Pappagallo Ondulato - prima parte-

Di: Carlo Balestrazzi - Foto: Hobby Uccelli - Pubblicato il: 22/06/2012

Pappagallo ondulatoOrigine del pappagallo ondulato

Uno degli uccelli da gabbia più diffusi è il cosiddetto Pappagallino Ondulato, anche detto Melopsittaco o banalmente cocorito o cocorita. Il nome scientifico è Melopsittacus undulatus, la famiglia alla quale appartiene è Psittacidae, sottofamiglia Psittacinae, tribù Platycercini o pappagalli a coda larga.

A prescindere dalle dimensioni, quindi, la Cocorita comune è un vero pappagallo, appartenente ad una tribù anche detta dei parrocchetti.

I profani tendono spesso a disprezzare questi uccelli, dato il loro valore venale spesso esiguo rispetto a specie di maggior taglia, ma li sorregge solo l'ignoranza delle reali caratteristiche di questi simpaticissimi uccelli. Le Cocorite, infatti, sono addomesticabilissime, possono parlare, comunicano volentieri con gli esseri umani, e possono essere facilmente allevate, riprodotte e maneggiate.

Sono pappagalli di origine Australiana, vivono in fitti stormi in località semidesertiche (il cosiddetto bush), sono uccelli gregari, anche se non sociali in senso stretto, e dipendono dalle fonti idriche, per le quali compiono traversate anche di parecchi chilometri. Si cibano di piccoli semi, ma anche di verdura e frutta, ma anche talvolta di alimenti di origine animale, seppur raramente. Sono in pratica dei granivori opportunisti, ma, in presenza di continui approvvigionamenti di semi, possono snobbare il resto del cibo. Questo è il motivo per cui, in cattività, avendo sempre a disposizione dei semi, spesso rifiutano qualsiasi alternativa, eccettuata a volte qualche foglia di insalata. Se invece vengono abituati fin da giovani, accettano ed apprezzano un'aggiunta di mela, banana, foglie di tarassaco, pastoncino secco e morbido, con e senza uovo. Ma anche spaghetti, torte, uova al tegame, zucchini fritti, o qualsiasi cosa stuzzichi la loro curiosità. Se glielo si consente, accettano anche spighe immature di cereali, o spighe di miglio e panico.

Importati in Europa fin dal XIX Secolo, si sono perfettamente adattati al nostro clima, tanto da essere tranquillamente in grado di svernare all'aperto se alloggiati in grandi voliere.

Per chi fosse abituato ai Canarini, la Cocorita si presenta come un essere completamente diverso. I profani tendono a definire questi uccelletti stupidi e fastidiosi. In realtà, il loro cicaleccio, pur non potendo essere definito melodioso, non raggiunge mai vette di fastidio, essendo un sottomesso pigolio continuo durante la giornata. Sulla loro stupidità, invece, c'è abbondantemente da ricredersi, essendo uno dei volatili più intelligenti che sia dato di avere a disposizione per pochi Euro.

 

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse