Hobby Uccelli > Community > Forum >

Martin pescatore a mare

Il forum dove poter discutere delle abitudini, dell'allimentazione, della vita e della riproduzione degli uccelli in natura nel loro habitat naturale.

Martin pescatore a mare

Messaggioda Gianluca77 » 29 dicembre 2016, 17:44

Salve a tutti. Mi è sempre piaciuto osservare la natura e documentarmi sulla flora e la fauna della mia Sicilia. Mi chiamo Gianluca, ho 41 anni quasi compiuti, e vivo a Palermo. Mi sono iscritto adesso poiché ho alcune curiosità da chiedervi rispetto ad una cosa che mi è capitata l'altro giorno. Mentre passeggiavo a mare (zona Sferracavallo, vicino Palermo) ho notato un bellissimo uccello dai colori sgargianti che volava velocemente e si posava su uno scoglio, vicinissimo al mare. Lo ho fotografato e mi è sembrato un martin pescatore. Ho avuto la conferma confrontando i colori dell'uccello che ho fotografato, una volta zoommato, con quelle delle svariate immagini che ho trovato su internet. L'uccello infatti in questione, almeno nei miei incontri, è apparso sempre molto schivo. Fin dall'inizio sono stato convinto che fosse un martin pescatore e penso proprio che sia lui al 99%. Mi era già successo che, in posti di mare della mia Sicilia (Trappeto, Castellammare del Golfo, Lascari) avevo avuto degli incontri con questi uccelli. Erano tutti dei martin pescatore. La mia curiosità, il fatto che scrivo qui, nasce dal fatto che, fin da piccolo, mi è stato insegnato e letto che questo uccello abita luoghi vicino ad acque limpide di fiumi, ruscelli, laghi. Acque dolci insomma. Il fatto strano è che ho spessissimo incontrato questi uccelli vicino al mare e, paradossalmente e raramente, poche volte vicino le acque dolci. Su internet ho trovato ben poco in merito.Da premettere che in Sicilia è più l'acqua salata che l'acqua dolce. Fiumi e laghi sono piuttosto rari mentre il mare è onnipresente. La mie domande, rivolte ai più esperti, sono: può essere che il martin pescatore, almeno in Sicilia, si sia adattato a determinati ambienti? Può essere che si stia adattando ad ambienti marini e stia in un certo senso anche modificando la sua dieta, cacciando pesci di acqua salata? O forse è sempre stato così, e forse non lo sapevo io, e a volte il martin pescatore può trovarsi anche in ambienti di acqua salata marina? So che il sale può essere dannoso per il piumaggio di certi uccelli e rischia addirittura di comprometterne il volo. Le ipotesi che ho fatto sono: il martin pescatore siciliano si è adattato al mare anche perché gli offre sicuramente più cibo, visto che laghi e fumi, poco presenti qui nell'Isola, sono comunque stati stravolti dall'edilizia e dalla mano dell'uomo negli ultimi decenni. Non lo ho mai visto tuffarsi dentro il mare (e non so se lo può fare visto l'acqua salata) ma può forse trovare cibo nelle pozze che si formano tra le scogliere (ad esempio granchiolini, piccolipesci rimasti lì dopo le mareggiate o gamberetti del tipo Palaemon elegans). La sua tecnica di caccia glielo permette? Riesce a procurarsi il cibo non tuffandosi per forza? Magari zampettando nell'acqua bassa e catturando piccoli pesci e crostacei? Grazie per le future risposte.
Gianluca77
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 29 dicembre 2016, 17:01

Re: Martin pescatore a mare

Messaggioda Giampiero » 29 dicembre 2016, 21:05

Ciao Gianluca .
Il Martin pescatore non nidifica in Sicilia . È presente solo come svernante .
Questo uccello nidifica lungo i corsi d'acqua a lento scorrimento e soprattutto limpida in quanto individua le sue prede mediante la vista .
Nel periodo riproduttivo la sua alimentazione e più selettiva , in inverno , per necessità , come buona parte degli uccelli , lo spettro alimentare diviene più ampio .
Le popolazioni che vivono nelle regioni più fredde , dove in inverno la superficie dell'acqua rimane a lungo ghiacciata , si spostano nelle zone costiere (Sicilia compresa) .
Tutti gli uccelli dispongono di una ghiandola (uropigio) che secerne una sostanza oleosa con la quale riescono ad impermeabilizzare le penne . L ' uropigio è più sviluppato nelle specie acquatiche.
Giampiero
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Martin pescatore a mare

Messaggioda Gianluca77 » 1 gennaio 2017, 8:26

Grazie Giampiero, non sapevo che l'uccello in questione non nidificasse in Sicilia. Sulla ghiandola che garantisce l'impermiabilità del piumaggio sapevo già, ma sarei curioso di sapere, da un esperto come te, se un uccello tipico delle acque dolci può sfruttare questo meccanismo anche per l'acqua salata. Non rimane forse un minimo di sale tra le piume? Può essere compromettente per il volo?
Gianluca77
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 29 dicembre 2016, 17:01

Re: Martin pescatore a mare

Messaggioda Giampiero » 2 gennaio 2017, 11:30

Personalmente non ho mai visto un Alcione tuffarsi in mare . Non posso affermare con sicurezza se o quanto l'acqua salmastra sia tollerata .
Altre si , non si è mai visto questo uccello cibarsi direttamente al suolo ; come i rondoni (o quasi), le sue zampe sono corte e atte ad aggrapparsi , non a camminare o a saltellare .
Avrai sicuramente notato che l'animale , se non è in volo , è sempre appoggiato sulla vegetazione o su una sporgenza sulla superficie dell'acqua. Dal posatoio individua le prede prima di tuffarsi . Non ha tecniche di caccia alternative !
Se elegge zone costiere per svernanre , si può dedurre che l'acqua di mare , forse per periodi limitati, sia ben tollerata .
Giampiero
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24


Torna a Uccelli Selvatici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite