Merlo autoctono

Il forum dove poter discutere delle abitudini, dell'allimentazione, della vita e della riproduzione degli uccelli in natura nel loro habitat naturale.

Moderatore: Giampiero

Rispondi
Alceste
Messaggi: 3
Iscritto il: 30 agosto 2017, 13:18

Merlo autoctono

Messaggio da Alceste » 30 agosto 2017, 13:35

Buongiorno,sono un nuovo iscritto.
Anni fa raccolsi tra le grinfie dei miei gatti un merlo maschio giovanissimo (capimmo dopo fosse maschio dai canti che ci regalava nelle mattine di primavera),ferito da un artiglio del felino.
L'abbiamo accudito e sfamato ed ormai vive con noi.
Abbiamo tentato di reintrodurlo in natura ma,la prima volta è ritornato dopo un giorno affamato ed assetato,la seconda dopo mezza giornata,la terza ha fatto un volo ed è ritornato,la quarta non voleva lasciare la mano.
Sono tre anni che vive con noi,ha la sua gabbietta (ho molti gatti e potrebbe venir sbranato),viene pulito regolarmente e quotidianamente sfamato.
Fa regolarmente il suo bagnetto,le unghie ed il becco vengono regolate in modo opportuno.
Mangia il "Pastoncino per merli",mezza mela o mezza pera e tre foglie di insalata romana,all'acqua vengono aggiunte saltuariamente le vitamine.
Da qualche mese alcune penne sono diventate bianche e non capiamo il perchè.
E' vispo e vivace.
In allegato foto del merlo,il suo nome è Ciccy (non si sapeva se fosse maschio o femmina).
Cordiali saluti
Allegati
C2.JPG
C1.JPG

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1678
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Merlo autoctono

Messaggio da Giampiero » 30 agosto 2017, 16:09

L'acianismo non è raro nei Merli ma di solito si manifesta dopo la muta post giovanile ; che si manifesti dopo 3 anni è alquanto strano .
Vorrei capire : Le penne bianche sono sorte in seguito alla muta o sono le penne vecchie che hanno perso l'eumelanina ?

Non ho potuto fare a meno di notare che il tuo animaletto ha il piumaggio un po scomposto ; si notano bene le primarie abrase in modo anomalo .
Fai trattamento anti parassitario ?

In merito all'alimentazione :
Va bene quello che fornisci , ma tieni presente che dalla primavera alla fine dell'estate (fino alla conclusione della muta) i merli si nutrono di invertebrati che trovano razzolando il terreno e altri insetti .
Che il fenomeno delle penne bianche non sia dovuto ad uno scompenso alimentare ? Difficile da dirsi . Magari con un po di ragionamento ...

Alceste
Messaggi: 3
Iscritto il: 30 agosto 2017, 13:18

Re: Merlo autoctono

Messaggio da Alceste » 30 agosto 2017, 20:11

Buonasera Giampiero,le penne scomposte è perchè a volte si agita parecchio,perdendone anche,nella gabbia quando lo prendiamo (sembra un pazzo e,pur conoscendoci,a volte ci becca).
Ha avuto dei parassiti ma li abbiamo debellati con una goccia di Frontline come ci ha raccomandato il veterinario.
Tra l'altro non capisco come li abbia presi,viene appeso in giardino sotto un bersò di rose ed un enorme tiglio (sempre all'ombra),ovviamente in inverno sta in casa e,gatti permettendo,fa dei voli per i locali poichè la casa è grande.
Ci sono giorni che mi becchetta la guancia e giorni che invece mi becca veramente,è un po' bislacco,forse la cattività lo ha reso ................ beffardo ! :lol:
Ad ogni modo non ne vuole sapere di essere liberato,nella mano non spicca il volo o,se lo fa,torna subito indietro dopo pochi secondi.
Credo non sia capace di procurarsi del cibo,insetti neanche a parlarne,li rifiuta.
Grazie Giampiero,mi hai tolto un peso poichè pensavo potesse avere chissà cosa.
Un'ultima domanda : poichè vive in casa d'inverno,mangia regolarmente,viene curato quando non sta bene,quanto sarà
longevo ? E' veramente un simpatico,i suoi canti in primavera allietano lo spirito,gli si perdona anche di essere un sudicione.
Cordiali saluti :)

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1678
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Merlo autoctono

Messaggio da Giampiero » 31 agosto 2017, 2:03

Non è un caso che le attenzioni parentali proseguano per diverso tempo dopo l'involo .
Diversi aspetti caratteriali vengono acquisti dai giovani uccelli seguendo ed imitando i parenti e i propri simili .
Il comportamento del tuo simpatico animaletto rispecchia del tutto l'imprinting che ha ricevuto .
Alceste ha scritto:le penne scomposte è perchè a volte si agita parecchio,perdendone anche,nella gabbia quando lo prendiamo (sembra un pazzo e,pur conoscendoci,a volte ci becca).
Mi pare palese che le penne bianche sorgono in seguito alla perdita delle vecchie .
Pensando alla sindrome della vitiligine ... non è poi così strano che il fenomeno si sia manifestato dopo 3 anni .
Nulla di preoccupante , anzi .
Alceste ha scritto: Ha avuto dei parassiti ma li abbiamo debellati con una goccia di Frontline come ci ha raccomandato il veterinario.
Il trattamento antiparassitario è importante .
Non mancare di applicarlo periodicamente .

Dovresti prendere in considerazione l'idea di dargli una sistemazione più adeguata : in buone condizioni di cattività i merli possono superare la quindicina d'anni .
È un bel esemplare ... una gabbia da canarini non gli rende grazia :wink:

Alceste
Messaggi: 3
Iscritto il: 30 agosto 2017, 13:18

Re: Merlo autoctono

Messaggio da Alceste » 31 agosto 2017, 11:19

Grazie Giampiero per i consigli.
Gli comprerò una gabbia più grande,che dimensioni occorrono ?
Puoi darmi una "dritta" ?
A volte mi è stato detto che occorre una gabbia in legno,è possibile ?
Cordiali saluti [smilie=041.gif]

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1678
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Merlo autoctono

Messaggio da Giampiero » 31 agosto 2017, 19:08

Non sono così ferrato in termini di allevamento e cattività .
Potresti postare la domanda nella sezione dedicata a gabbie ed attrezzature ; qualcuno più esperto potrà consigliarti al meglio .

Rispondi