Che uccellino è?

Chiedi aiuto per i nidiacei in difficoltà caduti dal nido.
pier lorenzo orione
Messaggi: 17166
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 6 giugno 2019, 17:17

puoi lasciare l'acqua sempre a disposizione si regolerà lui ,attenzione a usare un recipiente non molto alto e con solo un dito d'acqua, potrebbe annegare

ASSISTENZA CLIENTI

tel: 0823 14 99 478
cell: 389 24 90 671
shop@hobbyuccelli.it

Hobby Uccelli Shop

Per i tuoi acquisti ornitologici affidati ai professionisti!
Su Hobby Uccelli Shop trovi solo i migliori prodotti ed accessori per uccelli.
Prodotti disponibili in pronta consegna con SPEDIZIONE GRATIS in tutta Italia.
Vai al negozio online
Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 6 giugno 2019, 17:42

Certo, acqua che gli copre giusto gli artigli, anche se quando si frulla la butta tutta fuori ☺️
Grazie e a presto

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 15:22

Torno qui per gli aggiornamenti su Lino, finalmente è uscito dalla gabbia :)

Gli ho preparato una vecchia stanza che è appartata dal resto della casa, dove nessuno lo disturberà (tranne me quando gli porto le erbe fresche, l’acqua e per fare un po’ di pulizia), spero vada bene e che questa sia l’ultima fase prima della liberazione.

Come al solito sono un po’ lunga in chiacchiere ma spero che vogliate continuare a seguirmi.

La stanza è lunga più di 5 metri e larga 2,40.

Ho spostato tutto sul davanzale della finestra, casetta di legno, semi, acqua e ho appeso due contenitori con acqua dove metto le erbe prative.

I vetri della finestra resteranno sempre aperti, anche di notte, ho messo una zanzariera con uno sportellino che poi lascerò aperto in modo che lui, se vorrà, potrà tornare, anche se comunque dopo la liberazione pensavo di trasferire tutto (casetta di legno, acqua e semi) all’esterno sul muro a lato della finestra.

All’interno invece lascio la gabbia con gli sportellini aperti ma senza acqua né cibo in modo che perda l’abitudine di rifocillarsi in gabbia, o forse è meglio farla sparire? Pensavo di usarla solo per portarlo in giro nel giardino per qualche passeggiata dove crescono le prative in modo che cominci a mangiarle direttamente in natura. Poggio la gabbia sul terreno così che possa mangiarle attraverso le sbarre.

Vi metto foto e un paio di video, così se vi va mi dite se può andar bene.

Questa è la finestra con Lino a sinistra che divora il centocchio
Allegati
finestra.jpg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 15:24

Qui c’è Lino sul crespigno
Allegati
crespigno.jpg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 15:25

Questa è la stanza
Allegati
stanza.jpg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 15:46

E un paio di video se vi va di vederli
Allegati
lino-centocchio.mov
(16.16 MiB) Scaricato 43 volte

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 15:58

...e qui che fa il bagno :)
PS sta mettendo un pò di nero sotto gli occhi.
Allegati
bagno-lino.mov
(26.37 MiB) Scaricato 40 volte

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 11 giugno 2019, 17:58

Meraviglioso !
Direi che hai trovato la soluzione ideale .
Solo 2 piccole considerazioni :
- In caso di maltempo Lino sarebbe esposto alle intemperie per nutrirsi sulle piante , dato che sono proprio a ridosso della finestra . Se c'è bel tempo il problema non si pone.
- Sarà utile qualche posatoio (vanno bene anche delle piante robuste in vaso , se ne disponi) ,dislocati per tutta la lunghezza della stanza in modo che possa scegliere se stazionare in un angolo più riparato piuttosto che in una posizione più luminosa o areata .
Per il resto .... Lino non poteva finire in mani migliori [smilie=thumbsup.gif]

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 19:37

Grazie Giampiero, e si hai ragione, proprio ora sono stata da Lino e mi sembra un pò spaesato credo sul dove andare a dormire, si poggia sulla gabbia e appena sono entrata mi è volato sulle spalle cercando di annidarsi tra i capelli, io gli ho messo una di quelle casette di legno col buco ma ci restava solo quando era applicata alla gabbia e solo se ce lo infilavo io. Non vorrei tornasse alla gabbia... cerco subito qualcosa su cui possa appollaiarsi.

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 11 giugno 2019, 21:01

Si era appollaiato sull’unico mobile che c’è nella stanza, solo che avendo paura che avesse freddo l’ho preso e messo nella casetta e ci è rimasto perché era mezzo addormentato altrimenti probabilmente sarebbe uscito.
Non ho trovato ancora nulla ma domani gli procuro qualche ramo, questa è la prima volta che dorme fuori dalla gabbia e ho provveduto io... Ma i cardellini come dormono in natura per stare caldi? Intendo quando lasciano il nido e prima di farne un altro.

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 11 giugno 2019, 22:55

Infatti, mi chiedevo cosa fosse sta casetta di legno [smilie=eusa_think.gif] non la avevi mai menzionata prima , credo .

I Cardellini costruiscono il nido solo ed esclusivamente a scopo riproduttivo ; dopo l'involo dei pulli .... niente più nido .
Trascorrono la notte su posatoi naturali , tra le frasche di alberi , arbusti, siepi , canneti ...
Sono endotermi e piumati : producono calorie per metabolismo e il piumaggio ha funzione di termoregolazione .
Molti Uccelli diurni, specialmente quelli di piccole dimensioni, di notte entrano in una sorta di torpore accompagnato da abbassamento dei valori del metabolismo basale e, di conseguenza, della temperatura corporea. Questo permette loro di risparmiare consistenti riserve energetiche nel periodo di inattività notturna, in cui non possono nutrirsi. La loro attività è quindi ben sincronizzata con l'alternarsi dei periodi luce-buio, ovvero giorno-notte, e perciò dormono e non devono essere disturbati per tutta la notte.

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 12 giugno 2019, 8:24

La casetta di legno è questa, l’avevo attaccata alla gabbia e quando alla sera Lino è mezzo intorpidito ce lo infilo dentro e lui ci resta fino al mattino, l’ho riempita di filetti di muschio, erba e foglie secche e pezzettini di corteccia, questo perché pensavo che in natura i cardellini dormono sui rami gli uni accanto agli altri tenendosi caldi tra di loro, e Lino essendo da solo avesse freddo.
Allegati
casetta.jpg
casetta-erba.jpg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 12 giugno 2019, 8:25

Ho messo un ramo d’ulivo secco in un vecchio vaso dove, guarda caso, è cresciuto del crespigno :)

Ma visto che non ha bisogno della casetta cerco di mettergli anche qualche altra cosa, abbiamo una bell’ albero di alloro, prendo qualche ramo e cerco di sistemarglielo nella stanza in qualche modo.
Allegati
lino-ramo.jpg
lino-ulivo.jpg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 12 giugno 2019, 8:28

Ma spesso lo trovo sul mobile che ho coperto con dei teli, ieri sera era qui quando l'ho preso e messo nella casetta.
Ok allora se mi dici che non ha freddo anche se la finestra è aperta anche di notte non mi preoccupo.
Allegati
lino-mobile.jpg

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 12 giugno 2019, 10:31

Va bene così .
I Cardellini tollerano bene il freddo ; quello che temono sono le correnti d'aria ma , con la finestra su una sola parete non c'è pericolo che la stanza sia attraversata da correnti fastidiose .

Hai notato che Lino sta facendo la muta ?
Ventre e petto sono a buon punto , l'ultima parte a mutare sarà la testa e finalmente potrai ammirarlo in tutto lo splendore della livrea adulta .

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 12 giugno 2019, 11:34

Giampiero ha scritto:
12 giugno 2019, 10:31
Hai notato che Lino sta facendo la muta ?
Ventre e petto sono a buon punto , l'ultima parte a mutare sarà la testa e finalmente potrai ammirarlo in tutto lo splendore della livrea adulta .
si :) e vedo che il nero sotto gli occhi aumenta ogni giorno.
Quando dovrebbe completare la livrea? In base alle vostre indicazioni e considerato che Lino ha bisogno solo di crescere ancora un pò, rinforzare le ali e per il resto credo sia pronto ( :( sigh!...) conto di liberarlo entro luglio, non so se inizio o fine...più su si diceva luglio per le prative...

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 12 giugno 2019, 14:30

La muta si completa indicativamente in 6 settimane ; valutando a spanne , Lino dovrebbe essere entrato nella 3° .
Per i tempi relativi alla liberazione mi riservo di pensarci bene e magari discuterne con
Pier Lorenzo e gli altri amici del forum.
Hai fatto un gran bel lavoro fin'ora , facciamo in modo che non venga vanificato :wink:

pier lorenzo orione
Messaggi: 17166
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 12 giugno 2019, 15:18

qualche possibilità di sopravvivenza ce l'ha ,conosce le erbe che crescono nei campi ,sa come nutrirsene e vola già bene,il resto dovrebbe farlo il suo istinto di sopravvivenza,anche se le sue possibilità rispetto ai soggetti cresciuti dai genitori sono nettamente inferiori.non resta che sperare..

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 12 giugno 2019, 18:49

pier lorenzo orione ha scritto:
12 giugno 2019, 15:18
qualche possibilità di sopravvivenza ce l'ha ,conosce le erbe che crescono nei campi ,sa come nutrirsene e vola già bene,il resto dovrebbe farlo il suo istinto di sopravvivenza,anche se le sue possibilità rispetto ai soggetti cresciuti dai genitori sono nettamente inferiori.non resta che sperare..
Ma per quanto riguarda le tempistiche , cosa ne pensi?
Io avevo proposto di aspettare la fine del periodo di nidificazione ; forse il piccolo potrà trarre vantaggio dal comportamento gregario che assume la specie .... piuttosto che liberarlo troppo presto , quando gli adulti , ancora legati all'istinto territoriale allontanano i propri novelli .
Fine luglio ?

pier lorenzo orione
Messaggi: 17166
Iscritto il: 25 giugno 2009, 15:17

Re: Che uccellino è?

Messaggio da pier lorenzo orione » 13 giugno 2019, 8:37

si direi che va bene fine luglio,tempo bello ,abbondanza di erbe e cardellini novelli già svezzati che fanno branco ai quali potrebbe unirsi.comunque certezze non ce ne sono.

Max585
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 510
Iscritto il: 30 maggio 2011, 12:05

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Max585 » 13 giugno 2019, 13:57

Dipende anche dal clima. Se fine Luglio non diventa troppo caldo e arido, va decisamente bene per tutti i motivi elencati da Giampiero e Pier. Ma conta che molte zone in sud italia a fine Luglio, erbe "fresche" come centocchio o borsa di pastore non le trovi piu'! Altro elemento da considerare e' la forasticita'. Credo che Lino sia ancora troppo confidente verso l'essere umano. Fatti vedere il meno possibile sperando che acquisti un pochino di timore nelle prossime settimane.

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 13 giugno 2019, 18:35

Infatti , Max , hai elencato 2 aspetti importanti da tenere in considerazione .
Non mi intendo di botanica ma , posso testimoniare che in meridione il Cardellino è presente fino a settembre\ottobre (senza tirare in ballo la popolazione residente) ; vuol dire che l'approvvigionamento non manca .
Bisogna considerare la periodicità dalle piante :
Dalle mie parti (Appennino bolognese) , Crespigno , Tarassaco e Centocchio sono ormai passati ma , sono in piena fioritura e abbondanti altre specie, come Achillea , Ortica , Strigolo , Barba di becco , Piantaggine .... che negli aridi mesi estivi saranno "andati a seme" .
La confidenza verso l'uomo non è di secondaria importanza , si spera che la perda , ma può verificarlo solo Lia999 .
È confortevole la manifestazione di paura qui descritta :
Lia999 ha scritto:
6 giugno 2019, 14:56
... è passato il cane in lontananza e gli è quasi preso un infarto, ha cominciato a battere con le ali contro le pareti della gabbia come per voler scappare...

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 13 giugno 2019, 19:18

Ciao tutti e grazie come sempre per l’assistenza ☺️

Per le erbe prative, centocchio, romice e crespigno sono ancora in abbondanza ma non so fino a quando... e sono con i capolini maturi, Lino gradisce molto il centocchio perché più tenero e più facile da spolpare nei capolini.

Riguardo alla familiarità con me il timore ovviamente è che così come vola sulle mie spalle così può farlo con chiunque e la paura è che capiti in mani sbagliate, ragion per cui diminuisco drasticamente i contatti con lui, giusto fino a ieri andavo più spesso perché volevo vedere come andava in libertà nella stanza. Ma già oggi pomeriggio sono entrata e lui mi ha ignorato per tutto il tempo mentre prima volava da me appena entravo. Probabilmente è preso dalle “frasche” che gli ho messo...

Per la liberazione quindi aspetto luglio...nei prossimi giorni cerco comunque di tenere sotto controllo prative e cardellini in zona

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 13 giugno 2019, 19:20

Intanto mi sto facendo prendere dalla fantasia
Allegati
3D2B5AA8-D912-4FB1-9277-EAD82FEF49B4.jpeg
8C82C53C-EC97-4E04-892A-31689908716C.jpeg

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 13 giugno 2019, 21:01

Evidentemente ieri ti è volato in contro perché era spaesato, in un ambiente che non conosceva e senza posatoi .
Vedi adesso come appare a suo agio sulle frasche ?
L'empatia è una caratteristica prettamente umana , in natura non esiste , fatta eccezione , forse , per pochissime specie .
Sono propenso a credere che il distacco fisico permetterà a Lino di perdere o almeno ridurre significativamente la confidenza con l'essere umano .
Tempo al tempo .

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 13 giugno 2019, 21:53

Giampiero ha scritto:
13 giugno 2019, 21:01
Sono propenso a credere che il distacco fisico permetterà a Lino di perdere o almeno ridurre significativamente la confidenza con l'essere umano .
Tempo al tempo .
Si :) ora mi impegnerò nel distacco, anche se mi mancherà parecchio...ma va bene così, vorrei solo aumentare le sue possibilità di sopravvivenza.
Saluti a tutti

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 10 luglio 2019, 10:08

Ciao a tutti
Torno con gli aggiornamenti su Lino.
Credo che Lino sia pronto, mangia erbe e semi in gran quantità, quando gli porto le erbe fresche ci si fionda sopra, anche il distacco è andato avanti, quando entro nella stanza non viene da me come faceva prima e se avvicino la mano vola via, solo se resto più tempo per fare pulizia, cambiare l’acqua ecc allora mi vola sulla spalla ma se provo a prenderlo scappa via, insomma è molto schivo, io ormai vado molto raramente da lui e cerco di andarci comunque la sera quando è mezzo addormentato proprio per non interagire con lui ma comunque credo che il distacco totale ci sarà solo quando lo lascerò libero. Inoltre ho l’impressione che voglia proprio uscire sta quasi sempre attaccato alla rete della finestra e ogni tanto vola in modo molto violento e nervoso credo perché si spaventa per qualcosa magari qualche mio movimento, poi l’altro giorno sono entrate mia madre e mia sorella che volevano vederlo e io le ho fatte entrare anche per vedere la reazione di Lino che in effetti si è spaventato un bel po’, ha cominciato a volare molto nervosamente e si è nascosto tra i rami in alto.
Aspetto qualche altro giorno e poi tolgo la rete dalla finestra che lascerò aperta giorno e notte con le mangiatoie con semi e acqua sul davanzale, sperando di non trovare la stanza invasa da altri uccelli 🙄
Sto facendo caso alla presenza di cardellini e li vedo anche se ne vedo sempre uno alla volta, ma ci sono.
Metto le foto così mi date un parere sui colori, sta mettendo ciuffetti sulla testa. Sta diventando difficile fotografarlo...qui una delle ormai rare volte che si posa sulla spalla.
Allegati
DB1ACF37-B686-4664-B534-5D985D1F949D.jpeg
Ultima modifica di Lia999 il 10 luglio 2019, 10:12, modificato 1 volta in totale.

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 10 luglio 2019, 10:09

Ecco le altre foto
Allegati
B5D53990-AB5E-4167-82DC-8F6FCC472D4A.jpeg

Lia999
Messaggi: 78
Iscritto il: 12 maggio 2019, 11:58

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Lia999 » 10 luglio 2019, 10:11

Qui è di fronte
Allegati
10B13824-9D84-45FA-94C6-AB36571FFEEF.jpeg

Giampiero
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 1696
Iscritto il: 15 luglio 2015, 0:24

Re: Che uccellino è?

Messaggio da Giampiero » 10 luglio 2019, 11:28

Direi che tutto quadra .
Hai raccolto un pullo , restituisci alla natura un cardellino adulto e sano.
Non ti fa impressione vedere come è cambiato da quando lo hai accolto ?
Ha ancora confidenza con te perché ti riconoscere come la persona che lo ha allevato ma , come hai notato , è ben radicato l'istinto di fuggire dai predatori .
La muta , che è una condizione di particolare stress per gli uccelli , e che portano a compimento solo gli esemplari in buona salute è ormai ai dettagli.
Non mi sembra ci sia altro da aggiungere , solo un grosso in bocca al lupo a Lino da parte mia.

Rispondi