Le Valli di Comacchio

Di: Dario Dell'Anno - Foto: Dario Dell'Anno - Pubblicato il: 29/09/2010

Le valli di Comacchio

Le Valli di Comacchio costituiscono una delle zone umide più grandi in Europa, un vero paradiso per l'appassionato di Birdwatchin e fotografia naturalistica per via delle centinaia di specie di uccelli, acquatici e non, che svernano o che nidificano in queste zone. Foto: Dario Dell'Anno

Racchiuse tra il Po, il mare e il Reno, le valli di Comacchio con un’estensione di circa 11000 ettari, costituiscono una delle zone umide più estese d’Italia e dell’Europa.

Si trovano nelle province di Ferrara e Ravenna.

Nate nell’alto medioevo quando a causa della deviazione verso nord del corso del fiume Po i terreni dell'antico delta, soggetti ad un fenomeno di subsidenza, furono invasi dal mare che originò una vasta laguna da cui emersero solo le terre più alte.

All’epoca le valli si estendevano su una superficie  di circa 73000 ettari, superficie che nel corso dei secoli è stata progressivamente ridotta con diverse bonifiche per sottrarre alle acque salmastre territori da utilizzare per l’agricoltura.

Oggi le valli di Comacchio costituiscono, in Italia, uno dei punti di maggiore interesse per gli ornitologi e i birdwatchers in quanto ospitano la più grande fauna ornitica presente in Italia con più di 300 specie di uccelli sia nidificanti che di passo e non a caso la zona è stata scelta come sede per la tradizionale “Fiera del Birdwatching” che  nel periodo compreso tra Aprile e Maggio, richiama birdwatchers, ornitologi e appassionati di natura  da tutto il mondo.

Il territorio è quello tipico delle zone umide e la flora è quella caratteristica delle acque salmastre dove l’alta salinità favorisce la crescita solo di determinate piante sfavorendone altre.

Data l'elevata salinità del terreno e dell'acqua, le valli sono un ambiente estremo ed ostile per la vita delle piante: si sviluppa una vegetazione prettamente alofila, in grado cioè di tollerare la presenza del sale.

In questo ambiente, perciò, sono presenti interminabili distese di cannucce di palude  che insieme a piante di Limonio, di  Salicornia, di Puccinellia, di Salsola, di Enula Bacicci, ecc contribuiscono a creare un paesaggio di una bellezza sopraffina dove i contrasti tra i colori vivi delle vegetazione e il blu dell’acqua e del cielo, mutano a seconda della stagione offrendo così al visitatore scenari diversi e sensazioni nuove.

Particolare delle valli di Comacchio

Nella foto uno dei tanti canali che fanno parte della zona umida e che contribuiscoono all'ossigenazione dell'acqua salmastra che caratterizza le Valli di Comacchio. Foto: Dario Dell'Anno

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse