Caccia fotografica di Fenicotteri rosa in laguna Caleri

Di: Gildo Mattiazzi - Foto: Gildo Mattiazzi - Pubblicato il: 18/10/2010

Stormo di Fenicotteri rosa durante la ricerca di cibo

I Fenicotteri si cibano di gamberetti e altri mollusci acquatici che riesco a catturare immergendo il lungo collo e la testa sott'acqua e filtrando. Foto: Gildo Mattiazzi

Che il riscaldamento globale sia una realtà, ce ne siamo accorti tutti, ma è interessante notare come, quest’anno, tutti i notiziari abbiano riportato con ampio rilievo, dell’aumento della temperatura del mare, della colonizzazione dei nostri mari di pesci tropicali, della massiccia presenza delle meduse.

Tuttavia, i cambiamenti climatici non hanno infuenzato solo la fauna marina, ma hanno contribuito anche al cambiamento delle abitudini degli uccelli migratori.

Ad Agosto mi sono recato, per una battuta di caccia fotografica, in laguna Caleri, che insieme a Vallona, Barbamarco, Batteria, Burcio, Basson e Bonelli Levante fanno parte del Delta del Po lato Veneto.

Per capirci, partendo da Porto Viro, percorrendo la Romea in direzione Venezia, si seguono le indicazioni per l’isola di Albarella.

Lasciando la statale Romea all’altezza di Rosolina, si percorre un argine che costeggia tutta la laguna e chi è in grado di apprezzarlo, può godersi uno spettacolo della natura: stormi di uccelli acquatici che tranquillamente cercano il cibo, all’interno della laguna.

Come mia abitudine, avevo con me la mia compagna di sempre, una reflex Canon con teleobbiettivo. Mi sono addentrato lungo l’argine, con un occhio alla strada ed un occhio alla laguna, fino a quando ho iniziato ad intravedere i primi volatili.

Ed è qui che ho avuto la sorpresa più grande, in fondo alla laguna, esattamente dalla parte opposta all’argine vi era uno stormo di fenicotteri rosa.

 

Fenicotteri rosa

I Fenicotteri presentano un piumaggio di colore bianco e la classica colorazione rosa è da attribuire a "coloranti naturali", i carotenoidi che sono contenuti nei gamberetti di cui si nutruno. Foto: Gildo Mattiazzi

Per un momento non credevo ai miei occhi! Mi sembrava di essere in uno dei laghi africani, si quelli dei documentari di National Geografic, dove miriadi di fenicotteri filtrano l’acqua con il loro becco alla ricerca di gamberetti ed altri molluschi che costituiscono la loro dieta principale. Invece ero in Italia!

A quel punto però, allo stupore si è sostituita la determinazione. Ho fermato la mia automobile ed armato di galosce ho sfidato le torme di zanzare che mi aspettavano vicino all’acqua e sono andato alla ricerca di qualche scatto.

All’interno della laguna Caleri, è stato allestito un percorso per BirdWaching, dove si ergono anche alcune torri per l’avvistamento che facilitano l'operazione di avvistamento e permettono la realizzazione di scatti fitigrafici da una posizione privilegiata.

In questa zona, vi sono diverse Garzaie, situate sia nei canneti che nella parte boschiva. La zona dove si possono avvistare i fenicotteri si chiama valle Pozzatini.

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse