Hobby Uccelli > SOS Nidiacei > Guide > Soccorso di nidiacei di rondini, rondoni e balestrucci > L'alimentazione da imbecco per rondini, rondoni e balestruci.

L'alimentazione da imbecco per rondini, rondoni e balestruci.

Di: Oriana Ferrandino - Pubblicato il: 31/03/2008


IMPORTANTE: non somministrate mai bigattini, larva della mosca carnaria, pane e latte a nessun nidiaceo perchè sono altamente pericolosi!

Un'alimentazione veramente corretta per un insettivoro non esiste.

Rondini, rondoni e balestrucci dovrebbero mangiare esclusivamente insetti volanti (da escludere categoricamente vespe calabroni, mosche carnaie e bigattini).

Quel che più si avvicina alla loro dieta naturale sono le camole del miele e i grilli.

Le camole del miele si trovano nei negozi di articoli per la pesca mentre i grilli spesso si possono reperire nei negozi che si occupano di rettili.

Acqua: appena il nidiaceo arriva a casa provvedete a dissetarlo.

Molti credono che non abbiano bisogno di acqua e invece ne hanno eccome. 5 o 6 gocce di acqua tiepida che scivolano dal vostro dito e si poggiano lateralmente sul loro beccuccio sarà sufficiente a dissetarli.

Solitamente quando sono sazi d’acqua tendono a sgrullare la testolina per liberarsi dall’acqua, se non vedete questo comportamento è probabile che abbia ancora sete.

Nel caso il piccolo fosse molto debilitato potete sciogliere nell’acqua un pò di multivitaminico (il meritene in polvere gusto vaniglia va bene) considerando il suo esiguo peso non esagerate nella dose.

Cibo: visto che non potremmo mai offrire loro le stesse cose che i genitori si premuravano di reperire, ci adatteremo con altri alimenti.

I primi pasti dovrebbero essere composti da omogeneizzato di carne per bambini (manzo). Si forma una pappa con un pò di acqua e si da mangiare con una siringa senza ago (di quelle piccole per insulina) oppure si formano delle palline usando meno acqua e si danno da mangiare (la versione omogeneizzato in siringa è adatta a balestrucci e rondini, mentre la pallina è per i rondoni).

Inizialmente non aprirà il becco spontaneamente e cosi dovrete convincerlo a farlo picchettando leggermente sul lato del becco con la pallina di omogeneizzato.

Con un pò di pazienza aprirà la bocca da solo.

Nell’omogeneizzato potete mettere un pò di rosso d’uovo sodo (poco e non in tutti i pasti) è preferibile nutrirli poco e spesso. Hanno un metabolismo velocissimo e sono fatti per mangiare piccole quantità di cibo in tempi ravvicinati.

Se l'ingozzate rischiate che rigurgiti tutto quello che gli avete dato.

Se usate la siringa da insulina potete dare tutta la siringa divisa, minimo, in tre round (ossia non fate un unico imbecco, ma lasciate passare qualche minuto tra l’uno e l’altro fino a finire la siringa) e prestate molta attenzione a quanta siringa mettete in gola al piccino per evitare di procurargli delle lesioni.

La siringa è sconsigliata per i rondoni perche mentre rondini e balestrucci agevolano la pappa "succhiando" dalla siringa i rondoni hanno un modo di mangiare molto diverso e si farebbero certamente del male se usaste la siringa se usate il metodo a palline di omogeneizzato potete darne 5/6 palline grandi come piselli.

In ogni caso quando il piccino sarà sazio non aprirà più il becco e sta a voi riconoscere i sintomi del vostro piccolo ospite e decifrarli al meglio.

Come già detto per i rondoni è consigliato usare il metodo a palline è più facile imbeccarli che non usando la siringa. Dopo i primi giorni (un paio) si può iniziare a inserire nella dieta qualche piccolo grillo e qualche piccola camola.

Camola per imbecco nidiacei

Nella foto è raffigurata una camola. La parte scura a sinistra rappresenta la testa che è bene eliminare prima della somministrazione. Foto Oriana Ferrandino

Le camole all’inizio potrebbero risultare indigeste (il loro apparato digerente non è fatto per questi alimenti per cui devono abituarsi pian piano) potete provare all’inizio con le camole decapitate. Con le forbicine tagliate la parte nera della camola e facendo attenzione a non svuotarla del suo liquido imbeccate il piccolo. Iniziate con le camole più piccine (le scatole ne contengono sempre di varie misure) quando vedete che sono gradite e ben digerite potrete evitare di tagliare la testa e anche dare quelle più grandicelle. A volte capita che non siano digerite mai perfettamente. In quel caso dovrete sempre tagliare la testa alla camola. La frequenza dei pasti varia a seconda dell’età del vostro ospite. Più è piccino e più i pasti devono essere ravvicinati. Come abbiamo gia detto: poco e spesso. Iniziando alle 6 del mattino per finire a mezzanotte se ce la fate o al limite alle 22. Un pasto ogni ora circa quando è piccino (se ha il piumino addosso) poi potrete diluire i pasti ogni due ore. Considerate il fatto che i genitori fanno la spola di continuo nel nido per imbeccare i figli e di notte rigurgitano anche un pò di pappa per loro.

L’omogeneizzato va tolto quanto prima possibile. Crescerà bene con grilli e camole.

Feci

Controllate sempre le feci che devono somigliare ad un sacchetto di un bel colore chiaro con una sorta di “virgoletta” scura

Se al contrario le vedete troppo acquose potete ovviare dando una goccia di acqua in meno durante i pasti. Se sono di un brutto colore marrone e non racchiuse nel sacchetto potete dare un po’ di fermenti lattici (tipo prolife). Aprite la capsula e fate cadere un po di polvere (poca mi raccomando…pensate che una capsula è per una persona adulta!) sulla pallina che date da mangiare…o sulla camola. Mattino e sera fino a che le feci non tornano normali. Il colore delle feci varia a seconda di ciò che mangiano. Se date carne saranno marroncine. se date camole saranno bianche con la virgoletta verde…se invece date grilli potrebbero essere molto scure come lo sono i grilli.

Importante per rondini, stare molto attenti che niente rimanga impigliato in gola!

Prestate attenzione alla loro bocca e se respirano col beccuccio aperto e continuano ad ingoiare probabile qualcosa si è fermato tra bocca ed esofago e non riesce ad ingoiare.

A me è capitato con un pezzettino di uovo sodo (il bianco) e ho dovuto provvedere a toglierlo manualmente. Questa regola vale un po’ per tutti i piccini, controllate sempre che tutto sia ok!

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse