Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Forum dedicato all'alimentazione degli uccelli da gabbia e voliera. Puoi chiedere consigli in merito alla miscela di semi da fornire, sul pastoncino, sulle vtamine, ecc.
Rispondi
lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 16 febbraio 2008, 14:33

IL PASTONCINO AL COUS COUS

Il Cous cous è una semola di grano duro lavorata a vapore sino a formare dei piccoli granelli che sono poi essiccati. Questo derivato del grano è alla base di molti piatti tradizionali dei paesi nordafricani ed è utilizzato in numerose varianti.
PREPARAZIONE BASE: (per gli umani) in commercio si trova il cous cous precotto; basta aggiungere al prodotto la pari quantità di acqua bollente salata con un cucchiaio di olio e lasciar riposare per 5 minuti (per esempio 1 bicchiere di cous cous con un bicchiere di acqua; un bicchiere di cous cous corrisponde a circa 200 gr di prodotto). Una volta cotto il cous cous deve essere ben sgranato con una forchetta per evitare che si formino grumi.

ATTENZIONE il cous cous non va cotto e reidratato aumenta di circa 3 4 volte il volume iniziale!

Alcuni allevatori somministrano il cous cous secco direttamente in vaschetta così come altri somministrano la farina di mais!

Immagine

Pastoncino al Cous Cous = la ricetta base per la preparazione del cous cous molto gradita dai canarini è la seguente:
Ingredenti:
n. 2 dita di cous cous in un bicchiere o barattolo di vetro (farina di semola di grano precotta al vapore)
grammi quanto basta di latte HD (senza il lattosio indigeribile per i canarini) o acqua o mezza acqua e mezzo latte o lte di soia
n. 1 uovo
n. 1 punta di cucchiaino di miele millefiori.
Preparazione:
Metti in un pentolino con dell'acqua l'uovo a bollire almeno 16 minuti dal momento in cui l'acqua bolle.
Metti in un barattolo in vetro, il cous cous e coprilo APPENA di liquido e mescola con il manico di un cucchiaio,
Continua a mescolare ogni tanto il cous cous per non farlo rapprendere ed "appiccicare".
Dopo i 16 minuti di bollitura togli l'uovo sodo e rompilo a metà per liberare il tuorlo.
Aggiungi il tuorlo al cous cous e continua a mescolare per distribuire uniformemente il tuorlo d'uovo che si polverizzerà e sarà assorbito dai singoli chicci di couscous.
Se lo reputate necessario aggiungere la punta di cucchiaino di miele quale conservante o per migliore appetibilità dello stesso considerando che il miele produce dissenteria.
Per quanto riguarda la densità o l'ottenere un prodotto "sgranato" puoi aumentare o diminuire i liquidi.
Ugualmente puoi aumentare o diminuire le quantità di proteine aumentando o diminuendo il numero delle uova.
Dose: quanto necessita in base ai giorni dalla nascita ed in quantità tale che possa essere terminata nel giro di 4 ore, per tempi più lunghi occorre considerare la deperibilità dell'uovo sodo che dopo circa 4 ore avrà una alta carica batterica.

Conservare il residuo in frigo in un barattolo con coperchio a chiusura ermetica.

Attenzione, controllate la quantità di parte bianca nelle feci dei genitori.

La preparazione può essere integrata con altri elementi a scelta del preparatore!

Io personalmente utilizzo latte HD (in inglese o AD (in italiano) = Alta Digeribilità, senza lattosio e non aggiungo i semi ammollati, preparo cous cous quasi coperto dal latte freddo e metto a bollire l'uovo, nel frattempo dò un paio di girate, quando l'uovo è cotto controllo il cous cous e se ho sbagliato proporzioni o aggiungo cous cous o il latte, ci metto dentro il tuorlo d'uovo e mescolo con il manico di un cucciaio, quando è pronto aggiungo un pò di miele; in base alla quantità da preparare o lo realizzo in un bicchiere o in un barattolo. (il miele lo aggiungo alla fine in quanto credo che se aggiunto prima l'uovo sarebbe assorbito di meno dal cous cous.) preferisco realizzare il pastoncino sgranato!

Nel caso che il cous cous venisse congelato, si raccomanda di usare un barattolo di vetro piccolo e ben chiuso (meno aria resta nel vasetto meglio è) quando occorre se ne può prendere la parte da utilizzare con un cucchiaino ... normalmente resta "sgranato" anche congelato e per scongelarlo in meno di 5 minuti, mettere il cous cous in un bicchierino da caffè di carta, aprire il rubinetto dell'acqua calda riempirci un bicchiere; far cadere un po di acqua calda nel bicchierino da caffè con il cous cous, scolare al volo il bicchierino con il cous cous, dargli una mescolatina, appoggiare il bicchierino nel bicchiere con l'acqua calda, (non si riempie d'acqua) coprire i due bicchieri con un mestolo, dopo qualche minuto è pronto basta dargli un'altra mescolata!

La sequenza fotografica di cui appresso mostra la preparazione con latte AD!!! potete controllare i tempi di preparazione sulle foto.
Pastoncino al Cous Cous = la ricetta base per la preparazione del cous cous molto gradita dai canarini è la seguente:
Ingredenti:
n. 2 dita di cous cous in un bicchiere o barattolo di vetro (farina di semola di grano precotta al vapore)
grammi quanto basta di latte HD (senza il lattosio indigeribile per i canarini) o acqua o mezza acqua e mezzo latte o latte di soia
n. 1 uovo
n. 1 punta di cucchiaino di miele millefiori.
Preparazione:
Metti in un pentolino con dell'acqua l'uovo a bollire almeno 16 minuti dal momento in cui l'acqua bolle.
Metti in un barattolo in vetro, il cous cous e coprilo APPENA di liquido e mescola con il manico di un cucchiaio,
Continua a mescolare ogni tanto il cous cous per non farlo rapprendere ed "appiccicare".
Dopo i 16 minuti di bollitura togli l'uovo sodo e rompilo a metà per liberare il tuorlo.
Aggiungi il tuorlo al cous cous e continua a mescolare per distribuire uniformemente il tuorlo d'uovo che si polverizzerà e sarà assorbito dai singoli chicci di couscous.
Se lo reputate necessario aggiungere la punta di cucchiaino di miele quale conservante o per migliore appetibilità dello stesso considerando che il miele produce dissenteria.
Per quanto riguarda la densità o l'ottenere un prodotto "sgranato" puoi aumentare o diminuire i liquidi.
Ugualmente puoi aumentare o diminuire le quantità di proteine aumentando o diminuendo il numero delle uova.
Dose: quanto necessita in base ai giorni dalla nascita ed in quantità tale che possa essere terminata nel giro di 4 ore, per tempi più lunghi occorre considerare la deperibilità dell'uovo sodo che dopo circa 4 ore avrà una alta carica batterica.
L'albume dell'uovo (parte bianca) con tutto il guscio lo servo (un ottavo per coppia) in un portauovo a parte.

Conservare il residuo in frigo in un barattolo con coperchio a chiusura ermetica.

Attenzione, controllate la quantità di parte bianca nelle feci dei genitori.

La preparazione può essere integrata con altri elementi a scelta del preparatore!

Io personalmente utilizzo latte HD (in inglese o AD (in italiano) = Alta Digeribilità, senza lattosio e non aggiungo i semi ammollati, preparo cous cous quasi coperto dal latte freddo e metto a bollire l'uovo, nel frattempo dò un paio di girate, quando l'uovo è cotto controllo il cous cous e se ho sbagliato proporzioni o aggiungo cous cous o il latte, ci metto dentro il tuorlo d'uovo e mescolo con il manico di un cucciaio, quando è pronto aggiungo un pò di miele; in base alla quantità da preparare o lo realizzo in un bicchiere o in un barattolo. (il miele lo aggiungo alla fine in quanto credo che se aggiunto prima l'uovo sarebbe assorbito di meno dal cous cous.) preferisco realizzare il pastoncino sgranato!

Nel caso che il cous cous venisse congelato, si raccomanda di usare un barattolo di vetro piccolo e ben chiuso (meno aria resta nel vasetto meglio è) quando occorre se ne può prendere la parte da utilizzare con un cucchiaino ... normalmente resta "sgranato" anche congelato e per scongelarlo in meno di 5 minuti, meettere il cous cous in un bicchierino da caffè di carta, aprire il rubinetto dell'acqua calda riempirci un bicchiere; far cadere un po di acqua calda nel bicchierino da caffè con il cous cous, scolare al volo il bicchierino con il cous cous, dargli una mescolatina, appoggiare il bicchierino nel bicchiere con l'acqua calda, (non si riempie d'acqua) coprire i due bicchieri con un mestolo, dopo qualche minuto è pronto basta dargli un'altra mescolata!

La sequenza fotografica di cui appresso mostra la sequenza di preparazione con latte AD!!! potete controllare i tempi di preparazione sulle foto.

Immagine00 Metti in una pentola l'uovo da assodare.

Immagine01 Metti in un barattolo in vetro il cous cous.

Immagine02 Quantità due dita di cous cous.

Immagine03 Aggiungere il latte Alta Digeribilità.

Immagine04 In quantità da coprire APPENA il couscous

Immagine05 Mescolare di tanto in tanto il couscous.

Immagine06 L'acqua inizia a bollire (conta da questo momento i 16 minuti).

Immagine07 Mescolare per evitare raggrumi.

Immagine08 Mescolare di tanto in tanto il couscous.

Immagine09 Scolare l'uovo ai 16 minuti.

Immagine10 Rompere l'uovo a metà per liberare il tuorlo. (velocemente e senza bruciarvi!)

Immagine11 Inserire il tuorlo assodato nel cous cous.

Immagine12 Mescolare il tuorlo con il cous cous.

Immagine13 Finire di mescolare per far "assorbire" il tuorlo.

Immagine14 Cous cous quantità finale del pastoncino. (l'aumento del volume complessivo è notevole)

Immagine15 Miele facoltativamente da aggiungere.

Immagine16 Quantita di miele da aggiungere se necessario.

Immagine17 Inserimento del miele nel pastoncino.

Immagine18 Pulizia dei residui del miele dal cucchiaino.

Immagine19 Ultima mescolata del pastoncino.

Immagine20 Pastoncino al Cous Cous pronto da servire! (A questo link potrete vedere la stessa immagine ingrandita per meglio verificare la consistenza finale del pastoncino http://www.rione.it/canarini/lancashire ... uscous.JPG )

Tratto dalla sezione Alimentazione del Club Italiano Canarino Lancashire
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Albatro
Messaggi: 599
Iscritto il: 8 gennaio 2006, 20:16

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Albatro » 16 febbraio 2008, 17:28

Bravissimo Lino...hai aperto la nuova scuola di cucina ornitologica...ancora comnplimenti per la delucidazione!! [smilie=041.gif]

Poepila
Messaggi: 3952
Iscritto il: 26 marzo 2005, 18:30
Località: Capua (CE) ex Cologno al Serio (BG)
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Poepila » 16 febbraio 2008, 18:21

:) :)

Lino io non uso il prodotto da te Indicato, però credo di aver letto un po
sul prodotto. Mi dovresti dare ulteriori notizie, tu che lo USI:-
Usando l' acqua il prodotto finale , di quanta acqua e composto?
Penso molta, in breve e come un lavaggio, le proteine e vitamine
scendono.
Poi scrivi che si può mettere il prodotto anche nel frigo, ma anche
congelato. Io parlo solo inerente al prodotto cous cous, non quello
che metti al suo interno alla fine .
Perchè penso (sempre secondo un mio punto di vista) che qualche
alterazione il prodotto potrebbe avere, con l' aggiunta di UOVO. MIELE
LATTE ecc.
Sai bene come arriva la salmonellosi con l' uovo. Tolto il prodotto dal frigo
ho dal congelatore, deve avere il tempo , che il prodotto sia a temperatura
NATURALE, per potere dare hai soggetti? In questo caso quanto tempo passa,
prima della somministrazione del prodotto?
Poi il prodotto messo nel frigo ho congelatore assume altra acqua, e penso
che ancora in questo caso altra alterazione del prodotto.
Lino ti ripeto IO non uso questo prodotto, e mai ho usato un prodotto tolto
dal frigo e poi messo a disposizione dei soggetti. Perché un prodotto tolto
dal frigo in base al quantitativo ho volume penso che un po di tempo passi,
prima che al suo interno, arrivi la temperatura ambiente, ma arriverà (SPERO
DI SBAGLIARE ) altro che proteine.
Grazie per ulteriori informazioni.

:wink: :wink:
[b][color=#FF0000]Io sono resterò un misero allevatore..(sono gli
altri i veri allevatori[/color][/b]
[b]OCCHIO al Lupo cattivo dal nome ALLEVATORE[/b]

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 16 febbraio 2008, 19:00

Poepila ha scritto::) :)

Lino io non uso il prodotto da te Indicato, però credo di aver letto un po
sul prodotto. Mi dovresti dare ulteriori notizie, tu che lo USI:-
Usando l' acqua il prodotto finale , di quanta acqua e composto?
Penso molta, in breve e come un lavaggio, le proteine e vitamine
scendono.
Ciao Eliseo, Premesso che i miei avendo a disposizione altri alimenti si fanno il giro e poi imbeccano, NON LO SO so solo che tra prodotti commerciali, pastoncino uovo e biscotto, e pastoncino al cous cous, i risultati sono lampanti anche Tex molto scettico dopo una sperimentazione di una decina di giorni ha abbandonato ogni altro pastoncino passando al cous cous. ma ripeto è molto strano in quanto la percentuale di proteine effettive è abbastanza basso! (l'invenzione del cous cous non è mia!) ma funziona!
Poepila ha scritto: Poi scrivi che si può mettere il prodotto anche nel frigo, ma anche
congelato. Io parlo solo inerente al prodotto cous cous, non quello
che metti al suo interno alla fine .
Perchè penso (sempre secondo un mio punto di vista) che qualche
alterazione il prodotto potrebbe avere, con l' aggiunta di UOVO. MIELE
LATTE ecc.
Sai bene come arriva la salmonellosi con l' uovo. Tolto il prodotto dal frigo
ho dal congelatore, deve avere il tempo , che il prodotto sia a temperatura
NATURALE, per potere dare hai soggetti? In questo caso quanto tempo passa,
prima della somministrazione del prodotto?
Tra un prodotto commerciale con alti dubbi di scadenza (normalmente qualsivoglia tipo di pastoncino se non ci aggiungono potenti conservanti dovrebbero avere una scadenza ravvicinata!) il congelamento (fatto decentemente) a mio parere blocca ogni tipologia di deperimento e sempre a mio modesto parere rinviene in piccole quantità entro 5 minuti ma restando FRESCO diminuisce per un periodo + lungo la deperibilità (SONO MIE PERSONALISSIME CONSIDERAZIONI) in quantità maggiori inizia lo scongelamento esterno e internamente resta congelato per un pò di tempo in più - normalmente per fare imbeccare con il pastoncino alle 5 di mattina lo metto congelato nel portapastoncino la sera tardi (lo congelo dentro le vaschette di plastica con cui vendono le uova) e la mattina quando mi sveglio lo cambio e lo inserisco congelato! (QUESTO NON LO CONSIGLIO, lo faccio sulla pelle dei miei canarini) credo che nella procedura d'imbecco i genitori lo riscaldino [smilie=041.gif] quindi la situazione s'inverte, posso allungare i tempi di rinnovo del pastoncino (personalmente credo che fino a 6 ore tra un cambio e l'altro possa passare) anche se lo cambio normalmente alle 4 ore. In ogni caso dipende da come si prepara il cous cous, se "sgranato" ci mette poco a scongelarsi, se compattato ci mette molto di più specialmente la parte interna.
Poepila ha scritto: Poi il prodotto messo nel frigo ho congelatore assume altra acqua, e penso
che ancora in questo caso altra alterazione del prodotto.
Lino ti ripeto IO non uso questo prodotto, e mai ho usato un prodotto tolto
dal frigo e poi messo a disposizione dei soggetti. Perché un prodotto tolto
dal frigo in base al quantitativo ho volume penso che un po di tempo passi,
prima che al suo interno, arrivi la temperatura ambiente, ma arriverà (SPERO
DI SBAGLIARE ) altro che proteine.
Per la temperatura ambiente ho gia scritto sopra.
Il discorso congelamento e assorbimento di acqua, il tuo ragionamento è valido se l'alimento da congelare resta all'aria per questo scrivevo di utilizzare dei barattoli a chiusura ermetica i più piccoli possibili rispetto alla quantità da conservare, l'umidità contenuta nell'aria del barattolo è pochissima e quindi niente acqua aggiunta! per questo motivo quando vado a prendere la quantità che mi occorre, procedo all'operazione velocemente. In questo modo quasi nessuna aggiunta di acqua nel congelamento tanto è vero che riesco a prelevarlo con un cucchiaio come se fosse una pastina da dentro una bustina [smilie=041.gif]
Poepila ha scritto: Grazie per ulteriori informazioni.

:wink: :wink:
Dovere. (Scusatemi ma andavo di corsa)
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

gianpyx
Messaggi: 2
Iscritto il: 5 gennaio 2007, 15:46
Località: marsico nuovo

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da gianpyx » 6 marzo 2008, 15:10

ciao, io ho usato la ricetta ma i miei canarini non ne hanno voluto sapere.
salve mi sono da poco avvicinato al ondo dell'ornitologia,una passione trasmessa da mio padre,e cerco di migliore sempre nella cura dei canarini se qualcuno mi vorrà dare una mano ne sarò lieto

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 6 marzo 2008, 17:06

gianpyx ha scritto:ciao, io ho usato la ricetta ma i miei canarini non ne hanno voluto sapere.
Si ma tu prima, glielo hai detto che era un menu da gourmet?
... è pacifico che tra il primo ed il terzo giorno di somministrazione lo iniziano a mangiare (salvo che gli avessi preparato una cosa ignobile) [smilie=041.gif]
Come ogni nuovo alimento introdotto (se i canarini non fossero abituati a varietà) occorre un periodo più o meno lungo di accettazione, per questo si consiglia di iniziare da un mese prima deglla deposizione a far assaggiare ai canarini il pastoncino con cui alimenteranno i piccoli anche per verificarne il gradimento.
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

Jolly1971
Messaggi: 138
Iscritto il: 27 ottobre 2007, 16:25
Località: Santa Maria del Cedro (CS)

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Jolly1971 » 6 marzo 2008, 23:18

Anche io ho seguito questa ricetta e devo dire che i miei canarini non sono rimasti entusiasti ma comunque lo hanno mangiato tutto, però volevo chiedere una cosa, io ho soltanto una coppia e quindi non ne consumo molto, quello che resta lo conservo in frigo ma non congelato, a questo punto volevo sapere per quanto tempo posso conservarlo in frigo?
Pino

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 7 marzo 2008, 12:31

Jolly1971 ha scritto:.. io ho soltanto una coppia e quindi non ne consumo molto, quello che resta lo conservo in frigo ma non congelato, a questo punto volevo sapere per quanto tempo posso conservarlo in frigo?
La deperibilità dipende da cosa ci metti dentro, un uovo sodo credo che un paio di giorni in frigo duri ... ora i canrini ne mangiano poco, ma in cova escluso i primi due giorni che ne mangiano pochissimo, una nidiata di 4 pullus con una giornata si spicciano il pastoncino preparato con un uovo! (chiaramente il tutto conservato in un barattolo di vetro chiuso -->marmellata il più piccolo possibile rispetto alla quantità da conservare, + aria chiudi nel barattolo più aumenta la deperibilità ed il barattolo dopo il "prelevamento" va richiuso velocemente e rimesso al frigo!)
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

Jolly1971
Messaggi: 138
Iscritto il: 27 ottobre 2007, 16:25
Località: Santa Maria del Cedro (CS)

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Jolly1971 » 7 marzo 2008, 23:04

Grazie per il consiglio
Pino

pantaleo
Messaggi: 22
Iscritto il: 28 novembre 2007, 9:19

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da pantaleo » 10 marzo 2008, 20:07

ciao a tutti, ma chi lo vende il COUS COUS perchè io o girato in vari negozzi senza che nessuno sapesse cosa fosse...

Jolly1971
Messaggi: 138
Iscritto il: 27 ottobre 2007, 16:25
Località: Santa Maria del Cedro (CS)

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Jolly1971 » 10 marzo 2008, 22:47

Si trova nei supermercati, nel settore della pasta o del riso di solito
Pino

Alex1977
Messaggi: 4236
Iscritto il: 4 giugno 2007, 14:52
Località: Palermo

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Alex1977 » 11 marzo 2008, 13:11

Fino ad ora l'ho visto praticamente ovunque, suopermercati, empori, piccoli e grandi market.
Dove vendono pasta trovi il cous cous...

pantaleo
Messaggi: 22
Iscritto il: 28 novembre 2007, 9:19

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da pantaleo » 12 marzo 2008, 19:54

ragazzi o travato questo tipo cous scous e un preparato di semola di grano duro, prodotto da Antonio Amato va bene?

hermannib
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 gennaio 2008, 15:56
Località: napoli

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da hermannib » 16 marzo 2008, 19:03

a me hanno detto che il cous cous non va dato per lo svezzamento dei piccoli poichè la femmina quando imbecca i pulli produce un gas dovuto al fatto che nn riesce a solidificare il cous cous? nn so se è vero ma me lo ha detto un allevatore?
RNA 61MU

Alex1977
Messaggi: 4236
Iscritto il: 4 giugno 2007, 14:52
Località: Palermo

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Alex1977 » 17 marzo 2008, 12:49

X pantaleo: va benissimo, nello scatolo c'e' anche scritto come preparlarlo. Ovviamente PRESTA MOLTA ATTENZIONE sugli ingredienti visto che non si tratta di esseri umani ma di animali.
Leggi bene cosa scrive l'amico lancashire

X hermannib: mai sentito dire nulla di simile e penso non sia affatto vero. La stragrande maggioranza degli utenti esperti lo utilizzano durante lo svezzamento con risultati ottimi. Non mi sembra di aver mai letto di una moria d pulli a causa del cous cous ma tutto il contrario...

Ciao, Alex.

pierrot
Messaggi: 10
Iscritto il: 7 maggio 2007, 12:39

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da pierrot » 31 marzo 2008, 18:39

ciao lancashire, volevo iniziare per la prima volta l'uso del cous-cous ai canarini, leggendo il tuo ottimo messaggio ho comprato una scatola della ditta "san-remo" preparazione in in 1 e 1/2 minuti. Ti chiedo se è già precotto, e se no dopo averlo cotto si può aggiungere il latte HD ecc. lo stesso con il tuo sistema????
grazie

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 31 marzo 2008, 19:41

pierrot ha scritto:ciao lancashire, volevo iniziare per la prima volta l'uso del cous-cous ai canarini, leggendo il tuo ottimo messaggio ho comprato una scatola della ditta "san-remo" preparazione in in 1 e 1/2 minuti. Ti chiedo se è già precotto, e se no dopo averlo cotto si può aggiungere il latte HD ecc. lo stesso con il tuo sistema????
grazie
Il cous cous in commercio è sempre farina di semola cotta al vapore ed a "granelli" altrimenti sarebbe semola e la preparazione con acqua bollente viene fatta in circa 5 minuti. [smilie=041.gif] Con liquido freddo circa 15 minuti.
un metodo alternativo è quello di preparare il cous cous partendo dalla semola [smilie=041.gif]
... poi forse esiste del cous cous "pronto" come la polenta pronta ma i risultati non dovrebbero cambiare.
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 3 dicembre 2008, 10:13

Valori energetici del cous cous dal sito americano dell'agricoltura
Calorie kcal 376,000
Calorie kj 1.573,184
Acqua g 8,560
Proteine g 12,760
Lipidi (Grassi) g 0,640
Ceneri g 0,620
Amido g
Carboidrati (per differenza) g 77,430
Fibre g 5,000
Zuccheri g
Saccarosio g
Glucosio (destrosio) g
Fruttosio g
Lattosio g
Maltosio g
Galattosio g
Minerali
Calcio, Ca mg 24,000
Ferro, Fe mg 1,080
Magnesio, Mg mg 44,000
Fosforo, P mg 170,000
Potassio, K mg 166,000
Sodio, Na mg 10,000
Zinco, Zn mg 0,830
Rame, Cu mg 0,247
Fluoro, F mcg
Manganese, Mn mg 0,780
Selenio, Se mcg
Vitamine
Retinolo (Vit. A) mcg
Vitamina A, IU IU
Vitamina A, RAE mcg_RAE
Tiamina (Vit. B1) mg 0,163
Riboflavina (Vit. B2) mg 0,078
Niacina (Vit. B3) mg 3,490
Acido pantotenico mg 1,243
Piridossina (Vit. B6) mg 0,110
Cobalamina (Vit. B12) mcg
Cobalamina aggiunta mcg
Acido ascorbico (Vit. C) mg
Colecalcifenolo (Vit. D) IU
Alpha-tocoferolo (Vit. E) mg
Alpha-tocoferolo aggiunta mg
Tocoferolo beta mg
Tocoferolo gamma mg
Tocoferolo delta mg
Colina totale Vitamina J mg
Fillochinone (Vit. K) mcg
Folati, totali mcg 20,000
Acido folico mcg
Folato alimentare mcg 20,000
Folato DFE mcg_DFE 20,000
Lipidi
Acidi grassi, trans
Acidi grassi, saturi g 0,117
4.00.00 C4:0÷C10:0 (laurico) g
6.00 g
8.00 g
10.00 g
12.00.00 C12:0 (laurico) g
13.00 g
14.00.00 C14:0 (miristico) g 0,001
15.00 g
16.00.00 C16:0 (palmitico) g 0,109
16.01 g
17.00 g
18.00.00 C18:0 (stearico) g 0,006
18.01 g
20.00.00 C20:0 (arachidico)
20.01 g
22.00.00 C22:0 (beenico) g
22.01 g
24,00 g
Acidi grassi, monoinsaturi g 0,089
14.01.00 C14:1 (miristoleico) g
15.01 g
16:1 indifferenziato g 0,002
17.01 g
18:1 indifferenziato C18:1 (oleico) g 0,086
20.01.00 C20:1 (eicosaenoico) g
22:1 indifferenziato C22:1 (erucico) g
24:1 c g
Acidi grassi polinsaturi g 0,252
18:2 indifferenziato C18:2 W6 (linoleico) g 0,240
18:3 indifferenziato g 0,012
18:3 n-3 c,c,c C18:3 W3 (linolenico) g
18:3 n-6 c,c,c g
18.04 g
20:2 n-6 c,c g
20:3 indifferenziato g
20:4 indifferenziato C20:4 W6 (arachidonico) g
20:5 n-3 C20:5 W3 g
21.05 g
22.04 g
22:5 n-3 g
22:6 n-3 g
Colesterolo mg
Fitosteroli mg
Stigmasterolo mg
Campesterolo mg
Beta-sistosterolo mg
Aminoacidi
Triptofano g 0,163
Treonina g 0,337
Isoleucina g 0,493
Leucina g
Lisina g 0,245
Metionina g 0,199
Betaina mg
Cistina g 0,360
Fenilanina g 0,620
Tirosina g 0,335
Valina g 0,544
Arginina g 0,470
Istidina g 0,259
Alanina g 0,374
Acido aspartico g 0,521
Acido glutammico g 4,600
Glicina g 0,403
Prolina g 1,404
Serina g 0,601
Altro
Alcol etilico g
Caffeina mg
Teobromina mg
Carotene, beta mcg
Carotene, alfa mcg
Criptoxantina, beta mcg
Licopene mcg
Luteina + zeaxantina mcg
Vitamina H (biotina) mg
Vitamina PP mg
Cobalto carbonato mg
Iodio mg


Pastoncino al cous cous (misure approssimative di proteine):
tuorlo d'uovo 20 gr = 15,86%
cous cous 40 gr = 12,86 %
latte AD 40 gr = 3,28%
o in alternativa acqua 40 gr = 0%
miele 3 gr (alcuni come me lo aggiungono a volte) = 0,30%
la composizione finale ha una percentuale complessiva di proteine utilizzando il latte al posto dell'acqua di:
Proteine 9,32% - Carboidrati 34,97% - lipidi 6,82% - R.N. 5,40
Questo è quanto mi risulta.
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

Alessandro92
Messaggi: 1559
Iscritto il: 29 agosto 2010, 16:50
Località: Sora (FR), Lazio - L'Aquila, Abruzzo

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Alessandro92 » 18 maggio 2011, 16:03

bel topic, ottima guida.
Vorrei sapere una cosa: il cous cous viene fornito SOLO per il periodo di svezzamento dei novelli? Poi si torna al classico pastone secco/morbido?
Quanto tempo si conserva in frigo?
1 solo dito di cous cous non va bene ugualmente o è troppo poco (ho solo 2 coppie e 6 novelli al momento, a breve si dovrebbero schiudere 11 uova)?

Cmq riguardo il congelamento/scongelamento del prodotto.....un alimento, una volta scongelato, deperisce con più facilità, questo perchè i microrganismi che sono stati "ibernati", una volta scongelati si trovano liberi in soluzione e possono riprodursi e attaccare l'alimento con molta più facilità del normale.
Alessandro
Ex Allevatore di:
Canarini Giallo Mosaico - Linea Maschile
Canarini Giallo Mosaico - Linea Femminile
Canarini Avorio Giallo Mosaico - Linea Maschile
Canarini Avorio Giallo Mosaico - Linea Femminile
EX R.N.A. FOI: 37ST

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da lancashire » 19 maggio 2011, 9:48

Nickname ha scritto:bel topic, ottima guida.
Grazie; questa "guida" è stata scritta con le conoscenze che avevo all'epoca, attualmente anche se la linea guida è la medesima ci ho aggiunto piccole "dritte" cerca e trova.
Nickname ha scritto:Vorrei sapere una cosa: il cous cous viene fornito SOLO per il periodo di svezzamento dei novelli? Poi si torna al classico pastone secco/morbido?
Prova affiancando vecchio pastoncino e pastoncino al cous cous poi ti renderai conto da solo se fornire o no il pastoncino che fornivi prima.
Nickname ha scritto:Quanto tempo si conserva in frigo?
Già dato. Il tempo di deperimento è legato a quello che ci si aggiunge (uovo ...) e non al cous cous che ha particolarità strane.
Nickname ha scritto:1 solo dito di cous cous non va bene ugualmente o è troppo poco (ho solo 2 coppie e 6 novelli al momento, a breve si dovrebbero schiudere 11 uova)?
Prova con 1 dito e poi le quantità occorrenti saranno quelle richieste da pullus e genitori.
Nickname ha scritto:Cmq riguardo il congelamento/scongelamento del prodotto.....un alimento, una volta scongelato, deperisce con più facilità, questo perchè i microrganismi che sono stati "ibernati", una volta scongelati si trovano liberi in soluzione e possono riprodursi e attaccare l'alimento con molta più facilità del normale.
Normalmente quando scrivo qualcosa, ci metto un po’ di logica e mediamente da una settimana ad un paio di mesi per fare ricerche sull'argomento, possibilmente su siti universitari o in inglese, ed al momento con le mie scarse conoscenze sull'argomento e con congelamento e scongelamento appropriato quanto scrivi non mi torna (ma tutto è possibile) ed al momento ho altre tipologie di ricerche più interessanti in corso.

P.S. logica: a mio personalissima e forse erronea intuizione, deperisce temporalmente prima il pesce che l’uovo sodo. Se fosse confermata la mia ipotesi, la tua affermazione, contrasterebbe con la realtà dei fatti.
Normalmente nei banchi dei mercati rionali e dei supermercati c’è in vendita pesce decongelato, che nella realtà dei mercati rionali, viene decongelato verso le 7 di mattina e lasciato all’aria ed al sole circa fino alle ore 13 e dall’acquisto al consumo passa ulteriore tempo e non mi risulta che sussistano gravi conseguenze a tale stato dei fatti.
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

Alessandro92
Messaggi: 1559
Iscritto il: 29 agosto 2010, 16:50
Località: Sora (FR), Lazio - L'Aquila, Abruzzo

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Alessandro92 » 19 maggio 2011, 14:10

Ho scritto in generale, quest'alterazione riguarda più nello specifico alimenti costituiti da tessuti animali o vegetali ricchi di acqua, più acqua c'è e meglio è per i microrganismi che vengono scongelati, per questo c'è l'alimento che si altera subito e quello che ci mette più tempo (ecco perchè la carne scongelata, ad esempio, si rovina subito).
Ma rispetto ad un alimento fresco che viene portato a temperatura ambiente dal frigorifero, l'alimento che viene scongelato e lasciato a temperatura ambiente impiega meno tempo di quello tirato fuori dal frigo ad alterarsi.
Se poi dici quanto tempo può conservarsi l'alimento in frigo rispetto a quello in congelatore il discorso cambia perchè quello nel congelatore ovviamente si conserverà più a lungo di quello lasciato in frigo.
Ogni alimento ha una composizione diversa e da questa dipende la quantità di tempo che impiegano i microrganismi ad alterarlo rendendolo tossico.
Nel tuo caso, non te ne accorgi ma il pesce già ha cominciato a deteriorarsi, MA ancora non è diventato non commestibile, certo crudo ti farebbe male, ma cotto no.
Tipo di alimento, pH, temperatura, ossigeno e acqua sono i fattori più importanti che determinano la velocità con cui un alimento si altera, l'acqua è quello più importante.

Ora non so i tempi di ogni singolo alimento, ma tra l'uovo sodo e il pesce crudo è chiaro che deperisce prima il pesce crudo, perchè è crudo, contiene più acqua dell'uovo e tra tutte le sue componenti vi è una buona presenza di ammine (sono quelle che vanno a formare poi gli amminoacidi), caratteristiche del suo odore sopratutto quando è crudo o dell'odore di pesce marcio degli alimenti proteici andati a male (pesce incluso XD). I microrganismi preferiscono "mangiare" prima le ammine delle proteine, è più facile no?
L'uovo sodo invece, prima deve essere attaccato dai microrganismi presenti nell'aria (dato che la cottura li ha uccisi), poi questi si devono adattare, poi si devono riprodurre, poi devono scomporre le proteine e gli altri composti, etc.....
Ecco perchè :D

Fonti: spiegazioni a scuola + studio su libro di testo di chimica e tecnologie dell'agroindustria + ragionamenti vari con le conoscenze acquisite

P.S.: ti farò sapere i risultati qui se dovessi passare al cous cous in futuro, per ora ho ancora tanto pastone secco da smaltire, non mi va di buttarlo (è anche ottimo a mio parere)
Alessandro
Ex Allevatore di:
Canarini Giallo Mosaico - Linea Maschile
Canarini Giallo Mosaico - Linea Femminile
Canarini Avorio Giallo Mosaico - Linea Maschile
Canarini Avorio Giallo Mosaico - Linea Femminile
EX R.N.A. FOI: 37ST

AnnAeAndreA
Messaggi: 49
Iscritto il: 29 giugno 2011, 17:27
Località: Milano

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da AnnAeAndreA » 7 luglio 2011, 17:48

Tre domande:
1- ma questo pastoncino va bene solo per i pulli o posso darlo al mio canarino di tanto in tanto?
2- io in casa consumo vari tipi di cous cous: integrale, semi-integrale, kamut, tutti bio... vanno bene ugualmente.
3- il miele: ho quello di arancio, tiglio ed erika... se lo metto devo usare solo il millefiori?
Ridi e il mondo riderà con te. Piangi e piangerai da solo.

Edel
Messaggi: 485
Iscritto il: 25 gennaio 2016, 9:47

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Edel » 28 marzo 2020, 13:44

Non ho trovato il Latte senza lattosio, ma il Latte d'Avena senza lattosio.
Potrebbe andare ugualmente o potrebbe esserci qualche controindicazione?
Grazie e saluti
ED

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1972
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Giampiero » 28 marzo 2020, 15:17

Per forza il "coso" d'avena non contiene lattosio: non è latte e non ne è lontanamente paragonabile!
Puoi scindere il lattosio in zuccheri semplici utilizzando pastiglie di lattasi (le trovi in farmacia) . È lo stesso sistema che usa l'industria alimentare.

Edel
Messaggi: 485
Iscritto il: 25 gennaio 2016, 9:47

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Edel » 28 marzo 2020, 15:53

D'accordo, grazie. Cercherò di procurarmene uno adatto. [smilie=041.gif]

Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 9106
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Giulio G. » 28 marzo 2020, 16:15

Edel ha scritto:
28 marzo 2020, 13:44
Non ho trovato il Latte senza lattosio, ma il Latte d'Avena senza lattosio.
Potrebbe andare ugualmente o potrebbe esserci qualche controindicazione?
Grazie e saluti
ED
Il latte d'avena e quello di soia sono "latti" vegetali, non c'entrano niente con le mucche ! !
Guarda attentamente al supermercato, oppure cambia negozio.
Il latte senza lattosio si chiama H.D. o Accadi o A.D. lo fanno tutte le ditte che lavorano il latte. (lo Zimyl è uno di questi, oppure Granarolo accadi)
Chi cerca trova.
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

Edel
Messaggi: 485
Iscritto il: 25 gennaio 2016, 9:47

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Edel » 28 marzo 2020, 17:12

Sì, grazie, l'ho trovato.
(Il fatto è che, purtroppo, nei supermercati, d'improvviso ora vengono a mancare alcuni prodotti, per via dell'accaparramento generale)

Kech1963
Messaggi: 64
Iscritto il: 1 maggio 2018, 12:35

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Kech1963 » 29 marzo 2020, 18:48

Ragazzi, purtroppo dove abito io non trovo cous cous e non posso spostarmi nel centro... Se uso semolino va bene lo stesso ???
Grazie

Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 9106
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Giulio G. » 29 marzo 2020, 19:02

Va bene il semolino, non prendere il rimacinato, troppo fine. Il cus cus è semolino trattato (precottura ?)
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

Kech1963
Messaggi: 64
Iscritto il: 1 maggio 2018, 12:35

Re: Il pastoncino al Cous cous (come lo preparo io)

Messaggio da Kech1963 » 30 marzo 2020, 7:39

Grazie Giulio

Rispondi