Consigli sull'allevamento del Diamante di Gould

Di: Sabina Romoli - Foto: Dario Dell'Anno - Pubblicato il: 22/10/2006

Il Diamante di Gould, croce e delizia di molti appassionati.

Ebbene sì, per chi si avvicinasse per la prima volta a questo spettacolare uccellino, deve sapere che non è uno qualunque.

Già i colori del suo piumaggio gli danno un'aria importante e così è il suo carattere, un pò' stravagante e lunatico. Ma ai neofiti consiglio di non farsi suggestionare o impaurire da quello che le persone più o meno esperte possono dire di lui.

Il primo passo da fare è acquistate una coppia sana (almeno all'apparenza) e vispa.

Alloggiateli in una gabbia rettangolare di almeno cm 60 di lunghezza.

Metteteli in un luogo tranquillo della casa o anche fuori, basta che siano coperti dalle intemperie.

Non devono essere spaventati spesso, altrimenti si stressano e i soggetti più deboli possono anche soccombere, specie se presi in mano.

Un consiglio per chi desidera farli accoppiare, dico di acquistare due coppie e o di tenerli tutti nella stessa gabbia (i Gould amano la compagnia altrimenti si intristiscono) oppure dividere i maschi dalle femmine e riunirli, (magari facendo scegliere a loro il compagno), nel periodo dell'accoppiamenti.

Il cibo più consono a questa specie è un buon misto per ESOTICI (con molta scagliola e miglio), in una mangiatoia a parte io somministro loro un misto di mia invenzione composto da dieci parti di MIGLIO BIANCO, sette parti di SCAGLIOLA e due parti di MIGLIO ROSSO.

Vi assicuro che il contenuto di questa mangiatoia viene letteralmente divorata e li mantiene in ottima forma; questo composto datelo nel periodo degli accoppiamenti e dell'allevamento e durante la muta.

Importante, un buon pastone, con pochi grassi (max. 8%) e con un valore proteico medio (16-17%).

Senza fare pubblicità, esiste in commercio un pastone apposito per i piccoli esotici, è fantastico!

Importante, abituateli da subito a mangiarlo, altrimenti ci potrebbero essere dei problemi.

Il pastone va dato tutti i giorni, durante le cove e due volte la settimana durante gli altri periodi.

Nel pastone somministro la SPIRULINA, un'alga verde che ravviva i loro colori, innalza il valore proteico e li protegge da malattie infettive. In una ciotolina a parte mettete il GRIT con una spolverata di sali minerali in polvere e l'osso di seppia, intero è meglio così si puliscono e affilano il becco. Due volte la settimana un buon polivitaminico nell'acqua del beverino.

Come affrontare al meglio il fatidico periodo cove?

Prima di tutto, è importante partire con soggetti SANI, non mi stancherò mai di ripeterlo, anche perché per i Diamanti di Gould fare uova e allevare la prole è veramente stressante. I mesi a loro più consoni per allevare sono SETTEMBRE-OTTOBRE-NOVEMBRE.

I Diamanti di Gould possono vivere anche sette-otto anni e quindi anche coppie di tre anni possono riprodursi tranquillamente. Il maschio sano da quando comincia la muta fino a settembre canta ininterrottamente, la femmina sana ed in estro deve avere il becco nero, a qualunque mutazione appartenga.

Se siamo in possesso di due soggetti con queste caratteristiche allora possiamo provare a metterli nella stessa gabbia con il nido.

Il tipo di nido più adatto per i Diamanti di Gould è simile a quello che si usa per i pappagallini però più piccolo e con l'apertura rettangolare invece che tonda. Esiste in commercio anche un tipo di nido specifico per i Gould, in legno e con la doppia camera, la prima è dove si trova l'entrata, la seconda è quella per la cova, è fatto così per avere più oscurità, in questo modo le escrescenze blù fluorescenti ai lati del becco dei piccoli si illuminano e i genitori per istinto l’imbeccano di più.

nidiata di Diamanti di Gould di pochi giorni

Una nidiata di Diamanti di Gould di pochi giorni, da notare le escrescenze fluorescenti ai lati del becco che facilitano l'imbecco nell'oscurità del nido.

Foto e Allevamento Dario Dell'Anno

Personalmente, non ho mai usato questo tipo di nido che secondo me è troppo contorto e piccolo (una covata di Gould è spesso composta da sei piccoli); ho invece usato quello per i pappagallini INSEPARABILI, sempre in legno, più lungo in orizzontale e con un grande foro tondo da un lato e i miei Gould l'hanno subito apprezzato.

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse