Visita all'allevamento di cardellini di Biagio D'Amore e Stefano Esposito.

Di: Dario Dell'Anno - Foto: Hobby Uccelli - Pubblicato il: 28/09/2010

Biagio D'Amore e Stefano Esposito - allevatori di cardellini mutati

Nella foto a sinistra Biagio D'Amore e a destra Stefano Esposito. Foto: Hobby Uccelli

Una domenica di inizio Maggio, vengo invitato dagli amici Biagio D’Amore e Stefano Esposito a visitare il loro allevamento di cardellini mutati per realizzare degli scatti fotografici ai soggetti da loro allevati ed in particolare ai cardellini agata e cardellini lutino vincitori al campionato europeo di ornitologia 2008, tenutosi a Cesena, e ai cardellini lutino vincitori al mondiale di ornitologia 2009 svoltosi a Piacenza lo scorso Gennaio e ai neo campioni italiani di Ercolano 2009 con la mutazione agata.

Non è la prima volta che trascorro qualche ora in loro compagnia e anche se non allevo cardellini, faccio loro visita molto spesso per il piacere di scambiare quattro chiacchiere sulla nostra comune passione e soprattutto perché da loro c’è sempre qualcosa da imparare in fatto di ornicoltura.
Stefano, commerciante in pensione, oltre ad essere un grande simpaticone è un giudice internazionale FOI per la categoria IEI e ottimo conoscitore di cardellini nonché, essendo un giudice, di tutte le specie di sua competenza.

Biagio, invece, è un ingegnere di professione che nel tempo libero, oltre che occuparsi di cardellini, approfondisce i diversi aspetti legali all’alimentazione e alla cura degli uccelli da gabbia e voliera e negli anni è diventato un vero esperto tanto da collaborare attivamente con diverse riviste del settore e con il portale Hobby Uccelli.

Un’ accoppiata perfetta, verrebbe da pensare, ed in effetti lo è se si pensa ai risultati  ottenuti negli anni e che sono poi culminati con la vittoria al mondiale di ornitologia 2009 e con il bis al campionato italiano di ornitologia 2009.

Giunto in allevamento, l’accoglienza è quella piacevole e cortese di sempre e dopo il tradizionale rito del caffé inizia la visita.

L’allevamento si trova in provincia di Caserta ed è ubicato in un ampio giardino, di forma rettangolare, tra alberi di arancio e limoni dove i cardellini possono godere di un ambiente naturale, tranquillo e sentirsi, anche se in gabbia, a loro agio fra una vegetazione che volutamente circonda le voliere.

Ala cardellino Agata

La specie allevata è il cardellino nelle mutazioni: major ancestrali, major agata, major bruno, major isabella, major lutino, major eumo, major satinè e major testa bianca. Trovano spazio anche diversi esemplari di canarini e ciuffolotti messicano, che nella stagione riproduttiva vengono adoperati come balie per tutte quelle coppie di cardellini che presentano difficoltà nella cova e/o nell’allevamento della prole.

L’allevamento è costituito da un locale di circa 20 mq che dispone di un’ottima illuminazione naturale e di un ricambio d’area continuo essendo dotato di una grande finestra.

Gabbie da cova con canarini

Nella foto uno scorcio del locale d'allevamento utilizzato nella stagione riproduttiva per l'alloggiamento della balie (canarini e femmine di ciuffolotto messicani) e per la preparazione dei soggetti da portare in mostra. Foto: Hobby Uccelli

Questo locale viene utilizzato durante il periodo riproduttivo per l’alloggiamento delle balie, generalmente canarini e femmine di ciuffolotti messicani, mentre durante il periodo di preparazione alle mostre e manifestazioni ornitologiche per l’alloggiamento e la preparazione di tutti quei soggetti scelti per le competizioni.

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse