Che uccellino è?

Chiedi aiuto per i nidiacei in difficoltà caduti dal nido.
Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 27 maggio 2019, 9:47

Ok grazie, studierò meglio i semetti delle piante.
Stamattina ha mangiato il seme più grosso e tondo (c’ha messo un bel po’ ma ci è riuscito) anche se cerca ancora il mangime da imbecco che ho ridotto a 2-3 volte al giorno, bagnandolo sempre con acqua ma senza siringa, lo mangia dal piano del tavolo o dalle mie dita.
Allegati
A320EF9B-2DB3-4702-A4C9-CB9A9B8CADD9.jpeg

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 27 maggio 2019, 9:49

Tra un po’ accende anche il televisore 😂
Allegati
lino-tv.jpeg

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 27 maggio 2019, 11:55

Cresce bene [smilie=thumbsup.gif]
Il seme grosso e tondeggiante è quello di canapa . È un seme coriaceo , quindi , se riesce ad aprirlo .... sei sulla buona strada .
Continua con le imbeccate : anche se inizia a mangiare da solo , continuerà a chiederle ; assecondalo finché non abbia compiuto i 45 - 50 giorni ; a conti fatti , dovrebbe aggirarsi intorno al 15 - 20 giugno .
Presto dovrai distaccarti da Lino , affinché lui possa acquisire un indole selvatica .

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 27 maggio 2019, 15:02

Si, lo so, comincerà a vedermi meno quando non gli darò più le imbeccate e mangerà esclusivamente da solo e quindi non avrà più bisogno di me. Mi dispiacerà tantissimoooooo... mi cerca proprio tanto, quando apro la gabbia vola subito sulla mia spalla e quando lo lascio da solo nella sala grande per farlo volare pigola e mi raggiunge in cucina. La cosa che mi dispiace di più è che quando lo lascerò libero non saprò mai se ce l'ha fatta oppure no :(

pier lorenzo orione
Messaggi: 17171
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 28 maggio 2019, 16:39

non ce la farà di certo se lo liberi cosi di punto in bianco ,ti tolgo io il dubbio.Prima di essere liberato dovrebbe stare x alcuni mesi in una voliera esterna dove non avra alcun contatto con l'uomo ,e nel frattempo dovrebbe essere alimentato con fasci di erbe prative presenti nella zona della liberazione ,in modo che impari a riconoscerle e a estrarre i semi dai capolini delle piante,anche se sarà svezzato non basta dargli il misto di semi nella mangiatoia perchè in libertà non li troverà cosi ,ma dovrà cercarseli da solo,tutte cose che imparano seguendo i genitori nei campi dopo l'involo dal nido.Lo so che non ti piace sentire queste cose ma è la pura verità.

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 28 maggio 2019, 18:52

Infatti , Pier Lorenzo .
Nella discussione , è stata affrontata anche la questione "inselvatichimento" .
Questione che si fa sempre in tempo ad approfondire ora che l'uccellino vira verso lo svezzamento e la priorità non è più quella di imbeccarlo .
A proposito : avevo suggerito di valutare la liberazione verso la metà di agosto , periodo in cui la nidificazione volge al termine e i cardellini iniziano ad aggregarsi ... prima che si spostino verso i territori invernali .
Tu cosa ne pensi?

pier lorenzo orione
Messaggi: 17171
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 29 maggio 2019, 16:14

si meglio forse a luglio in modo che trovi abbondanti erbe prative e abbia il tempo di adattarsi ,ma se lo libera cosi morirà comunque

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 30 maggio 2019, 14:14

Ciao Pier Lorenzo
Grazie anche a te per l’aiuto, Giampiero e gli altri mi stanno fornendo fin dall’inizio preziosi consigli. Lino sta bene, ormai vola perfettamente, e comincia a mangiare oltre ai semi comprati, anche i semi delle erbe prative (cardi, romice, centocchio e crespigno). Seguendo i vostri consigli sto diminuendo progressivamente le imbeccate sebbene lui le continui a chiedere, quando smetterà con queste e mangerà solo erbe prative, io comincerò a farmi vedere sempre meno, già ora passa tutto il giorno sul davanzale di una finestra in una stanza dove non va mai nessuno, ovviamente nella gabbia dove ho messo qualche rametto con qualche foglia (ho scelto rametti di alloro) oltre ad averla riempita di erbe con i capolini da cui Lino becca sempre più volentieri i semetti.
Non vorrei sbagliare ma credo che riceva qualche visita durante il giorno, mi è capitato un paio di volte quando vado a “controllarlo” di veder volare via dal davanzale qualche uccellino ma mi sono sembrati passerotti, forse attratti dai semi o le erbe nella gabbia.
Quanto alla liberazione seguirò anche e soprattutto in questa fase le vostre indicazioni cercando di non trascurare nulla, è la prima volta che mi capita di crescere un uccellino e ci terrei davvero tanto al buon esito della liberazione.
Allegati
F0F13045-0069-4CB0-AC89-9B49ECDB6A6B.jpeg

pier lorenzo orione
Messaggi: 17171
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 30 maggio 2019, 17:01

perfetto ,quando sarà completamente svezzato però dovrai trasferirlo in una voliera oppure in una stanza dove dovrà impratichirsi nel volo ,potrai liberarlo quando volerà perfettamente e conoscerà le erbe prative di cui si nutrirà in libertà,non prima di due tre mesi.intanto ti devo fare i miei complimenti perchè allevare un cardellino non è per nulla facile ,molti non sarebbero riusciti.brava!!

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 30 maggio 2019, 17:48

Grazie dei complimenti :) per l'esercizio lo lascio libero nella sala di casa, è una stanza molto grande (ho messo un video nelle pagine precedenti, non so se si vede...) vola molto bene ma per quanto la stanza sia grande ovviamente tende ad appoggiarsi sui vari ripiani, non fa voli lunghissimi e vi farà un pò ridere ma per incentivarlo a fare voli più lunghi, dato che mi segue e si appoggia sempre su di me, quando lo chiamo e lui vola verso di me mi metto a correre in tutta la sala in modo da farmi seguire e tenerlo in volo di più...ovviamente è più veloce di me e mi raggiunge dopo poco ma intanto fa esercizio e lo faccio anch'io! :) questo ancora per poco perchè dovrò allentare il contatto con lui :( ma per ora è una specie di gioco :wink:

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 3 giugno 2019, 21:26

Rieccomi qua
Lino (o Lina) continua a crescere...
Quando lo libero in sala vola sempre più veloce e mi pare abbia anche più voglia di volare.
Mangia bene centocchio e romice, mentre per il crespigno non sono riuscita ancora a capire bene se apre o no i capolini, finora qualcuno gliel’ho aperto io, ma verificherò nei prossimi giorni.
Volevo chiedere: ogni giorno Lino dopo aver volato libero in sala, passa tutto il giorno sul davanzale della finestra aperta, ma la sera dopo il tramonto lo porto in casa e lo lascio al buio tranquillo, mica devo lasciarlo fuori anche di notte? Mi fa un po’ strano e “pericoloso”, poiché essendo in gabbia ho come la sensazione che se succedesse qualcosa sarebbe in trappola...meglio aspettare la liberazione quando potrà spostarsi per conto proprio?
Allegati
24D0D36B-2F69-417A-84F8-4A0F50D153A4.jpeg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 3 giugno 2019, 21:28

Qui si vede meglio la coda
Allegati
58919175-ACC8-4CB3-910E-9BEE169A23E2.jpeg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 3 giugno 2019, 21:45

Domani smette le imbeccate, non le chiede più di tanto e non finisce nemmeno quelle che gli preparo, e poi ora mangia benissimo i semi, trovo un sacco di bucce nella mangiatoia ;) anche con le erbe prative va bene, ma come dicevo devo accertarmi che riesca da solo ad aprire i capolini di crespigno e cardo.

Max585
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 511
Iscritto il: 30 maggio 2011, 12:05

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Max585 » 3 giugno 2019, 22:22

Ottima forma, ora comincia il difficile, cioe' il distaccamento naturale da te come genitore. Riguardo alla notte, si, io lo terrei all'aperto per acclimatarsi con l'esterno anche nelle ore notturne. Ovviamente la gabbia deve essere al riparo da correnti e dall'attacco di predatori

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 4 giugno 2019, 14:07

Si, e ora sono in crisi, trovare un posto dove possa distaccarsi da me, abituarsi all’esterno, esercitarsi nel volo e dove possa anche tornare per ripararsi e trovare cibo a disposizione anche dopo la liberazione finché non si abitui alla vita selvatica, inoltre riparato da correnti e predatori. Beh, non è affatto facile. Sono in dubbio tra due soluzioni.

La prima, lasciarlo nella stanza dov’è adesso, ma fuori dalla gabbia, mettere una rete alla finestra che resterebbe sempre aperta anche di notte, e andare da lui solo per dargli le erbe fresche, e lasciargli comunque acqua e una mangiatoia con i semi. Quindi arrivato il momento, liberarlo facendo uno sportellino nella rete della finestra e spostare la mangiatoia all’esterno appendendola al muro sotto il davanzale, in modo che almeno all’inizio lui possa tornare a trovare cibo e acqua, finché non trovi la sua strada…

Oppure trovare una soluzione fuori in giardino comprando una voliera o una gabbia più grande, ma così non farebbe l’esercizio che farebbe nella stanza e sarebbe più esposto a predatori, in giro ci sono gatti, cani, oltre ad animali notturni come faine, volpi, ratti, civette ecc…è vero che lui starebbe riparato nella gabbia ma non mi piace l’idea che crepi d’infarto se uno di questi dovesse aggredire la gabbia né saprei come evitarlo, appendendo la gabbia su un muro alto? O meglio tra i rami di qualche albero?
Tra l'altro ci si mette anche il brutto tempo, mai avuta una primavera così brutta, spesso piove o è comunque nuvoloso e fa ancora fresco.

…..iiiuuuuutoo

Max585
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 511
Iscritto il: 30 maggio 2011, 12:05

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Max585 » 4 giugno 2019, 14:54

Complimenti davvero per la determinazione e lo spirito di sacrificio. Io sono per la seconda opzione, l'ideale se riuscissi a costruire (cosi ti costa poco) una volieretta di un paio di metri di lunghezza con della rete metallica in giardino, in un angolo riparato e con vegetazione interna. Tetto e almento tre lati su quattro coperti da pannelli di plexiglass o teli di plastica (ovviamente con zone d'ombra per non cuocerlo). Puoi improvvisare un a doppia rete per ulteriore protezione da predatori. In questo modo le chance di sopravvivenza impennano, ma capisco che puo' non essere facilissimo. Sconsiglio vivamente la gabbietta appesa, dove sarebbe facile preda di gatti o gazze, oltre che inadatta all'esercizio.

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 4 giugno 2019, 14:59

Se hai la disponibilità di una stanza da dedicargli ....
Sicuramente fai prima a mettere una rete alla finestra che costruire una voliera che sia funzionale all'esterno .
Prative a volontà . In questo periodo (basandomi sulle disponibilità alla mia latitudine) puoi contare anche sulla Piantaggine e l'Achillea che sono in piena maturazione , anche il Crespigno adesso ha capitoli belli maturi .

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 4 giugno 2019, 15:07

Concordo in pieno con l'opinione di Max ; ho suggerito una opzione diversa solo da un punto di vista di "comodità" .

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 4 giugno 2019, 15:38

Ok quindi meglio completamente all'esterno, vedrò di attrezzarmi.

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 5 giugno 2019, 11:44

Ho fatto una ricerca per una voliera (costruirla sarebbe un po’ complicato), ma mi sembrano tutte piccole, quelle grandi (che poi sono per i parchi, le esposizioni ecc…) a parte il fatto che costano davvero tanto, dopo aver liberato Lino non saprei che farmene (salvo soccorrere altri nidiacei, cosa probabile). Ne ho trovato una forse accettabile, ma ho un paio di dubbi: è senza fondo cosa da un lato positiva perché avrebbe il terreno con cui familiarizzare dall’altro non so se c’è il pericolo che di notte qualche predatore riesca a scavare da sotto per quanto sarà fissata al terreno (ma se il predatore di turno si mette in testa di entrare…e qui siamo in piena campagna, è capitato che volpi e/o faine abbiano tirato via da una gabbia a rete metallica dei pulcini da sotto la chioccia), e poi non è paragonabile con l’esercizio che fa nella sala di casa che è di circa 40/45 metri quadrati, lunga 8 metri e larga più di 6.

Intanto Lino ha sempre più voglia di volare, capita che nella gabbia si agita molto e quando vola in sala batte con le ali sotto il soffitto, insomma lo vedo un po’ irrequieto. Il primo volo lo fa molto lungo, poi comincia ad appoggiarsi e non so se perché si stanca e quindi ha bisogno di allenamento o semplicemente perché non ha dove altro andare. Mangia i semi e ormai bene anche le erbe prative.
Vi metto il link della voliera ma a parte il rischio predatori non so se chiuso lì dentro riesca ad allenarsi sufficientemente.


https://www.ilverdemondo.it/it/prod/vol ... sterno-334
Le dimensioni interne della voliera sono 1250 X 1250 X 1680 mm. (Larghezza X Profondità X Altezza)

Qui invece un paio di link di Lino che si allena in sala, vi prego di guardarli

PS: ma se lo faccio allenare in sala e ogni tanto lo porto in giardino con la gabbia tra i rami di un albero con me vicino a vigilare? Io ho la fortuna di lavorare da casa quindi mi posso spostare dove voglio col pc, per il resto del tempo sul davanzale della finestra aperta. Questo fino alla liberazione.

Scusate se vi disturbo sempre, ma come previsto questa è la parte difficile.
Allegati
video1.mov
(11.89 MiB) Scaricato 46 volte

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 5 giugno 2019, 11:55

L'altro video
Allegati
video2.mov
(10.88 MiB) Scaricato 37 volte

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 5 giugno 2019, 13:41

È chiaro che appena uscito dalla gabbietta abbia voglia di sgranchirsi le ali ; soddisfatta l'esigenza si posa ... perché gli uccellini non volano per il piacere di farlo ma per ovvie esigenze .
Libero in una stanza ampia avrebbe la possibilità di volare a suo comodo (fondamentale per sviluppare una buona muscolatura e capacità polmonare) .
Sulle dimensioni della voliera esterna avrei il piacere dell'opinione dei colleghi ma , considera che deve essere messa in sicurezza con una rete metallica dalla trama abbastanza fitta , installata ad un palmo da tutto il perimetro dalla voliera in modo da impedire l'accesso ai predatori più piccoli ed ai rapaci .

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 5 giugno 2019, 14:25

Un'altra considerazione , purtroppo per esperienza diretta :
In un ambiente nuovo , che non conosce , che per quanto possa essere ampio corrisponde sempre e comunque ad una costrizione , un uccellino potrebbe spaventarsi per mille cause ed essere colto da infarto .
A me è successo per i fuochi d'artificio ; 3 su 4 , verificato per esame autoptico . Sono passati più di 20 anni ... mi scappa ancora una lacrima :roll:

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 5 giugno 2019, 16:38

Grazie Giampiero, so bene che la voliera esterna sarebbe la soluzione ideale, ma più ci penso più mi sembra complicato procurarmene una che sia funzionale, delle dimensioni necessarie all'allenamento e sicura, soprattutto lasciandolo chiuso lì dentro da solo di notte.

Ho letto molto sull'importanza dell'allenamento e quanto lo stare in una gabbia, per quanto grande sia, anche solo per una settimana faccia calare il tono muscolare ai volatili, alcuni sostengono che appena gli uccelli sono in grado di volare bisogna lasciarli liberi, proprio per evitare che si indeboliscano e per stabilire il prima possibile il contatto con l'ambiente. Ora questo mi sembra azzardato, e concordo con le indicazioni che mi avete dato finora senza le quali Lino non ce l'avrebbe fatta.

pier lorenzo orione
Messaggi: 17171
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 5 giugno 2019, 16:39

comunque è assurdo comprare una voliera x un uccellino che poi libererai,a questo punto se la vuoi prendere mettilo dentro e tienilo tu ,magari gli compri una compagna/o e ci staranno benissimo ,e se sei fortunata il prossimo anno faranno anche i piccoli.Tanto,te lo dico sinceramente,le sue possibilità di sopravvivenza in libertà cosi imprintato sull'uomo sono davvero scarse ,quindi non farti illusioni ,è già difficile x gli uccelli nati e cresciuti in libertà ,molti cadono vittime di predatori ,incidenti ecc figurati un cardellino allevato a mano .A te la decisione.

Max585
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 511
Iscritto il: 30 maggio 2011, 12:05

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Max585 » 6 giugno 2019, 12:54

Allora la voliera che hai mostrato non e' l'idieale perche' sviluppa in altezza anziche lunghezzqa, ma a mio modesto parere funziona meglio che spostare Lino dalla gabbia alla stanza ogni volta per quei pochi minuti di volo. La mancanza di fondo non e' un problema enorme, anche perche permette a Lino di esplorare il fondo (prativo immagino) e prendere confidenza maggiormente con l'ambiente esterno. Ed escluderei il pericolo di una volpe o faina che scava una buca per prendere un uccelletto di 10 grammi (e prendilo soprattutto)...al maz potrebbe entrare qualche topolino per mangiare i semi caduti, nulla di piu'. Basta schermarla a dovere e scegliere un posto semiriparato in giardino. Certo la spesa e' enorme per un solo uccellino. Quello che dice Pier Lorenzo e' giustissimo, sessuno qui ti dira' che Lino sopravvivera' al 100%, ma secondo me le possibilita' sono inferiri ma non cosi distanti da un cardellino allevato dai suoi genitori (i quali in media hanno un 50% di arrivare all'eta' riproduttiva). Ci sono casi documentati di uccellini domestici (con l'anellino) rinselvatichiti, e un autoctono come il cardellino avrebbe un amarcia in piu. Ovviemente, se tenuto bene e in forma come tu saprai fare sicuramente, un cardellino vive molto piu' a lungo in cattivita' ma questo e' un altro discorso e la scelta e' totalmente tua.

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1699
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 6 giugno 2019, 13:38

Anche io sostengo che un cardellino ben preparato al reinserimento abbia pari opportunità rispetto ai conspecifici selvatici .
Poi è chiaro che la vita selvatica non preveda agi , i novelli che raggiungono la maturità sessuale sono in bassa percentuale e l'aspettativa di vita per questi animali non supera i 3 anni ; giusto appunto parlo di "opportunità" .

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 6 giugno 2019, 14:56

Cari amici, apprezzo davvero tanto la vostra pazienza e disponibilità, e condivido la vostra passione sebbene mi stia accostando da poco al mondo dei volatili che fino ad ora ho solo ammirato da lontano e ascoltato con piacere.
Max585 ha scritto:
6 giugno 2019, 12:54
...spostare Lino dalla gabbia alla stanza ogni volta per quei pochi minuti di volo..
Ho escluso questa soluzione, come dici giustamente tu non è più sufficiente, per cui se decidessi per la stanza Lino avrebbe una stanza che affaccia direttamente sul giardino a sua esclusiva disposizione e direbbe addio alla gabbietta (che lascerei comunque aperta e a sua disposizione) quindi completamente libero per tutto il tempo, la finestra resterebbe sempre aperta (con la dovuta rete ovviamente) e io andrei solo a cambiargli acqua, semi e le erbe prative. La liberazione avverrebbe dalla stessa finestra fuori alla quale poi sposterei acqua e mangiatoia con i semi, lasciando la finestra sempre aperta anche dopo la liberazione, per ogni eventualità.

Riguardo alla voliera, a parte la spesa, ho paura di non essere in grado di renderla funzionale a dovere, l’ipotesi di tenere Lino con me (per quanto mi sia inevitabilmente affezionata a lui) nella voliera e quindi fornirgli una compagna, con nido, uova e piccoli ecc significherebbe allevare uccelli selvatici in cattività e non è assolutamente nelle mie corde.
Intanto stamattina ho portato Lino con la gabbia nell’angolo del giardino dove posizionerei l’eventuale voliera, tutto bene, guardava con piacere i rami, le foglie ma è passato il cane in lontananza e (come diceva Giampiero più su) gli è quasi preso un infarto, ha cominciato a battere con le ali contro le pareti della gabbia come per voler scappare, ci siamo subito spostati, ho aspettato che si calmasse e l’ho poggiato sul terreno dove cresce il centocchio, e l’ha mangiato con gusto attraverso le sbarre.
Insomma cerco di fare del mio meglio e poi, incrocio le dita per lui.

pier lorenzo orione
Messaggi: 17171
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 6 giugno 2019, 16:05

come ti abbiamo detto la decisione spetta a te ,la soluzione della stanza in cui vivrebbe libero mi pare la migliore possibile,in questo modo acquisirà la necessaria capacità di volo che x questi uccelli è essenziale x sfuggire ai predatori,poi se lascerai la finestra aperta potra tornare a rifocillarsi nei primi giorni di libertà che saranno i piu pericolosi.Quindi direi che qualche possibilità può averla ,in confronto alle zero possibilità degli uccelli liberati direttamente aprendo la gabbia,come comunemente succede.

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 6 giugno 2019, 17:07

Grazie per le parole rassicuranti, sono consapevole dei rischi e delle poche possibilità che hanno in natura questi esserini.

Stasera vado a comprare il necessario per costruire la "zanzariera" con lo sportellino da mettere alla finestra per poterla lasciare aperta e far uscire finalmente Lino da quella gabbia.

Solo un'altra domanda: Lino cerca tantissimo l'acqua per farsi il bagno, io gli metto la ciotolina (in realtà è un sottovaso per le piante) con l'acqua che poi gli tolgo...una volta libero posso lasciargliela sul davanzale sempre? O c'è il rischio che si bagni anche la sera?

Rispondi