Il Canarino Gloster

Di: Carlo Balestrazzi - Foto: - Pubblicato il: 08/05/2011

Origine del Canarino Gloster

Canarino Gloster

Delle origini del Canarino Gloster si conosce tutta la storia a differenza delle altre razze Inglesi di Canarino di cui si hanno notizie vaghe, a volte solo dicerie o leggende.

Il canarino Gloster  è il risultato delle selezioni operate dalla Sig.ra Rogerson di Cheltenham sui canarini Crest dell'allevatore John McLay (Scozia), incrociati con canarini Harzer e con soggetti di razza Border Fancy dell'allevamento di J. M. Madagan.

Tutto ciò avvenne a partire dal 1918, la razza ebbe i primi riconoscimenti ufficiali nel 1925.

La Sig.ra Rogerson voleva selezionare dei canarini ciuffati (da qui l'utilizzo di Crest) di taglia ridotta.

Il risultato fu uno dei più piccoli e allo stesso tempo simpatici canarini domestici mai prodotti.

Gloster è la grafia moderna per Gloucester, nome di città ma anche di Contea, il Gloucestershire, dove appunto è sita la Città di Cheltenham, in Inghilterra.

Allevamento in cattività del canarino Gloster

E' un canarino facilissimo da allevare, adattissimo a chi voglia iniziare questo hobby con pretese sportive, ed è sicuramente una palestra validissima per imparare ad accoppiare, selezionare ed esporre canarini di razza.

Se questo canarino ha un difetto, è quello di stancare l'allevatore a furia di centinaia di soggetti prodotti.

Mentre con altre razze, a volte, le cose non vanno come ci si aspetta, ma in senso negativo, con i Gloster avviene l'esatto contrario.

Io ne ho una lunga esperienza, e non riesco a ricordarmi nemmeno un trattamento sanitario, se non preventivo, fatto ad un esemplare di Gloster.

Non riesco nemmeno a ricordarmi perdite di adulti o di pulli, anche se probabilmente qualcuno sarà morto, ma non riesco, nemmeno concentrandomi, a ricordarne uno.

Ricordo invece i soggetti migliori e quelli premiati.

Sono canarini robustissimi, intelligenti e grandissimi riproduttori.

Alimentazione del canarino Gloster

Il loro cibo è costituito da semi per canarini, mela e verdura fresca, se si ha voglia di andare in campagna, le solite spighe immature, grit e osso di seppia.

I maschi cantano, si capisce così il sesso dei vari soggetti, sono i primi ad entrare in estro, e sfornano tre/quattro covate di novelli sani e vivaci.

Non conoscono l'uso di balie, ma a volte sono balie loro stessi, avendo ottime doti parentali.

Ho sempre dato loro un pastoncino commerciale, dato che si arriva presto a venti – trenta coppie in cova, anche senza arricchimento in proteine.

Riproduzione del canarino Gloster

Avere un paio di coppie di Gloster significa letteralmente aprire una fabbrica di canarini.

Ovviamente, se i fini sono espositivi, bisognerà ragionarci un pò, non fare le cose come vengono.

Il problema di questa razza è dato dal fatto che, per avere una bella forma del corpo arrotondata e lunghe piume sul capo, si accoppiano quasi sempre brinato X brinato.

Questo tipo di accoppiamento porta però come conseguenza l'aumento di taglia.

Quindi bisogna operare in campi contrapposti, aumentando la piuma ma diminuendo la taglia.

A questo proposito, in passato, qualcuno cercava di utilizzare ibridi di Verzellino (Serinus serinus) e loro discendenti (il Verzellino, ibridato con il Canarino, produce una certa quantità di F1 fertili), allo scopo di ridurre la taglia.

Il Verzellino, però, trasmette alla discendenza una particolare forma di testa e becco, che possono portare l'esemplare a squalifica.

Il mio consiglio è sempre quello di far tesoro degli intensi (o semi intensi) e dei verdi, e di accoppiare sempre maschi piccoli, poi la quantità di novelli che vengono prodotti aiuta ad avere molto materiale tra cui scegliere.

Se si allevano canarini Gloster, è bene prevedere una grande voliera interna, oppure una esterna che possa essere però chiusa durante l'inverno nel Nord.

Nessun problema di riscaldamento mi ha mai assillato con i Gloster.

La cosa importante è che possano fare del moto, volare, ed avere un mare di spazio a disposizione.

Ricordo annate con 200 novelli tutti sani e vivacissimi.

Caso mai, il problema, viene dopo, bisogna pensare a chi cederli, ed utilizzare tutte le uccellerie che si conoscono e le mostre scambio, perché sono estremamente prolifici.

Solo il vecchio buon Canarino Italico (oggi estinto) era in grado di competere con i Gloster, anche se molto selezionati.

Evidentemente, la riduzione costante della taglia porta giovamento ai canarini.

Chi intende allevarli, provi ad iniziare con una o due coppie, poi veda.

Il tipo di accoppiamento è di solito quello a coppia fissa, ma è possibilissimo anche utilizzare un maschio per più femmine, tenendolo separato dopo la deposizione da parte della femmina.

Al momento in cui i pulli saranno usciti dal nido, il maschio farà il suo dovere di imbeccatore anche con tanti novelli.

Lo Standard non ammette l'uso di alimenti coloranti.

Aspetto e caratteristiche del canarino Gloster

Il canarino Gloster si presenta in due varianti, quella col ciuffo, che deve essere ben centrato sul capo, con piumette ricadenti senza coprire completamente gli occhi ma quasi; il ciuffo del Gloster è un po' meno imponente di quello del Crest; e quella non ciuffata, detta Gloster Consort che dovrà comunque avere morbide e lunghe piume sul capo ed una testa perfettamente rotonda.

La taglia deve essere minuta, circa 11-11,5 cm.

A parità di valutazione vince il soggetto più piccolo.

Canarini Rex

Concludo citando i canarini "Rex", razza Francese creata dal Sg. M. Cioutat, e non ancora ufficialmente riconosciuta, che sono dei Gloster, Crown oppure Consort, di colore (anche a fattore rosso).

Devono essere unicolori, senza pezzature, e senza nemmeno il ciuffo di colore scuro.

Pare che stia crescendo il numero di appassionati che li allevano.

Auguri!

Network

Deda Web - Soluzioni avanazate per il web Annunci Natura Trova Natura - La natura a portata di mouse