Il decalogo delle uova.

Una preziosa fonte di informazioni su tutti le domande più frequenti sull'allevamento dei canarini. Una lettura da non perdere!

Moderatore: Max585

Rispondi
lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 21 gennaio 2008, 17:31

Preso atto che che non mi ero accorto che stavamo al 2 aprile .....

Il decalogo delle uova.

I) Sostituzione: Togliere le uova deposte giornalmente entro le ore 14 possibilmente allo stesso orario e sostituirle con le uova finte o in mancanza con dei sassolini. Nel caso non siano disponibili dei sostituti è possibile togliere dal nido le prime due uova senza reinserire nulla, .. i canarini non sanno contare! Questo però solo per le prime due uova, al terzo uovo tolto bisognerà per forza inserire un sostituto altrimenti se ne accorgono! (la sostituzione o la remissione nel nido in orari diversi provocherà una nascita con tempi sfalzati).

II) Maneggiare: Le uova fertili sono "vive" e la loro struttura è abbastanza complessa e delicata. Ogni volta che maneggiate un uovo fertile impropriamente la sua "aspettativa di nascita" diminuisce! Lavatevi le mani prima di procedere a maneggiarle e trattatele con delicatezza, potreste provocare infezioni, eliminazione della cuticola o il distacco dell'embrione dal guscio dando luogo ad uova non vitali.

III) Posizione: Conservare le uova in modo che non si tocchino, in un piccolo contenitore areato appoggiandole su una base di ovatta o meglio su un apposito portauovo in cartone, Se le uova vengono reimmesse nel nido entro il decimo giorno dalla deposizione (termine massimo consigliato dalla deposizione del primo uovo), posizionarle in posizione orizzontale o verticale, con il polo ottuso rivolto verso l'alto. Se si fosse costretti a conservale più di 10 giorni, le uova vanno tenute con il polo ottuso rivolto verso il basso. (Polo ottuso = parte tondeggiante larga). (più si conservano e più diminuisce l'aspettativa di schiusa)

IV) Decentramento: per evitare il decentramento del tuorlo dell'uovo, nel caso di conservazione delle uova (fate sempre riferimento al 1° uovo deposto) per meno di una settimana non occorre girarle. Se il periodo di conservazione fosse superiore, vanno rigirate una volta al giorno. Facendo l'ipotesi che le uova siano di gallina, usando il normale portauovo in commercio si può utilizzare il sistema di posizionare sotto un lato del portauovo un qualsivoglia spessore (ad esempio un libro) di altezza sufficiente a posizionare il contenitore con una inclinazione di 45° (mezzo angolo retto) ed il giorno successivo spostare il libro dall'altro lato (tale procedura consentirà una rotazione giornaliera di 90°. (2*45°). Per verificare se l'operazione di rotazione sia stata effettuata, potrete segnare i due lati del contenitore, uno con una X e l'altro con una O ed ad esempio i giorni pari sarà in alto la X ed i giorni dispari sarà in alto la O (potrete controllare se ve ne dimenticate se l'operazione era stata gia compiuta o no)

V) Ambiente: Posizionare le uova tolte in un luogo dove non possano cadere e dove non batta il sole e con la minor escursione termica giornaliera possibile, verificate che l'aria non sia contaminata da fumi o da altre componenti tossiche, lacche, insetticidi, fumi di padelle con rivestimenti al teflon, e senza correnti d'aria.

VI) Temperatura: Le uova devono essere conservate ad una temperatura tra i 12°C ed i 20°C. La conservazione ad una temperatura diversa provocherà un aumento di mortalità embrionale. Una temperatura più bassa comporterà che gli embrioni entreranno in dormienza profonda. Una temperatura più alta comporterà che gli embrioni contenuti nelle uova comincieranno a svilupparsi in modo anormale e malformato. In ogni caso la percentuale di schiusa diminuirà.

VII) Umidità: Le uova devono essere conservate ad una umidità relativa approssimativa tra il 70% ed il 75% La conservazione ad una umidità diversa provocherà un aumento di mortalità embrionale. Una umidità più bassa comporterà la disidratazione eccessiva ed il seccarsi delle membrane testacee. con relativo aumento della mortalità embrionale Una umidità più alta può comportare una pericolosa condensa sul guscio ed a creare una superficie di continuità dall'esterno all'interno dell'uovo permettendo una eventuale contaminazione batterica, con relativo aumento delle infezioni embrionali e di quelle neonatali. NON vaporizzare le uova in caso di umidità insufficiente!

VIII) Speratura: La speratura delle uova può essere eseguita al 4 giorno di cova (per gli esperti) ed al 6 giorno (per i non esperti) ponendo attenzione a come si maneggiano, potrebbe staccarsi l'embrione dal guscio provocando morte embrionale, è consigliabile effettuare la speratura in modo da poter conoscere in anticipo la situazione della cova, cosi facendo si possono togliere le uova infeconde che essendo tali, influenzano negativamente il microclima del nido, essendo prive di vita, infatti, per un principio fisico acclarato, assorbono molto più calore delle uova feconde, inoltre si avrà la possibilità con opportuni accorgimenti di spostare le uova in modo più equo tra le varie coppie (se non si facesse selezione) ed evitare una inutile fatica alla madre.

IX) Sporco: Se solo una piccola area del guscio dell'uovo fosse imbrattata di materiale fecale, cercate di rimuovere lo sporco con un panno asciutto di carta del tipo "usa e getta" o uno spazzolino da denti (pultito e da non riutilizzare per pulire i denti!) e mai lavandole con l'acqua! ATTENZIONE le uova sono fragilissime dovrete scegliere se provare a pulirle o rimuovere solo il "grosso" o tentare la fortuna!

X) Reinserimento: Le uova andrebbero reinserite nel nido possibilmente appena termina la deposizione dell'ultimo uovo (uovo azzurro), la mattina presto per permetterne la nascita dopo l'incubazione, molto probabilmente la mattina presto. Ma sfruttando la loro conservabilità (... ma più si conservano e più diminuisce l'aspettativa di schiusa; la vitalità media dell'embrione nell'uovo conservato in condizioni normali è all'incirca del 100% a 6-8 giorni dalla deposizione; diminuisce al 60% a 10 - 12 giorni e diviene del 30% circa ai 14 giorni; successivamente subentra la morte embrionale), è possibile mettere in cova contemporaneamente più coppie: questo sistema permetterà l'eventuale interscambio di figli tra i nidi in caso di necessità. Utilizzando la facoltà di ritardare la nascita ritardando la messa in cova delle uova sostituite, può essere utile far schiudere le uova nel giorno della settimana più opportuno. La schiusa avviene NORMALMENTE il giorno settimanale precedente la messa in cova di due settimane dopo. Quindi mettendo in cova ad esempio la domenica mattina, la schiusa avverrà il sabato mattina di due settimane dopo! (potrebbe essere utile questo sistema per poter avere più tempo per controllare "MA SENZA INFASTIDIRE" il normale evolversi della situazione). Ci sono allevatori che preferiscono reinserire le uova in cova il sabato sera per avere schiuse il venerdi sera e lasciare ridurre il sacco vitellino durante la notte in modo che dal sabato mattina i pullus siano regolarmente imbeccati dalla madre.

Tratto dai Decaloghi dei canarini : Club Italiano Canarino Lancashire)

Aggiornato il 23/02/2009

Credo possa essere un decente inizio di dibattito! ..
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 21 gennaio 2008, 17:45

Credo che si capiva, comunque,
Integrazione al punto VII
...(quindi niente bagnetto, ma la madre lo sa da sola e non farà il bagnetto per non raffreddare le uova ... fose sa anche che il farlo creerebbe problemi alla cuticola di protezione [smilie=041.gif] )
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

giuseppe2603
Messaggi: 1426
Iscritto il: 12 marzo 2007, 15:07
Località: Milano

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da giuseppe2603 » 21 gennaio 2008, 20:19

lancashire ha scritto:ma la madre lo sa da sola e non farà il bagnetto per non raffreddare le uova ... fose sa anche che il farlo creerebbe problemi alla cuticola di protezione
..... :? :? ...... forse dipende anche dalla bravura e dall'esperienza dei soggetti ...la mia l'anno scorso ha combinato un pastrocchio...

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 21 gennaio 2008, 21:40

pasgal ha scritto:Come portauovo utilizzo un vasetto pieno di semi, facendo prima un solco un un dito, cosi' facendo le uova rimangono molto ferme.

Avete qualche controindicazione per questa procedura?
Fatti dire da Eliseo come sono pulitissimi normalmente i semi! [smilie=041.gif]
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 22 gennaio 2008, 0:17

Se non hai mai avuto mortalità embrionale o uova "infeconde" continua a farlo, altrimenti fatti venire un dubbio. [smilie=041.gif]
Ci sono tante cose che si fanno SOLO perche lo fanno gli altri ma si è certi che quello che fanno gli altri è giusto o e meglio avere dubbi e cercare motivazioni valide ai comportamenti altrui?
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

gabriele
Messaggi: 1222
Iscritto il: 23 aprile 2007, 17:48
Località: Paternò ct

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da gabriele » 22 gennaio 2008, 12:51

scusate... ma allora come si raggiunge un livello di umidità del 75% se non possono fare il bagnetto... io sò che i canarini in natura si bagnano per portare le uova ad un livello di umidità +alto...
non capisco perchè possa essere rischioso il bagnetto: l'acqua lel corpo della madre risulta già riscaldata dal calore che lei stessa produce quindi non andrà a raffreddare le uova
PAZIENZA E COSTANZA RIPAGANO SEMPRE
rna: sv690

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 22 gennaio 2008, 14:34

gabriele ha scritto:scusate... ma allora come si raggiunge un livello di umidità del 75% se non possono fare il bagnetto...
Non trattasi di ... "non possono fare il bagnetto", ma di non far bagnare le uova.

http://www.hobbyuccelli.it/community/fo ... f=3&t=8873
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

gabriele
Messaggi: 1222
Iscritto il: 23 aprile 2007, 17:48
Località: Paternò ct

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da gabriele » 22 gennaio 2008, 14:54

lancashire ha scritto:Credo che si capiva, comunque,
Integrazione al punto VII
...(quindi niente bagnetto, ma la madre lo sa da sola e non farà il bagnetto per non raffreddare le uova ... fose sa anche che il farlo creerebbe problemi alla cuticola di protezione [smilie=041.gif] )
scusa ma avevo capito che non doveva farlo perchè porta problemi... in natura d'avanti i miei occhi lo fanno sempre i passerotti..... si inumidiscono e tornano al nido...
PAZIENZA E COSTANZA RIPAGANO SEMPRE
rna: sv690

Poepila
Messaggi: 3952
Iscritto il: 26 marzo 2005, 18:30
Località: Capua (CE) ex Cologno al Serio (BG)
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Poepila » 22 gennaio 2008, 15:38

:) :)
scusa ma avevo capito che non doveva farlo perchè porta problemi...
in natura d'avanti i miei occhi lo fanno sempre i passerotti..... si inumidiscono e
tornano al nido...
gabriele
------------------

Grabiele e SI giusto il tuo ragionamento. Però dammi una risposta nel tuo allevamento
sempre se hai possibilità di allevare all' interno, altrimenti non mi rispondere perchè
non c' è la possibilità di risposta, se allevi all'esterno.
In breve questa e la mia domanda quanta Umidità hai nel tuo ambiente??
Quanto può volare i tuoi soggetti all' interno della GABBIA?
E per finire ti posso dire di aver scritto tanto tempo fa lo stesso argomento, bagnetto
SI ho NO.
Ma preferisco darti subito le risposte perchè la tua e SI e giusta la domanda.

1) Non solo i passeri vedi le rondini, merli e tanti altri uccelli si divertono a fare
il bagno dopo un bel temporale (si trova più acqua [smilie=041.gif] [smilie=041.gif] )
Ma del resto il bagno tranquillamente lo fanno, un po per eliminare gli insetti , e per
avere sempre pulite le PIUME.
Ma quello che non hai previsto il tragitto per arrivare al NIDO? E si il viaggio, e stai
pur certo che arrivano appena umidi di piumaggio. ( dopo lo shampoo che usi')
IL volo e un sistema per asciugare il piumaggio. Penso di averti dato con questo
mio scritto una bella informazione.

:wink: :wink:
[b][color=#FF0000]Io sono resterò un misero allevatore..(sono gli
altri i veri allevatori[/color][/b]
[b]OCCHIO al Lupo cattivo dal nome ALLEVATORE[/b]

gabriele
Messaggi: 1222
Iscritto il: 23 aprile 2007, 17:48
Località: Paternò ct

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da gabriele » 22 gennaio 2008, 16:58

infatti... non avevo pensato al tragitto......... :D :D
allora cercherò di aumentare l'umidità con delle vasche d'acqua... ma allevando all'esterno non sò fino a che punto aumenti l'umidita...
ovviamente non è lo stesso che all'interno
PAZIENZA E COSTANZA RIPAGANO SEMPRE
rna: sv690

kriminale83
Messaggi: 29
Iscritto il: 16 aprile 2007, 14:44
Località: San Martino In Strada (Lo)

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da kriminale83 » 22 gennaio 2008, 17:31

e in quanto a togliere le uova dal nido? dita, cucchiaino o altro?
ma quante ne rompete in media?...a me sembrano così fragili che non l'ho mai fatto.
magari quest'anno provo

Poepila
Messaggi: 3952
Iscritto il: 26 marzo 2005, 18:30
Località: Capua (CE) ex Cologno al Serio (BG)
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Poepila » 22 gennaio 2008, 17:54

:) :)

gabriele scrive:-
infatti... non avevo pensato al tragitto.........
allora cercherò di aumentare l'umidità con delle vasche d'acqua... ma allevando
all'esterno non sò fino a che punto aumenti l'umidita...ovviamente non è lo stesso
che all'interno
----------------
Si metti le vasche d'acqua poi due belle trote io preferisco le Spigole [smilie=041.gif] [smilie=041.gif]
Vedi lo detto io che e impossibile avere una precisa indicazione dell' umidità
allevando all'esterno.
Però Gabriele ogni volta effettui il cambio dell' acqua al beverino, il tuoi soggetto si
diverte ho no? Non sempre puoi essere presente per vedere il divertimento di fare
un mini bagno senza l' uso della Vasca come da te descritto. Sanno regolare e bene
la temperatura e umidità, poi come sempre se arriva il fattore [smilie=074.gif] in questo
caso non ti resta che :( :( .-
----------------

kriminale83 scrive:-
e in quanto a togliere le uova dal nido? dita, cucchiaino o altro?
ma quante ne rompete in media?...a me sembrano così fragili che non l'ho mai fatto.
magari quest'anno provo
---------------
Non posso dire quante e quante UOVA abbia tolto, sia dei soggetti che allevo
( e quelli che mi fregavo da ragazzo [smilie=109.gif] [smilie=109.gif] ). Si certamente
qualche piccola frittata lo fatta anchio. Ma vai tranquillo con le mani, certamente e
più opportuno prendere le Uova con le mani pulite.-

:wink: :wink:
[b][color=#FF0000]Io sono resterò un misero allevatore..(sono gli
altri i veri allevatori[/color][/b]
[b]OCCHIO al Lupo cattivo dal nome ALLEVATORE[/b]

rox
Messaggi: 607
Iscritto il: 9 dicembre 2007, 18:11

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da rox » 22 gennaio 2008, 21:01

ke cosa è la speratura e kome si effettua??

io so ke esiste un modo per vedere le uova feconde, i mettono tipo contro il sole e si vede e sn pine o no. Voi kosa mi dite di qst??'

Poepila
Messaggi: 3952
Iscritto il: 26 marzo 2005, 18:30
Località: Capua (CE) ex Cologno al Serio (BG)
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Poepila » 22 gennaio 2008, 21:06

:) :)

Rox- non te la prendere ma di quello che hai scritto(ke cosa è la speratura e kome si effettua)
abbiamo fatto pagine e pagine intero e ti invito a fare uso del TASTO cerca.
Vedrai quante cose belle troverai, cose nuove per te .-

:wink: :wink:
[b][color=#FF0000]Io sono resterò un misero allevatore..(sono gli
altri i veri allevatori[/color][/b]
[b]OCCHIO al Lupo cattivo dal nome ALLEVATORE[/b]

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 22 gennaio 2008, 21:28

E' un bel risultato aver solletticato il senator Eliseo! [smilie=041.gif]
Già che ci sei .... le percentuali indicate di umidità sono troppo alte?
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

NIKE77
Messaggi: 680
Iscritto il: 10 agosto 2006, 14:35
Località: bat

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da NIKE77 » 22 gennaio 2008, 21:33

Innanzitutto sempre ottimo e completo il tuo decalogo Lino.... anche se sinceramente io il bagno x i primi 6/7 giorni di cova lo metto a disposizione della coppia...onde evitare un guscio eccessivamente duro che rende difficoltosa la fuoriuscita dei pulli...durante la schiusa..
inerente alla sostituzione delle uova io adopero un semplice cucchiaino da colazione x effettuare il cambio con le uova finte...
allevavo Waterslager Malinois. Ora solo Canarini di colore (agata opale)
10HX
____________________________
ciao da Nico

Poepila
Messaggi: 3952
Iscritto il: 26 marzo 2005, 18:30
Località: Capua (CE) ex Cologno al Serio (BG)
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Poepila » 22 gennaio 2008, 21:44

:) :)

Nicola vedi giovedì ti darò ansi TI REGALO la piscina in uso hai bambini,
così sei sicuro dell' umidità delle uova .
Poi ti regalo sempre un bel cucchiaio di LEGNO, così sei sicuro al 100x100
di non causare frittate.-

:wink: :wink:

LINO: e per me la domanda che hai posto:-
Già che ci sei .... le percentuali indicate di umidità sono troppo alte
Io personalmente non potrei mai dare la percentuale, per diversi motivi.
Non conosco i tipi di allevamenti- allevamento interno ho esterno. Località di
e zona di allevamento- Tipi di animali e anche il periodo di cova?
Penso che basti. Sempre se la tua domanda era rivolta a me ciao lino [smilie=109.gif]

:wink: :wink:
[b][color=#FF0000]Io sono resterò un misero allevatore..(sono gli
altri i veri allevatori[/color][/b]
[b]OCCHIO al Lupo cattivo dal nome ALLEVATORE[/b]

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 22 gennaio 2008, 21:50

Certo Eliseo che era rivolta a te! chi altri si può fregiare del titolo di senatore?
Per quanto riguarda l'allevamento in esterno puro, è pacifico che o ci si appiccica sotto al nido un bicchiere di plastica pieno d'acqua o Nisba, ma per l'interno il 70 - 75% potrebbe essere troppa? GENERICAMENTE?
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

Poepila
Messaggi: 3952
Iscritto il: 26 marzo 2005, 18:30
Località: Capua (CE) ex Cologno al Serio (BG)
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Poepila » 22 gennaio 2008, 22:26

:) :)

Lino darti una percentuale SICURA di umidità e molto ma molto difficile.
Perché ogni ambiente -interno- esterno- tipo di materiale per il nido-
nido di plastica-ho di legno- PERIODO varia di molto credimi.
Ma anche il discorso animali in cova - ho eventuale balia, varia.
Io sto avendo ora le prime schiuse , qua piove da più giorni ,umidità
esterna penso che sia sui 100- interno allevo, ma piano terra , ma e sempre
alta. Sai che allevo esotici- Australiani- erano [smilie=109.gif] [smilie=109.gif] .
Ti potrei dire , ma non ti do sicurezza al 100x100 non sarei ONESTO,
ma ti potrei dire umidità da 60-al 75 x100-. Ma devi fare i conti con
quello che ho scritto prima, inizio del racconto [smilie=041.gif] .-
Solo così ti posso rispondere, non e mia abitudine dare una risposta senza
aver provato prima IO.

:wink: :wink:
[b][color=#FF0000]Io sono resterò un misero allevatore..(sono gli
altri i veri allevatori[/color][/b]
[b]OCCHIO al Lupo cattivo dal nome ALLEVATORE[/b]

NIKE77
Messaggi: 680
Iscritto il: 10 agosto 2006, 14:35
Località: bat

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da NIKE77 » 23 gennaio 2008, 11:28

[quote="Poepila"]:) :)

Nicola vedi giovedì ti darò ansi TI REGALO la piscina in uso hai bambini,
così sei sicuro dell' umidità delle uova .
Poi ti regalo sempre un bel cucchiaio di LEGNO, così sei sicuro al 100x100
di non causare frittate.-

:wink: :wink:
Bravo zio complimenti sei ritornato spiritoso [smilie=041.gif] [smilie=041.gif] [smilie=To funny.gif]....ma visto che ci sei perchè non mi regali direttamente un soggiorno in qualche bel villaggio resort ai Caraibi... così il bagno me lo faccio pure io assieme ai miei pennuti [smilie=041.gif] [smilie=041.gif] [smilie=041.gif]
NB Lino scusa x OT... non arrabbiarti
allevavo Waterslager Malinois. Ora solo Canarini di colore (agata opale)
10HX
____________________________
ciao da Nico

lancashire
Messaggi: 1355
Iscritto il: 15 settembre 2005, 16:17
Località: S.C.V.
Contatta:

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lancashire » 23 gennaio 2008, 11:49

PRECISAZIONE: al punto VII) Umidità è stato indicato come da link la percentuale di umidità teoricamente necessaria, rilevo dai link tra il 70% ed il 75% per la conservazione, mentre per l'incubazione IN INCUBATRICE una umidità relativa del 52%, non ho la verità in tasca, ma credo che l'umidità di cova indicata sia specifica per le incubatrici forse la variazione di percentuale è dovuta a varie considerazioni tra cui quella che in incubatrice manca la madre a covare o forse perchè l'articolo è specifico per le galline e non per i canarini; l'articolo pone grande rilevanza al grado di umidità cosi come la pongono svariati allevatori di canarini.
Le notizie rinvenute sulla "biblioteca di internet" sono estremamente generiche e generalmente indicano una umidità relativa in cova del 65% circa.
Ritengo possa derivare da:
1) una certa omertà da parte di allevatori professionali o
2) misurazione dell'umidità molto superficiali e non controllate.

SONO GRADITI INTERVENTI POSSIBILMENTE SUPPORTATI DA DOCUMENTAZIONE GRAZIE
[color=#0000BF][b]Lino[/b] (Non allevatore 46FT) Skype = superelabora[/color]
[color=#BF0000][i]«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

«E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.»

Albert Einstein .[/i][/color]

giuseppe2603
Messaggi: 1426
Iscritto il: 12 marzo 2007, 15:07
Località: Milano

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da giuseppe2603 » 26 gennaio 2008, 8:08

pasgal ha scritto:Ragazzi ma voi cosa utilizzate come fondo per conservare le uova?
Ovatta, carta morbida?

Inoltre anche voi rigirate ogni giorno le uova?
Pasgal io utilizzo l'ovatta ce le posiziono sopra, ovviamente facendo un uncavo con le mani...e non le ho mai girate.

Ciao.

Fausto
Messaggi: 2742
Iscritto il: 16 luglio 2006, 19:29
Località: Prov. MI

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Fausto » 26 gennaio 2008, 15:03

Metto due dischi di ovatta ( sono quelli che la moglie usa per togliersi il trucco ) in un feltrino per il nido e ci metto sopra le uova, in posizione verticale. Ogni feltrino ha un numero che corrisponde al numero della gabbia.Giro le uova tre volte al giorno.
[b][color=#4040FF]RNA 29HM[/color][/b]
[color=#4040FF][i]" Meglio stare zitti e dare l'impressione di essere stupidi, che aprir bocca e togliere ogni dubbio "[/i][/color] - J. J. Rousseau
[color=#FF0000][b]No messaggi privati, per favore. Le domande vanno postate nel forum. Grazie[/b][/color]

mStadio
Messaggi: 6
Iscritto il: 25 gennaio 2008, 12:21

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da mStadio » 28 gennaio 2008, 11:34

Ho una grande difficoltà e non vi nascondo un po' di apprensione quando devo togliere le uova dal nido per sostituirle con quelle finte. ho notato che appena deposto ogni uovo (c.ca alle ore 10.00 del mattino), la femmina non esce dal nido e il maschio la imbocca costantemente. Dopo averle sottratto l'uovo ed averlo sostituito, noto una minore costanza della femmina che abbandona più frequentemente la covata.
già che ci sono vi chiedo notizie sull'opportunità di marcare le uova (buone) quando vengono reinserite nel nido per eventualmente avere riscontro sulla relazione tra infruttuosità e tempo di conservazione, temperatura, umidità, ecc. che possono variare durante la conservazione.

Albatro
Messaggi: 599
Iscritto il: 8 gennaio 2006, 20:16

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Albatro » 28 gennaio 2008, 11:55

mStadio ha scritto:Ho una grande difficoltà e non vi nascondo un po' di apprensione quando devo togliere le uova dal nido per sostituirle con quelle finte. ho notato che appena deposto ogni uovo (c.ca alle ore 10.00 del mattino), la femmina non esce dal nido e il maschio la imbocca costantemente. Dopo averle sottratto l'uovo ed averlo sostituito, noto una minore costanza della femmina che abbandona più frequentemente la covata.
già che ci sono vi chiedo notizie sull'opportunità di marcare le uova (buone) quando vengono reinserite nel nido per eventualmente avere riscontro sulla relazione tra infruttuosità e tempo di conservazione, temperatura, umidità, ecc. che possono variare durante la conservazione.
Quando reinserisci le uova non sai ancora se sono feconde o meno, questo lo saprai solo dopo averle reinserite e fatte covare per almeno 7/8gg, dopo questo periodo effettuando la speratura saprai quante sono feconde e quante bianche.
Se vuoi marcare le uova per analizzare in base al tempo, temperatura, umidità di conservazione come eventualmente puoi avere delle perdite...puoi farlo , purchè le marchi solo a matita, resta però il fatto che per trarne dei risultati dovresti sapere a priori quante effettivamente erano feconde.

androsxxx
Messaggi: 95
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 15:49

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da androsxxx » 14 febbraio 2008, 15:35

nessuno ha detto nulla delle uova senza guscio!! ne sapete qualcosa??? ciao ciao
Andrea :)

hermannib
Messaggi: 138
Iscritto il: 29 gennaio 2008, 15:56
Località: napoli

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da hermannib » 14 febbraio 2008, 16:01

nn avendo a disposizione l'uovo finto per la sostituzione.. che andrò a comprare a breve... ho natato che la femmina si è messa a covare un po' ? posso toglierlo ora l'uovo oppure no?
RNA 61MU

gnagnax
Messaggi: 2993
Iscritto il: 16 ottobre 2007, 19:23
Località: messina

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da gnagnax » 21 febbraio 2008, 15:30

ho sentito dire che il bagnetto serve alla femmina in quanto favorisce la schiusa dell'uovo e la fuoriuscita del pullo
[color=#FF0000]Non smettere di cercare ciò che ami o finirai per amare ciò che trovi[/color]

Kiky
Messaggi: 191
Iscritto il: 28 ottobre 2007, 22:24
Località: Alzano Lombardo (BG)

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da Kiky » 22 febbraio 2008, 18:34

hermannib ha scritto:nn avendo a disposizione l'uovo finto per la sostituzione.. che andrò a comprare a breve... ho natato che la femmina si è messa a covare un po' ? posso toglierlo ora l'uovo oppure no?
Arrivo in ritardo, non so se ti può servire ancora... comunque, per il futuro:
"Ogni volta che l'uovo viene tolto, si usa sostituirlo con altro artificiale; per il primo e per il secondo non vi è una reale utilità. La sostituzione è invece necessaria a cominciare dal terzo, perchè, altrimenti una femmina che dovesse deporre solo 3 uova e che, per ciò, inizierebbe la cova dopo la deposizione del 3° uovo, trova il nido vuoto per 24 ore e, talvolta abbandona tutto."
"Canaricoltura", Zingoni
Chiara

lucas
Messaggi: 102
Iscritto il: 21 marzo 2007, 19:47
Località: Chiesina Uzz. PISTOIA

Re: Il decalogo delle uova.

Messaggio da lucas » 22 febbraio 2008, 19:22

BUONA FRITTATA A TUTTI [smilie=Drogar-Laugh(LBG).gif] [smilie=Drogar-Laugh(LBG).gif] [smilie=Drogar-Laugh(LBG).gif] [smilie=Drogar-Laugh(LBG).gif]
IO tutti gli anni ne rompo minimo 3 dunque maneggiare con cura FRAGILE!!!!!!!!!!!
Non siamo gli ultimi di ieri ma i primi di domani!!! R.N.A. 07MC
Ldux x gli amici, non compagni!

Rispondi