Scrivere di uccelli!!! Aiuto!!!

Il forum di discussione sulle attrezzature da utilizzare nell'allevamento e nella cura degli uccelli da gabbia e voliera in modo da garantire i giusti spazi e confort.

Moderatore: Giulio G.

Rispondi
Scrittrice
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 dicembre 2013, 15:28

Scrivere di uccelli!!! Aiuto!!!

Messaggio da Scrittrice »

Salve a tutti! Ho pensato di iscrivermi a questo preparatissimo forum ornitologico per porvi delle domande essenziali sullo stile di vita di alcuni uccelli che sono i protagonisti del mio nuovo romanzo.
Ho deciso di trattare una storia in cui si parla di un uovo, un uovo di corvo, uno di quelli che per antonomasia trovi nei cimiteri con quel fascino un po' old west... la trama è ambientata nel 700 e racconta appunto la storia di un uovo trovato per caso da un lavoratore di conceria che deciderà di allevarlo.
L'animale lo segue osservando con i suoi occhi tutta la vita dell'uomo ma... ho bisogno ci consigli pratici sull'allevamento di questi uccelli!
Come potrebbe, il protagonista, covare o comunque disporre di mezzi per far nascere l'uovo?
Come potrebbe provvedere alla sua alimentazione e alla pratica del volo?
Per favore scrivetemi in tanti!!!
Non datemi risposte in stile gabbianella e il gatto vi prego, è un lavoro che sto vagliando alla massima realisticità e precisione

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
ramsete
Messaggi: 1791
Iscritto il: 2 giugno 2010, 17:33

Re: Scrivere di uccelli!!! Aiuto!!!

Messaggio da ramsete »

Bell idea complimenti !!! di corvi non ne so niente ma sicuramente qualcuno ti potra' aiutare sperando che sia solo 1 storia da scrivere hhahahah
charles4ever
Messaggi: 412
Iscritto il: 12 novembre 2011, 6:30

Re: Scrivere di uccelli!!! Aiuto!!!

Messaggio da charles4ever »

Potrebbe far covare l'uovo da una gallina francese già con le sue uova (tali galline covano di tutto), poi potrebbe alimentare il piccolo dopo la schiusa con una pappa cotta e lasciata raffreddare un po' (tipo minestrone) con aggiunta di carne e insetti (assolutamente vietato il latte, indigeribile per un uccello). Siccome il neonato ha un estremo bisogno di calore fino alle tre settimane di vita, lo dovrebbe poi portare sempre con sé in una specie di marsupio a contatto col suo corpo, pulendolo spesso (tutti i neonati hanno questa necessità...), oppure tenerlo in un cesto vicino ad una stufa. Data l'epoca, queste erano le tecnologie disponibili. Poi, per il fatto che i corvidi subiscono fortemente l'imprinting umano e sono di un'intelligenza mostruosa (ho avuto gazze e cornacchie), non sarà difficile fargli scuola su qualunque argomento, con tutta probabilità il corvo parlerà pure (frasi semplici ma chiare e significative), come la maggior parte dei suoi simili in cattività.
E' molto dura ma si potrebbe, in teoria, anche fare, con qualche probabilità di successo. Buona idea!

Charles.
Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 9297
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31

Re: Scrivere di uccelli!!! Aiuto!!!

Messaggio da Giulio G. »

Tieni presente che i corvi non nidificano in pianura e fanno i nidi in luoghi inaccessibili. Rocce a strapiombo o alberi molto alti.
Vai in biblioteca e leggiti "L'anello di Rè Salomone" di Konrad Lorenz.
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.
charles4ever
Messaggi: 412
Iscritto il: 12 novembre 2011, 6:30

Re: Scrivere di uccelli!!! Aiuto!!!

Messaggio da charles4ever »

Vorrei aggiungere che tutti i corvidi possiedono doti psichiche molto avanzate, ed è necessario anche, per la corretta crescita del pullus un buon rapporto. Bisogna parlare col piccolo, accarezzarlo, pulirlo dai suoi bisogni, nutrirlo. Per nutrirlo bisogna iniziare con uno stecco (fino a che non ha gli occhi aperti) col quale raccogliere un po' di pappa ed introdurgliela nel becco che terrà aperto, quando è molto piccolo va nutrito spesso, controllando il gozzo. Quando è vuoto, giù pappa. Quando cresce, si può nutrire passandogli il cibo direttamente dalla bocca, o si può continuare con lo stecco, diradando la frequenza. Se il pullus riesce a mettere le penne delle ali e della coda ed è in salute, quasi certamente ce la farà a diventare adulto (alla nascita ha gli occhi chiusi ed è coperto di un rado piumino).
Ovviamente, data l'intelligenza, l'imprinting verso l'umano che lo accudisce sarà fortissimo. In natura i corvidi mantengono buone relazioni con i genitori anche dopo che sono cresciuti e si sono formati una famiglia propria.
Hanno doti analitiche e sintetiche, cosa che ha portato gli studiosi ad occuparsi del cervello dei corvidi e vengono scoperte di continuo particolari loro abilità e capacità elaborative.

Charles
Rispondi