Caratteri genetici dell'Ondulato d'Australia

Il forum dove discutere di genetica negli uccelli e di tutte le sue problematiche...

Moderatore: Giulio G.

Rispondi
Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 8618
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Caratteri genetici dell'Ondulato d'Australia

Messaggio da Giulio G. » 2 gennaio 2008, 0:31

Non sò se ci sono tutti, considerata la continua evoluzione.

DOMINANTI:
Ala perlata
Ciuffo
Corpochiaro - tipo Easley
Faccia gialla
Pezzato dominante, a singolo fattore e a doppio fattore

RECESSIVI:
Ala chiara
Ala grigia
Diluito
Faccianera
Fulvo
Pezzato recessivo

SESSOLEGATI:
Ala merlettata
Albino
Ardesia (blu scuro)
Cannella
Corpo chiaro (tipo Texas)
Lutino
Opalino

Si accettano suggerimenti e correzioni. Grazie.
Ultima modifica di Giulio G. il 9 gennaio 2008, 23:03, modificato 2 volte in totale.
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
grivio7
Messaggi: 346
Iscritto il: 18 novembre 2007, 12:30
Località: Vicenza

Messaggio da grivio7 » 8 gennaio 2008, 15:30

Tutto corretto. Permettimi delle aggiunte:

sessolegati: ARDESIA (una nuova varietà di blu scuro) e CORPOCHIARO TIPO TEXAS

dominanti: CORPOCHIARO TIPO EASLEY

Personalmente non conosco queste mutazioni, le ho trovate in quello che definisco il miglior libro sugli ondulati reperibile in Italia. Si tratta di:

Melopsittacus Undulatus - criteri di giudizio
"l'ondulato di forma e posizione"
"l'ondulato di colore"

Si tratta di un libro curato dalla FOI insieme con la Commissione Tecnica Nazionale Ondulati/Psittacidi. Per anni ho cercato un libro approfondito sui criteri di giudizio e sulla selezione dell'ondulato ma quello che si trovava era veramente superficiale e di scarsa qualità, roba per principianti....
Se sei appassionato di questi volatili te lo consiglio di cuore, c'è tutto ma proprio tutto, e costa poco....
Ma se la mucca fa "mu" perchè il merlo non fa "me"? (Elio e le Storie Tese)

Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 8618
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Messaggio da Giulio G. » 8 gennaio 2008, 23:53

Molte grazie, Stefano.
Non sò nulla di Pappagalli o Cocorite, ho sempre tenuto solo canarini.
Ho un vecchio libro del prof. Menassè: Il Pappagallino Ondulato, Edizioni Encia, 1974 - seconda edizione. (Prima edizione 1965)
Tutte le foto e i disegni, ritraggono gli ondulati di taglia normale.
Sò cosa sono i "Criteri di Giudizio", non sapevo che li avessero scritti anche x gli Ondulati.
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

colisa
Messaggi: 34
Iscritto il: 23 giugno 2007, 11:46
Località: rovigo

Messaggio da colisa » 9 gennaio 2008, 15:40

Perdonatemi se vi disturbo con una domanda che forse a voi potrebbe sembrare stupida:
per ala chiara, grigia, perlata, merlettata cosa si intende?
Come viene definita un'ala bianca o gialla con le righe ondulate grigio chiaro?
Grazie! A
se tutto fosse più naturale...

grivio7
Messaggi: 346
Iscritto il: 18 novembre 2007, 12:30
Località: Vicenza

Messaggio da grivio7 » 10 gennaio 2008, 13:32

Sono mutazioni che interessano le ondulazioni, ovviamente sono diverse le une dalle altre. Descrivertele a parole è un pò complesso, l'ideale sarebbe che ti comprassi un manualetto illustrato, comunque proviamo...

ALA CHIARA: ondulazioni di colore grigio molto poco marcate

ALA GRIGIA: ondulazioni grigie anzichè nere

ALA MERLETTATA: ondulazioni brune molto leggere

ALA PERLATA: ondulazionigialle o bianche orlate di nero (o bruno per i cannella)

Non ho descritto nei dettagli, ti ho riportato quelle che sono le caratteristiche più evidenti per la distinzione di queste mutazioni.
Ma se la mucca fa "mu" perchè il merlo non fa "me"? (Elio e le Storie Tese)

colisa
Messaggi: 34
Iscritto il: 23 giugno 2007, 11:46
Località: rovigo

Messaggio da colisa » 10 gennaio 2008, 14:58

Hai ragione sul fatto che sarebbe meglio comprare un manualetto e infatti volevo chiedervi di consigliarmene se ne conoscete di validi e completi. Intanto grazie per la spiegazione!
A
se tutto fosse più naturale...

grivio7
Messaggi: 346
Iscritto il: 18 novembre 2007, 12:30
Località: Vicenza

Messaggio da grivio7 » 10 gennaio 2008, 15:24

Beh dipende da che tipo di manuale ti serve. Per esempio se vuoi conoscere in modo approfondito le mutazioni e i criteri di giudizio, oltre che la selezione, secondo me il migliore è quello che ho riportato all'inizio della discussione. Se preferisci un manuale di allevamento ce ne sono tanti, li trovi in ogni libreria, ma di veramente buoni e approfonditi non ne ho mai trovato, almeno tra quelli recenti. Anzi, se qualcuno ha qualche dritta da darmi gli sarei veramente grato! [smilie=041.gif]
Ma se la mucca fa "mu" perchè il merlo non fa "me"? (Elio e le Storie Tese)

Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 8618
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Messaggio da Giulio G. » 10 gennaio 2008, 19:03

Sulle Cocorite e/o i Pappagalli, si trovano parecchi libri in inglese.
Sono sempre stati poco allevati in Italia, fino ai primi anni "90" quando si è iniziata ad espandere la passione x gli psittacidi.
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

grivio7
Messaggi: 346
Iscritto il: 18 novembre 2007, 12:30
Località: Vicenza

Messaggio da grivio7 » 10 gennaio 2008, 19:25

Hai ragione purtroppo, però con il libro della FOI siamo proprio ad una svolta epocale, è fantastico! Ora speriamo che ne esca uno sull'allevamento pratico altrettanto ben fatto!
Ma se la mucca fa "mu" perchè il merlo non fa "me"? (Elio e le Storie Tese)

colisa
Messaggi: 34
Iscritto il: 23 giugno 2007, 11:46
Località: rovigo

Messaggio da colisa » 11 gennaio 2008, 19:38

Beh a dover ricorrere a libri in inglese sono abbastanza abituata... cmq grazie ancora!!! Ritornerò a disturbarvi presto! A
se tutto fosse più naturale...

gio_gio
Messaggi: 643
Iscritto il: 4 gennaio 2008, 21:40

Re:

Messaggio da gio_gio » 13 febbraio 2009, 1:32

grivio7 ha scritto:Melopsittacus Undulatus - criteri di giudizio
"l'ondulato di forma e posizione"
"l'ondulato di colore"

Penso proprio di acquistarlo.. mi sai mica dire.. l'ISBN? :D
[color=#FF0000][b]Dammi il tuo parere sulla mia volieretta costruita artigianalmente!!![/b][/color]
http://www.hobbyuccelli.it/community/forum/viewtopic.php?f=17&t=8851

Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 8618
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Re: Caratteri genetici dell'Ondulato d'Australia

Messaggio da Giulio G. » 8 febbraio 2010, 14:50

Lo devi richiedere alla segreteria della FOI. Lo spediscono x posta. www.foi.it
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

tiziana-85
Messaggi: 731
Iscritto il: 30 settembre 2009, 10:01
Località: segni-colleferro (roma)

Re: Caratteri genetici dell'Ondulato d'Australia

Messaggio da tiziana-85 » 19 febbraio 2010, 17:43

io sono andata avanti facendo esperimenti.. ed è uscito un po' di tutto!!
ormai sono quasi 40 cuccioli nella volieretta.. ho dovuto tenere il quaderno degli accoppiamenti edei "compleanni" ma ancora ruiescoa distinguerli..
xò sarebbe bello capirci qualcosa di +
... buona fortuna a tutti gli animali ....

Rispondi