Voliere accorgimenti per la costruzione.

Tecniche e consigli su come costruire un nido, una mangiatoia,ecc
Rispondi
lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Voliere accorgimenti per la costruzione.

Messaggio da lancashire » 6 novembre 2007, 11:35

Voliera = La voliera è il posto ideale dove sistemare i canarini dopo la riproduzione effettuata in gabbie d'allevamento. È pacifico che la voliera più grande possibile, sarà la migliore. A questo punto presupponiamo la costruzione di una grande voliera in un giardino infissa per terra con quattro lati a giorno e tetto e verifichiamo conseguentemente le accortezze da prendere che saranno utili anche per ogni altro tipo di voliera.

Materiali occorrenti: telaio in ferro/alluminio (angolari in alluminio - tubi da idraulico) - rete robusta a prova di topi, faine, rapaci... elettrosaldata e zincata a maglie da 1 o max 2 cm (ATTENZIONE: la rete con maglia 2cmX2cm potrebbe permettere ad eventuali predattori / serpenti di catturare o ferire i volatili o ad un topo di entrare nella gabbia / voliera e cibarsi dei semi dei canarini con un notevole rischio di infezioni!) - tetto in plexiglas (possibilmente verde), lamiera zincata.

- Base = per impedire l'ingresso ad altri animali che possono scavare gallerie sotterranee, la rete deve essere interrata per almeno 30 cm. (è anche ideale scavare per circa 30 cm nel terreno, fissare la rete e fare una colata di cemento per fare partire la rete da questa profondità) inserire nel cemento dei quattro angoli la base del telaio della voliera; il terreno di base è preferibile che sia in leggera pendenza per permettere una più rapida e facile pulizia; se la base della voliera non fosse su piena terra, dovrebbe essere costruita in lamiera zincata di spessore da 1-2 mm in più tiretti scorrevoli e non in un unico pezzo, in modo che siano più pratici, leggeri e facili da manovrare.

- Telaio = in base ai risultati da raggiungere ed alla grandezza voluta, si possono utilizzare profilati in ferro, profilati in alluminio, tubi da idraulico, telaio degli scaffali metallici (ricordarsi che trattasi di ferro e quindi soggetto ad arrugginirsi), serre per piante (in comune commercio ed a basso costo). (Se usate il legno ricordarsi che la pulizia è più difficoltosa e che alcuni uccelli se lo mangiano! ed alcuni animali lo rosicchiano!) Per notizia, l'ultima voliera (sospesa) realizzata è di oltre 5 metri di lunghezza e larghezza 1 metro x 1 metro, non ho usato intelaiatura ma la rete 1 x 1 DEVE essere più che rigida; per l'auto sostentamento ho utilizzato il sistema a carrucole ma con 4 carrucole.

- Lati = saranno chiusi da una rete anti-topo (maglie fini); se possibile fare due strati di rete a distanza di qualche centimetro uno dall'altro, la distanza tra le due reti non permetterà ad eventuali gatti (o altri animali provvisti di artigli), di catturare i nostri volatili che spaventati e svolazzando incoordinatamente nella voliera possono essere catturati dagli abili "cacciatori" (al vostro ritorno trovereste solo un pò di piume). Ricordare che quando sarà terminata ci saranno problemi per provvedere ad eventuali manipolazioni all'interno della voliera e di inserire degli sportelli che siano abbastanza ampi per lavorarci ed abbastanza piccoli per non far fuggire gli uccelli, che saranno ben allenati al volo. Per costruire gli sportelli, si possono utilizzare profilati in alluminio ad L se ne devono preparare per ogni sportello due uno leggermente più piccolo dell'altro ed incernierati, in modo da fissare quello più grande alla rete e con l'altro creare l'effettivo sportello (se in alluminio si fissano con ribattini, se in ferro è possibile saldarli) per la chiusura possono essere usati chiavistelli o moschettoni; sarebbe utile per eventuali rimozioni nel caso di una grande voliera ricordarsi di creare una specie di doppia porta per evitare le fughe, utile quando ci si entra per effettuare le pulizie. Si ricorda che gli spifferi sono micidiali quindi deve essere predisposto su tre lati un sistema fisso di chiusura (plexiglas ed eventualmente polistirolo come coibentante, il quarto lato sarà provvisto di un telo di plastica che potrà essere arrotolato durante le belle giornate invernali e tirato su in caso di cattivo tempo (ogni altra soluzione per chiudere ed aprire i lati è possibile). P.S. se avete creato una voliera perfetta e chiudete perfettamente la stessa da tutti i quattro lati (con panelli antispifferi) i canarini potrebbero morire per soffocamento!

- Tetto = il tetto può essere costituito da una lastra di plexiglas. In base alla grandezza della voliera si può prevedere di lasciare una parte del tetto non protetto dal plexiglas per permettere ai volatili di prendersi tutta la pioggia che vogliono, ma in tale caso create una zona il più riparata e protetta possibile dove gli uccelli radunandosi possano crearsi un posticino "caldo"

- Allestimento = Sui lati della voliera, si possono piantare piante o siepi che oltre ad abbellire la struttura proteggerà ulteriormente i volatili dai venti e spaventi. Occorre·disporre nella voliera sempre mangiatoie e nidi supplementari, e che sino facilmente accessibili, assicurarsi che ci siano in tutta la voliera dei punti di ombra e di protezione. Per quanto riguarda eventuali piante da inserire nella voliera, ricordarsi che a causa della pochezza della varietà di alimentazione normalmente somministrata, qualsiasi pianta viene considerata dal volatile quale integrazione all'alimentazione ed in poco tempo mangerebbero le foglie fate riferimento all'apposita sezione piante velenose (altro caso è quello dell'inserimento di un intero albero all'interno della voliera, in questo caso occorre fare attenzione all'età ed alle dimensioni che potrebbe raggiungere l'albero che ad un certo punto sfonderebbe la voliera!) Si consiglia in ogni caso d'inserire all'interno al minimo dei rami con svariati rami secondari per posatoi .

ATTENZIONE, se costruite una mini voliera da balcone, dove tenere gli uccelli, o la comprate già bella e fatta (vi costa meno), potete usare uno scaffale metallico chiuso su tre lati con del plexiglas o altro materiale, rete metallica sul d'avanti e telo di plastica fissato nella parte alta della volerietta e con inchiodato in basso un bastone di legno che possa essere usato come saracinesca a protezione in nottate rigide o giornate piovose (nell'ultima versione realizzata, ho sostituito il bastone in legno con una serie di mollette da bucato in legno) .

Tratto da "Il dizionario dei canarini" Club italiano Canarino Lancashire.
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Ale1994
Messaggi: 137
Iscritto il: 7 maggio 2012, 7:46
Località: Cerveteri (RM)

Re: Voliere accorgimenti per la costruzione.

Messaggio da Ale1994 » 8 maggio 2012, 20:22

Ma per la voliera da balcone il tetto sempre in plexiglas?
Come fondo invece ? Perchè pulirlo non dev'essere semplice :\
E soprattutto ..fino a quale temperatura i canarini non hanno problemi in inverno ??
Ho un agata rosso mosaico, in una gabbietta che d'inverno sposto in casa per paura che il freddo possa ucciderlo ( questo è stato il suo primo inverno ) e che da marzo\aprile lascio in balcone ...

Ps. Grazie mille era proprio quello che cercavo !! :D [smilie=109.gif]
..ALESSANDRA..

enricoze
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 settembre 2019, 10:05

Re: Voliere accorgimenti per la costruzione.

Messaggio da enricoze » 27 settembre 2019, 10:15

Che materiali hai usato per costruirla e come ti sono durati nel tempo e allo scontro con gli agenti atmosferici? Sapresti darmi qualche dritta?

Rispondi