Cura degli incardellati

Cardellini,verdoni,ciuffolotti,lucherini,organetti,ecc

Moderatore: lory939

Rispondi
baruch
Messaggi: 2
Iscritto il: 6 giugno 2019, 16:14

Cura degli incardellati

Messaggio da baruch » 6 giugno 2019, 18:16

Salve a tutti,
mi chiamo Antonio e sono nuovo del forum. Provengo da un piccolo allevamento di diamanti mandarini però con zero esperienza cogli incardellati. Come da titolo, oggi ho acquistato un maschietto e una femminuccia di incardellati. Tuttavia, girovagando su internet non ho trovato nulla riguardo la cura di questo ibrido. Quindi domando ai più esperti come si curano, che esigenze hanno e che tipologia di alimentazione è la più idonea. Premetto che li ho collocati in una gabbia standard di circa 50 cm di lunghezza, ho comprato un mangime adatto ai carduelidi composto da perilla bianca, cicoria, niger, scagliola, loietto, lattura bianca, lino oro, erba mazzolina, erba medica,panico rosso, sesamo, quinoa, girasole micro, chia, canapuccia, cardo mariano, papavero, camelina e cipresso. Inoltre ho anche acquistato un pastoncino, però è in una busta trasparente soltanto, quindi non vi so dire le informazioni nutrizionali. Ringrazio anticipatamente chi vorrà dedicare un po' di tempo a darmi qualche delucidazione.

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Max585
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 484
Iscritto il: 30 maggio 2011, 12:05

Re: Cura degli incardellati

Messaggio da Max585 » 7 giugno 2019, 10:09

Direi va tutto bene, la miscela per carduelidi e pastone (secco in questo periodo) vanno piu' che bene. Ovviamente erbe prative (tarassavo, crespigno, centocchio, ecc.) rappresentano un'ottima variante e risorsa di svago e vitamine. Visto che si tratta di ibridi sterili, di solito si qcquista il maschio solamente. Le femmine non cantano, non riproducono, e distraggono il maschio dal cantare quindi servono poco o a nulla (a meno che non allevi cardellini, in quel caso possono essere utilizzate come balie). I maschi giovani possono essere "addestrati" al canto utilizzando nastri audio o cardellini maestri a seconda del canto desiderato. Hanno infatti eccellenti capacita' canore, superiore ai genitori.

Giulio G.
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 8520
Iscritto il: 28 marzo 2005, 0:31
Località: Modena, ma Bolognese !

Re: Cura degli incardellati

Messaggio da Giulio G. » 7 giugno 2019, 15:11

Essendo ibridi, in caso di necessità possono mangiare benissimo anche il misto per canarini.
Ciao.Giulio G.


Piano piano,senza fretta,un passo alla volta.

nino56
Messaggi: 7285
Iscritto il: 26 dicembre 2014, 18:50

Re: Cura degli incardellati

Messaggio da nino56 » 7 giugno 2019, 17:23

Giulio G. ha scritto:
7 giugno 2019, 15:11
Essendo ibridi, in caso di necessità possono mangiare benissimo anche il misto per canarini.
Sono daccordo
Nino56

lory939
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2256
Iscritto il: 16 febbraio 2016, 10:25
Località: Lanzo d intelvi (como)

Re: Cura degli incardellati

Messaggio da lory939 » 7 giugno 2019, 19:37

Anche io ho sempre dato Misto canarini, non so a lungo andare se gli può fare più male che bene dagli quello x indigeni...se proprio vuoi visto che oramai lo hai, taglialo con un 70%/80% di misto x canarini,quando l hai terminato dai solo misto canarini.

Rispondi