Quale atlante per il birdwatching?

Birdwatching, termine derivante dalla lingua inglese che significa "osservare gli uccelli" nel loro habitat, studiarne i comportamenti e le abitudini.

Moderatore: Giampiero

Rispondi
SILVIO
Messaggi: 10
Iscritto il: 25 gennaio 2011, 12:09

Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da SILVIO » 25 gennaio 2011, 12:21

Ciao a tutti sono completamente nuovo in questo campo ed essendomi avvicinato a questo hobby con mio figlio l' estate scorsa, vorremmo arrivare alla prossima con qualche nozione in più. Ho letto che sono necessari: il binocolo (siamo a posto) e l'atlante per riconoscere e classificare ciò che vediamo. Sapreste darmi qualche consiglio su atlanti da acquistare? Il nostro principale posto di osservazione è l' astigiano e le montagne nel circondario di Torino. Grazie

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Amanu71
Messaggi: 212
Iscritto il: 10 dicembre 2010, 20:48
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da Amanu71 » 28 febbraio 2011, 20:52

Ciao, io pratico birdwaching da una decina d'anni e credimi stai per entrarte in un mondo che ti darà enormi soddisfazzioni, ma soprattutto grandi emozioni, senza dubbio rimarrai affascinato da cosa la natura può dare sia in termini visivi che sentimentali. Vorrei inoltre farti i complimenti per voler coinvolgere tuo figlio in qualcosa che tutti dovrebbero fare, dare un'educazione naturalistica è il modo migliore per imparare a vivere in piena sintonia con noi stessi e con gli altri. Il tuo dovrebbe essere un esempio da seguire per tutti i genitori che vogliono un futuro migliore in questo mondo. Salvare la natura è dare a se stessi un futuro migliore.
Detto questo, riuguardo alla tua domanda, posso dirti che non avrai certo difficolta a trovare ciò che cerchi sia su internet che nelle librerie. Vi sono numerosi testi che parlano del birdwatching,dal piu dettagliato alle guide piu esemplicative e ideali per chi è all'inizio. Riguardo la tua specifica richiesta ho trovato interessante un volume:"La nuova guida del Birdwatcher" di Hayman Peter - Hume Rob: questo libro è una guida al riconoscimento degli uccelli che nascono in Europa o la visitano regolarmente. Le 430 specie sono illustrate con dettagli a colori, in volo e a riposo. I simboli mostrano le caratteristiche salienti di forma e habitat. Una codifica a colori raggruppa le famiglie di uccelli per veloci raffronti. Peter Hayman è ornitologo e Rob Hume curatore della rivista "Birds", pubblicata dalla Royal Society for the Protection of Birds.
Ti auguro un buon viaggio per la tua nuova passione :-)

SILVIO
Messaggi: 10
Iscritto il: 25 gennaio 2011, 12:09

Re: Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da SILVIO » 28 febbraio 2011, 21:17

Intanto grazie per la risposta, avevo quasi perso le speranze non vedendo risposte. Grazie inoltre per le tue belle parole. Credo infatti in un coinvolgimento delle persone: nel senso che se una cosa ti piace, la ami, sei portato automaticamente a rispettarla. Sono un appassionato astrofilo da tempo ed ho imparato, osservando il cielo, a comprendere quanto siamo piccoli al confronto dell' universo (e quindi verrebbe da dire insignificanti al suo cospetto) ma al tempo stesso complicati. In breve ho imparato ad amare la natura in molti suoi aspetti e mi sento bene solo quando sono a contatto con essa. Lavoro in ospedale a contatto con tristezze d' ogni genere e quando ho un po' di tempo libero mi piace isolarmi per provare il contatto con la natura. Mi piacerebbe trasmettere a mio figlio il mezzo per raggiungere queste emozioni e poi...egoisticamente parlando, qualunque cosa faccia insieme a mio figlio non è mai tempo perso. Nel ringraziarti ancora ti garantisco che correrò a procurarmi questo libro. Nel frattempo, visto che non ho capito di che regione sei , vorrei chiederti un consiglio: da dove si comincia ad osservare? Esempio: vado in un bosco, sto fermo e zitto e aspetto? C' è qualche trucco particolare per individuare un sito di osservazione? Scusa l' ingenuità ma non sapendo nulla non ho idea da dove cominciare.
Ciao Silvio

pompeleflavio
Messaggi: 745
Iscritto il: 27 gennaio 2008, 19:00

Re: Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da pompeleflavio » 1 marzo 2011, 13:49

ciao,
complimenti anche da parte mia per lo spirito che hai, coinvolgere anche i più piccoli in queste cose credo sia la cosa più saggia da fare in questa società più che manipolata.
aggiungo se nonn spiace qualche altro titolo di guide utili.

Premesso che il birdwatching come attività vera e propria, anche a livello dilettantistico va fino a prova contraria praticata in campo, cioè nell'ambiente, è necessario possedere una guida di piccolo formato chiamata anche guida da campo per poterla velocemente consultare al momento, subito dopo un avvistamento e farsi già un idea di che specie può trattarsi. Può capitare infatti di osservare col binocolo un uccello e avere la fortuna che quell'uccello rimanga fermo dov'è per diverso tempo. In queste circostanze si ha modo di poter apprezzare le caratteristiche dell'animale (forma, postura, colori piumaggio, dimensioni ecc) alternandosi a efficaci occhiate alla guida che si ha sotto mano.
A casa , in un secondo momento con estrema calma , sulla stessa guida ma anche su una guida più completa oltre a consultare siti web, è possibile togliere ogni dubbio e arrivare a determinare la specie con sicurezza quando possibile. Lo scatto di qualche foto può aiutare molto, ogniuno fa a modo suo poi.


-per le prime armi buona "la nova guida del birdwatcher" non l'ho mai avuta perchè uscita da non molto e usandone già altre non la cerco neanche; l'ho sfogliata qualche volta così per darci un occhio, a mio parere contenuti ovviamente rientranti nello standard ( quindi nozioni essenziali e non poemi di roba), disegni più che comprensibili, unica pecca l'impaginazione piuttosto confusa per via delle ridotte dimensioni delle guida , con conseguente ammasso di disegni e testi...poi va a gusti, se uno si capisce lo stesso tanto meglio.

-altra , di un gradino in più, "Uccelli d'europa" della mondadori di bertel bruun e arthur singer. Formato ideale da campo , ( per metterla in tasconi, macchina , zainetto senza tanti problemi) , testi separati dai disegni , cartine di distribuzione in europa delle specie con segante le zone di passo, di nidificazione ecc , molto apprezzabile, io mi son trovato bene.

se giri in qualche libreria ben fornita o nei siti ne trovi molte altre, mio consiglio è vederle e sfogliarle di persona prima di acquistarle.
come ultima ottima, considerato il top è "Bird guide" della Collins , testo in inglese, disegni eccelenti, eauriente in tutto e per tutto, un po' costosa ma ne vale la pena. Utilizzata forse più da esperti, io la uso solo per consultare i disegni che sono chiarissimi ma accessibile a chiunque. Esiste in formato piccolo e grande.

ps: no comprare guide con le foto, opta per quelle a disegni.
ciao

Amanu71
Messaggi: 212
Iscritto il: 10 dicembre 2010, 20:48
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da Amanu71 » 1 marzo 2011, 20:50

SILVIO ha scritto:Intanto grazie per la risposta, avevo quasi perso le speranze non vedendo risposte. Grazie inoltre per le tue belle parole. Credo infatti in un coinvolgimento delle persone: nel senso che se una cosa ti piace, la ami, sei portato automaticamente a rispettarla. Sono un appassionato astrofilo da tempo ed ho imparato, osservando il cielo, a comprendere quanto siamo piccoli al confronto dell' universo (e quindi verrebbe da dire insignificanti al suo cospetto) ma al tempo stesso complicati. In breve ho imparato ad amare la natura in molti suoi aspetti e mi sento bene solo quando sono a contatto con essa. Lavoro in ospedale a contatto con tristezze d' ogni genere e quando ho un po' di tempo libero mi piace isolarmi per provare il contatto con la natura. Mi piacerebbe trasmettere a mio figlio il mezzo per raggiungere queste emozioni e poi...egoisticamente parlando, qualunque cosa faccia insieme a mio figlio non è mai tempo perso. Nel ringraziarti ancora ti garantisco che correrò a procurarmi questo libro. Nel frattempo, visto che non ho capito di che regione sei , vorrei chiederti un consiglio: da dove si comincia ad osservare? Esempio: vado in un bosco, sto fermo e zitto e aspetto? C' è qualche trucco particolare per individuare un sito di osservazione? Scusa l' ingenuità ma non sapendo nulla non ho idea da dove cominciare.
Ciao Silvio
Ciao silvio, mi chiedi di dove sono? della Sardegna. Volevo aggiungere che anche i consigli che ti ha dato flavio sono ottimi, sia sui testi che per quanto riguarda la pratica sul campo: approposito di questo un mio modestissimo parere per iniziare ti consiglierei di fare una vista alle oasi o zone protette, non so che zone frequenti ma sicuramente qualche oasi WWF o area protetta ci sarà dalle tue parti. Volendo puoi scegliere se fare percorsi con guide o anche da solo, con appostamenti in capanni che permettono un ottima visuale e evitano che la fauna venga disturbata. In questo modo potrai ammirare la natura e avrai la certezza di vedere i suoi abitanti. Ovviamente poi deciderai tu sui posti. Un altro piccolo consiglio, gli abitat dove ammirare la natura sono vari ed in ognuno di essi trovi specie diverse. Io personalmente frequento i luoghi dove l'acqua la fa da padrona,frequento zone umide:laghi,stagni,saline,fiumi e ovviamernte vivendo in sardegna mare :-) . Considerando che l'acqua è sorgente di vita, attorno ad essa la natura da il meglio :-)
Ovviamente ci sarebbe da fare dei romanzi sull'argomento e questo è solo un forum...quindi armati di guide e buona natura :-) aspettiamo che ci racconti le tue esperienze.

Per iniziare prendi in considerazione queste piccole e semplici regole:

- La sicurezza e l'incolumità degli uccelli devono avere la precedenza su tutto.

- L'ambiente naturale va sempre rispettato e protetto.

- Non disturbare gli uccelli o gli altri animali in alcun modo, e quindi, ad esempio, non provocare l'involo degli uccelli soprattutto durante il periodo venatorio o durante la migrazione nelle zone dove gli uccelli sostano per alimentarsi o, anche, in presenza di condizioni climatiche avverse.

- Non disturbare le coppie durante le attività produttive (corteggiamento, costruzione del nido, cova, allevamento dei pulli) o in prossimità dei nidi.

- Fare attenzione a chi riferite gli avvistamenti specialmente di specie rare, minacciate, oggetto di commercio o cacciabili.

- Denunciare senza indugi agli organi competenti o alle associazioni naturalistiche eventuali azioni illegali ai danni degli uccelli e della natura in genere.

- Rispettare le leggi in vigore in materia di protezione della fauna e della natura.

- Rispettare i diritti dei proprietari dei terreni da noi praticati.

- Mantenere un atteggiamento onesto e leale quando si effettuano e si riferiscono le osservazioni.

- Comportarsi all'estero come se fossimo nel nostro paese, e fuori di casa come nel nostro giardino.

SILVIO
Messaggi: 10
Iscritto il: 25 gennaio 2011, 12:09

Re: Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da SILVIO » 2 marzo 2011, 18:05

Grazie ancora per le informazioni preziose. Proveremo a cimentarci e sarà mia premura farvi sapere com' è andata. Diciamo pure che per male che vada sarà comunque bello per me passare due ore con mio figlio a contatto con la natura.....lontano da arrivismo e ipocrisia. Ciao a presto

Nottingham
Messaggi: 18
Iscritto il: 29 luglio 2011, 9:57

Re: Quale atlante per il birdwatching?

Messaggio da Nottingham » 2 agosto 2011, 15:42

io ho trovato un vero e proprio vademecum del birdwatcher su questo sito http://www.ebnitalia.it/, con una mappa molto utile di dove recarsi ed andare lo consiglio a chi ha questa passione o vuole iniziare a coltivarla

Rispondi