domani allora compro l'omogeneizzato al manzo! ma i nomi di pastoncini che mi hai dato devo chiederli al engozio di caccia e pesca?
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 28 maggio 2009, 20:04

non buttarlo quel pastone, eventualmente lo aggiungi ad un altro alimento due o tre volte la settimana..però devi eliminare prima i semini allungati e neri che non può ancora mangiarli...non mangia ancora i semi duri, ha il becco troppo tenero ancora, non sa spezzarli. per il momento dovrà mangiare quello che ti ho già scritto. le verdure (carota, zucchina ecc) e la frutta le devi grattugiare e aggiungere al pastone in modo da formare un mix completo, ad ogni pasto, di tutti i nutrienti necessari per la sua crescita. il pastone dovrebbe essere il "piatto base" al quale dovrai aggiungere gli altri alimenti in misura minore, in proporzione.
non dargli altro alimento o vitamina soprattutto se di altri animali (no assolutamente noon dargli la vitamina del criceto!!)
nb: hai letto la guida sos passero del forum? ti sarà utile.
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 28 maggio 2009, 20:16

di solito io preparo così la dieta per i passeri....

1° pasto- ore 7:00 = pastone inumidito+ 1 piccola camola del miele
2° pasto- ore 8:00 = pastone inumidito+ zucchina o carota grattugiata (da aggiungere direttamente nel pastone)
3 pasto- alle 9:00 = pastone inumid + mela grattugiata (da aggiungere direttamente nel pastone)
4 pasto - ore 10= cous cous (o polenta) ammorbidita con biscotto all'uovo ammorbidito con un po' d'acqua (da aggiungere direttamente nel pastone)
5 pasto- ore 11 = pastone inumidito + 1 larva (camola o tarma decapitata)
6 pasto ore 12 = pastone + zucchina o carota grattugiata (da aggiungere direttamente nel pastone)
7 pasto - ore 13 = pastone inumidito + omogeneizzato al manzo (da aggiungere direttamente nel pastone)

..e così via.... una buona dieta per lui sarebbe fornirgli durante il giorno tanti alimenti diversi.
per 3 volte la settimana puoi preparare tre pasti al giorno con: pastone inumidito + uovo sodo ben cotto (da aggiungere direttamente nel pastone)
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 28 maggio 2009, 21:33

Grazie !!!!^^ il passerotto ti ringrazia tantissimo,il pastoncino con mela grattuggiata e zucchino era una bontà-invogliava pure me !- e lo ha divorato!:) ora è nel suo nidino!^^
ma secondo te..se viene sempre nutrito regolarmente e ha il suo bel nido ed è già "grandino"....ce la farà?
io non voglio illudermi perchè non si sa mai,mi piacerebbe sapere se davvero però ha delle buone probabilità!Insomma,non ha motivo di morire se ha la pancia piena vero? Mi ci sto affezionando,non vedo l'ora di liberarlo e vedere che vola via sano e cresciuto!:)
Ma il peso a quest'età quanto deve essere?Ho visto i passerotti nel link che mi hai dato e sono davvero tondi!
scusa la domanda ma...che cosa è un biscotto all'uovo?c'è una marca particolare?si intendono biscotti per bipedi senza coloranti? oppure i biscottini della raff che si usano anche per i criceti?
L'omogeneizzato va bene solo al manzo o posso variare con pollo,tacchino etc?

la differenza tra camole e tarme quale sarebbe?dove le devo tenere queste poverette,in una scatolina grande quanto?se si trasformano in farfalline e le libero sono condannate a morte?
Il pastoncino che ho ora per questo pennuto va bene anche per merli passerotti,rondini e pettuirossi? posos lasciarlo in una scodella sul terrazzo a disposizione degli uccelli?
Ecco qua Micro nel suo nuovo nido!!!^^
[ovviamente poi gli ho messo addosso della morbida carta incolore e inodore per tenerlo riparato]
http://i40.tinypic.com/291kt8m.jpg
http://i40.tinypic.com/2qjfybp.jpg
http://i40.tinypic.com/21a01sy.jpg
come ti sembra? ha l'aria sana? :?:
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 28 maggio 2009, 22:32

ha dormito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
si è ben piazzato nel nido in fieno,come i passerotti veri,e poi si è addormentato coperto dalla carta..:) L'ho lasciato in una stanza buia-entra luce dalle finestre- ,tranquillo e ovattato e finalmente ha dormito!^^
....io pensavo che fossero notturni come i criceti e che il pennuto dovesse dormire anche di giorno!^^"
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 29 maggio 2009, 6:49

se ce la farà? è una domanda che mi faccio sempre anch'io quando arriva un nuovo piccolo! non possiamo dare una risposta certa a questo quesito...mai...gli uccelli sono imprevedibili, basta poco per rompere quel loro delicato equilibrio...un'errata alimentazione, o anche solo un grande spavento potrebbero portarli alla morte!
speriamo bene che il tuo piccolo cresca bene e che tu possa provare la magica sensazione di liberarlo... :)
un biscotto all'uovo è il biscotto semplice (il classico biscotto che noi mangiamo inzuppato nel latte...per intenderci!) che non ha dentro altri ingredienti che quelli "base"...farina, uovo, zucchero..ecc... per biscotto all'uovo intendo quei biscotti che NON contengono cacao. (tipo le macine, il savoiardo, ecc.)
l'omogeneizzato migliore che si può dare agli uccelli è quello di carne di manzo, è cmq un alimento di fortuna!!! che ha lo scopo di fornire le proteine.
le camole del miele sono morbide e di colore giallino (c'è un post qui in evidenza nel forum sos, le puoi vedere lì come sono fatte). solo sono un po' grasse e si devono dare a distanza di tempo nel corso della giornata, per dare al piccolo il tempo di assimilarle bene. queste si trasformano in farfalle (ma raramente accade).
le tarme della farina invece sono scure, hanno una specie di "corazza" scura e più dura, vanno decapitate o si deve schiacciare loro la testa prima di darle al piccolo perchè hanno delle specie di "pinzettine" che potrebbero punzecchiare. queste si trasformano in coleotteri (sembrano piccoli scarafaggetti! :mrgreen: ).
le larve vanno conservate così come le acquisti, nella loro scatola di plastica, nella parte bassa del frigo, chiusi in una busta con dei forellini.
il pastoncino che hai potrai utilizzarlo quest'inverno per preparare le leccornie agli uccelli. nella sezione birdgarden ci sono moltissime indicazioni sull'argomento...tante ricette e info. per il momento conservalo, potrà servire.

dalle foto ho notato che il becco del piccolo è sporco di pastone. cerca di ripulirlo bene ogni volta che finisce di mangiare. è molto importante che cresca pulito, ne va della sua salute. per rimuovere i residui di cibo indurito puoi inumidire un cotton fioc e tamponare solo dove serve (fai attenzione a non bagnare il piccolo che potrebbe ammalarsi!!!), bagni solo il pezzetto di cibo duro per inumidirlo e rimuoverlo senza provocare dolore al piccolo. è imp che penne e becco, zampe e cloaca siano sempre perfettamente puliti!

se hai dubbi leggi con attenzione la guida che ti ho indicato, molte domande che fai sono descritte e spiegate lì. non è proprio quella la sistemazione di un passero, cmq se lui sembra tranquillo,,, potrebbe anche andar bene. metti dentro la gabbia dei posatoi così non stazionerà con le zampe sul fondo e almeno potrà saltellare da una parte all'altra.
cerca un'amica che può prestarti, nel frattempo che cresce, una gabbia più grande "adatta" agli uccelli.(diciamo così-anche se le gabbie non sono proprio gli strumenti adatti per questi animali alati nati per vivere in spazi illimitati! :wink: )
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda squittentina » 29 maggio 2009, 20:45

il pennuto grazie ai tuoi utilissimi consiglie grazie alla guida stacrescendo a velocità super!!^^
Io sono abituata ai ritmi lenti dei cricetini,qui è tutta un'altra cosa!XD
tanto per cominciare stamani alle 6,30 si faceva prendere normalmente per mangiare...oggi al ritorno da scuola invece aveva imparato a volare..O_O
ora vola davvero,cioè si muove nella gabbia..^^ e poi ha capito come saltare fuori e dentro dal nido!:)
Il problema è che è davvero un'aquilotto,quindi ora è piuttosto complicato dargli da mangiare -mettendolo su un posatoio come nelle guide lui prima attacca la siringa e poi scappa via...Idem se lo metto in un angolo- ,ma non demordo!:) Ha imparato a fare un suono nuovo(non il cinguettio normale,un altro versetto che fa per spaventarmi forse)e usa il becco come arma pinzandomi ovunque..XDXDXDXD non sa che sono abituata alle unghie della gatta!^^
ora però serve la gabbia,anche se provvisoria...
secondo te le misure ideali quali sarebbero?
io sono abituata alle gabbie per criceti che devono avere una base luuunga e larga e i ripianini sono un optional...per un pennuto è meglio una gabbia alta ma stretta oppure una larga ma bassa?
ho un paio di domande sulla guida c:
1)"Per facilitargli la fase dello svezzamento potete cucinare i semi misti dei canarini in acqua per una ventina di minuti perché divengano morbidi."
..cosa si intende?devo metterli in pentola? e quali sono i semi ideali?Oltre a quelli piccoli..?
2)"un buon multivitaminico per uccelli e fornirgli sali minerali per aiutarlo a crescere penne sane e forti."
che marca è adatta?il rodilux o l'idroplurivit vanno bene? e i sali minerali dove li prendo?
3)" nel giro di 30-40 giorni e il vostro passero sarà in grado di volare ed essere liberato." si intende che il passero è autonomo a un mese di vita o che è autonomo dopo 30 giorni dal cambio di penne?quando è che è pronto,per avere un'idea? e quando mangerà e berrà da solo? sa tutto lui cosa deve fare vero? non è che poi si aspetta di trovarsi i semini sgusciati?
4) quando farà i voletti dovrò liberarlo in una stanza per farlo esercitare..e non ho problemi..il problema vero è: come lo riprendo per metterlo dentro?se lui vola in alto e io resto in basso la vedo dura...

Nelle foto era sporco perchè stavamo sbloccando la siringa e ne ho approfittato per fare le foto
squittentina
 
Messaggi: 26
Iscritto il: 11 febbraio 2009, 19:52

Re: passerotto:come fare?

Messaggioda rossella » 30 maggio 2009, 10:33

adesso si sta comportando come la maggior parte dei passeri che sono capitati a me!! ... mangiano e aprono il becco ma sono diffidenti e fuggono alla prima occasione... poi quando cerchi di riprenderlo da una bella beccata sulla mano! (e adesso il becco è morbido ma fra un po' si indurirà e so' dolori! :lol: )
passeri con questo temperamento sono irrequieti... si tengono in una scatola o in quella specie di gabbia che hai visto nella guida, con le sbarre ricoperte dalla carta, perchè se sbattono tra le sbarre per fuggire o per paura, si rompono le penne e poi ci vuole tempo perchè ricrescano... senza penne sane non volerà...si limiterà a fare saltelli cerando di prendere quota sbattendo le ali e sarà molto stressante per lui perchè non riuscirà a volare nonostante i suoi tentativi... insomma bisognerebbe creare le condizioni per prevenire tutto questo!
per la grandezza della gabbia può andar bene una misura media... anche perchè anche una gabbia grande un metro non gli permetterà di volare come dentro una voliera...
informati in questo periodo se ci sono centri di recupero nella zona dove vivi, quando sarà il momento di liberarlo potrai portarlo lì il tuo passero, lo metteranno in una voliera dove potrà allenarsi senza pericolo. questa sarebbe la scelta migliore. farlo allenare in casa diventa molto complicato perchè le nostre stanze hanno soffitti alti e altrettanti mobili dove il passero potrebbe posarsi e poi diventa difficile recuperarlo per rimetterlo in gabbia quando non ci sei.
i semi misti per cardellini e canarini vanno messi a cucinare in acqua per una ventina di minuti, in questo modo diventano morbidi, infatti man mano che si cucinano vedrai la buccia aprirsi e gonfiarsi...poi vanno scolati e messi a disposizione in una piccola ciotolina al passero (non bollenti attenzione!!!) vanno dati a temperatura ambiente. se ne cucini un po' di più, li puoi conservare in frigo in un contenitore a chiusura ermetica per 3-4 giorni e darli al passero sempre a temperatura ambiente, tirandoli un po' prima dal frigo.
vedrai all'inizio non li degnerà di un sguardo, ma se glieli lasci sempre nella gabbia prima o poi comincerà a beccarli... ogni giorno la ciotola con questi semi va rinnovata, si buttano i semi avanzati, si lava la ciotola e si mettono altri semi cotti.
anche se mangia i semi cotti tu dovrai continuare ad imbeccarlo (anche ogni due ore) perchè questi semi hanno perso molti nutrienti nella cottura e conviene dare al piccolo una dieta sempre varia..fatta non di soli semi.

per quanto riguarda il multivitaminico io sono del parere che se l'uccellino assume già una buona alimentazione per il momento si può fare anche a meno... dovrebbe invece prendere le vitamine sintetiche se sussistono dei problemi di sviluppo alle penne... credo che per il tuo passero adesso non ci siano questi problemi. cmq servirebbe una foto più nitida di quelle che hai fatto finora, dove si vede bene il piumaggio... di solito un buon piumaggio è soffice e lucido e non presenta penne bianche. le penne bianchicce sono sintomo di carenze alimentari...
per i sali minerali vale lo stesso discorso delle vitamine. le confezioni dei sali minerali poi contengono tanto prodotto... se vuoi te ne posso mandare un po' in una bustina..io ne ho tanto qui... li uso solo d'estate per gli uccellini sfortunati che passano di qui... non m sembra il caso che tu spenda tanti soldi per qualcosa che non potrai più usare... se ne deve dare solo una leggera spolveratina eventualmente... (manda tuo indirizzo con un mess. privato se vuoi che ti spedisca i sali).

squittentina ha scritto:3)" nel giro di 30-40 giorni e il vostro passero sarà in grado di volare ed essere liberato." si intende che il passero è autonomo a un mese di vita o che è autonomo dopo 30 giorni dal cambio di penne?quando è che è pronto,per avere un'idea? e quando mangerà e berrà da solo? sa tutto lui cosa deve fare vero? non è che poi si aspetta di trovarsi i semini sgusciati?


riguardo a queste tue domande...
in natura un passero è pronto a volare quando lascia il nido autonomamente, i genitori lo seguono assiduamente... anche se lui non sa effettivamente prendere quota, ma sgambetta qua e là..quasi in cerca di guai e pericoli... è questo il loro normale ciclo di sviluppo.
davvero a volte sono rimasta ore a guardare se un passero avesse bisogno del mio aiuto...e sono rimasta incantata e anche divertita dal comportamento esemplare dei genitori nei confronti del nidiaceo!
l'episodio più divertente che mi è capitato di osservare addirittura è l'attacco dei genitori contro le persone (signore e bambini) che volevano afferrare il piccolo per portarlo via... i genitori dai rami di un albero vicino si lanciavano in picchiata contro queste persone cinguettando animatamente per allontanarle! uno spettacolo davvero divertente se penso che alcuni si intimidivano a questo atteggiamento e addirittura si spaventavano abbassando la testa!
nel tuo caso invece il tuo passero credo che tra un po' saprà mangiare da solo... eventualmente puoi cominiare già a mettergli gli alimenti morbidi nella gabbia, così da invogliarlo... pian piano la parte gialla morbida alla base del becco si indurirà (perderà quel colore giallino) e lui saprà spezzare i semi che adesso gli dai cotti con quelli duri (non cucinati ovviamente). a questo punto saprà anche volare. si deve controllare come vola, se sa virare e posarsi agli appigli eseguendo un buon atterraggio (senza cadere mai per terra). ecco, quando saprà fare tutto questo allora si può dire che è autonomo.
tu non ti devi preoccupare di sgusciare i semi... credo che non esista un metodo per farlo...sono così piccoli! eheheh ci penserà lui!
se invece ti accorgi che ormai sa mangiare da solo ma non sa volare ...allora c'è qualche problema al piumaggio... ma per il momento non ti devi preoccupare, solo devi far attenzione che le penne non si spezzino altrim non potrà volare...
ELENCO CRAS (copia e incolla il link nella barra degli indirizzi)
http://www.hobbyuccelli.it/sos_nidiacei/centro-recupero-animali-selvatici.php
Avatar utente
rossella
 
Messaggi: 1437
Iscritto il: 8 luglio 2005, 22:07
Località: cerignola (fg)


Torna a SOS Nidiacei

Chi c’è in linea

Visitano il forum: pester e 3 ospiti