Presentazione e aiuto per parrocchetto monaco

Il Forum di discussione sui Pappagalli

Moderatore: ivana

Rispondi
AleeAlee
Messaggi: 1
Iscritto il: 17 novembre 2019, 21:29

Presentazione e aiuto per parrocchetto monaco

Messaggio da AleeAlee » 17 novembre 2019, 21:50

Buonasera a tutti!
Prima di tutto ci tengo a presentarmi, sono Alessia e scrivo da Roma [smilie=Hi ya!.gif]
Spero di non aver commesso un errore aprendo una nuova discussione..
Non ho mai avuto a che fare con questo “mondo”..sono totalmente digiuna e per me è veramente nuovo..quindi mi sono messa a fare un pò di ricerche e a leggere in internet e vi ho trovato per fortuna :D
Ieri mi è letteralmente piombato in casa un parrocchetto monaco..inizialmente ho pensato che fosse non “addestrato” e arrivato per caso e che pertanto sarebbe rivolato via, invece ho l’impressione che non sia così..
Mi segue e mi vola sulla spalla..non ha paura e prende da mangiare dalle mani.
Ovviamente ho messo foto per vedere se il suo padroncino lo stia cercando..ma nell’attesa non so come comportarmi..
Sono andata in un negozio di animali e mi hanno consigliato di dargli dei semi appositi e un biscotto specifico..è sufficiente?
Cosa devo fare secondo voi..offrirgli una gabbietta o lasciarlo libero, magari con la possibilità anche di riuscire a tornare a casa sua?
Credo dalla dimensione che sia grande di età.
Vi metto una foto per presentarvelo :D
Spero che mi stia comportando nel modo giusto!
Vi ringrazio molto per l’attenzione :)
Allegati
2FD9C2A3-B53E-415B-AA69-922AD1E4EFCF.jpeg

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Ombry
Messaggi: 32
Iscritto il: 10 luglio 2019, 10:58

Re: Presentazione e aiuto per parrocchetto monaco

Messaggio da Ombry » 18 novembre 2019, 9:43

Ciao,
dalla fotografia non si vede, ma vorrei sapere se il parrocchetto porta un anellino ad una delle zampe che è un po' il documento d'identità del pappagallo in quanto attraverso quello è possibile risalire all'allevatore e al proprietario (in genere l'anellino è colorato in base all' anno in cui è stato emesso e vi è riportato l'anno, una siglia che consente di risalire all'allevatore e un numero progressivo ) perchè da come si comporta con te è evidente che sia un animale allevato a mano oppure addomesticato e dal momento che la detenzione in cattività di questa specie non è consentita senza l'anello che ne attesta la nascita in cattività e un certificato che riporti le generalità dell'allevatore e del proprietario (C.I.T.E.S.).
Come alimentazione può andare bene il misto di semi, ma questi parrocchetti necessita di un?alimentazione molto varia con frutta e verdura fresche (no avocado e prezzemolo perchè sono tossici), legumi lessati (due volte alla settimana) anche pasta o riso bolliti senza sale e scolati molto al dente ( due volte alla settinana), vanno bene anche erbe prative (tarassaco, borragine) e bacche (rosa canina, pittosforso etc.), osso di seppia e blocchetto di sali minerali sempre a disposizione) .
Spero di esserti stata utile.
Ombetta

ivana
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 3130
Iscritto il: 11 aprile 2005, 10:36
Località: Soriano nel Cimino (Viterbo)

Re: Presentazione e aiuto per parrocchetto monaco

Messaggio da ivana » 26 novembre 2019, 19:32

Ciao, certamente l'anellino sarebbe opportuno , ma non è obbligatorio , però la dichiarazione di nascita all'ufficio Cites sì,( e un documento di cessione) quindi potresti avere dei problemi se la forestale ti dovesse chiedere i documenti. Se è docile è facile sia scappato da una casa anche se Roma è piena di parrocchetti monaci che si riproducono sugli alberi (sarebbe in questo caso un soggetto di cattura).
Su www.lacompagniadegliinseparabili.com c'è un articolo sui monaci con diverse foto ( infatti è difficile che una persona possa riconoscere il suo smarrito se questo non ha l'anellino che lo contraddistingue) e comunque , nel sito, ci sono dei suggerimenti sul mantenimento e sull'alimentazione degli inseparabili che può essere la medesima per i parrocchetti ( io uso lo stesso misto semi , pastoncino, sali minerali, frutta e verdura sia per gli inseparabili che parrocchetti).

Rispondi