Il Pastoncino per uccelli: che cosa è e quando somministrarlo

Prima o poi il neofita che si avvicina all’allevamento degli uccelli domestici sentirà parlare del pastoncino per uccelli, in questo articolo proverò a spiegare che cosa è il pastoncino, quali sono le principali caratteristiche di questo mangime per uccelli, quando deve essere somministrato e quale tipo di pastone è più indicato in base alla razza/specie allevata.

Il Pastoncino per uccelli o più semplicemente pastone è un alimento complementare per uccelli domestici che abbinato al normale misto semi, contribuisce a migliorare il valore nutrizionale dell’alimentazione, cosa molto importante soprattutto in determinati periodi, come ad esempio la riproduzione e la muta, quando gli uccelli necessitano di un’alimentazione più nutriente e variegata.

Il pastone per uccelli è composto, generalmente, da sfarinati vari, per lo più prodotti derivanti dal panifico, arricchiti con alimenti ed ingredienti ricchi di vitamine, minerali e proteine, che consentono di apportare agli uccelli tutte quelle sostanze nutritive indispensabili per un’alimentazione sana e nutriente.

Spesso all’interno dei pastoncini presenti in commercio, per migliorare l’appetibilità del mangime, vengono aggiunti anche semi, generalmente il niger, e in alcuni casi, soprattutto per i pastoncini per uccelli indigeni, piccoli insetti ed invertebrati essiccati e disidratati per incrementare la quota proteica.

Nei pastoncini destinati ai pappagalli possiamo trovare, invece, frutta essiccata e bacche di cui questi uccelli sono particolarmente ghiotti.

Perchè bisogna somministrare il pastoncino agli uccelli?

E’ risaputo, che una dieta a base di soli semi, per quanto variegata, non è sufficiente a garantire agli uccelli domestici il giusto equilibrio alimentare e pertanto è fondamentale integrare l’alimentazione con nutrienti che possano apportare vitamine, minerale, aminoacidi e proteine, poco presenti nei semi che costituiscono i classici miscugli.

Anche in natura, soprattutto in determinati periodi come ad esempio la riproduzione, gli uccelli che generalmente sono granivori e quindi che prediligono un’ alimentazione a base di semi, integrano la loro dieta con insetti, bacche e frutti, che apportano un maggior numero di sostanze nutritive necessarie a regolare i processi biologici dell’organismo.

Pertanto il pastoncino per uccelli, trattandosi a tutti gli effetti di un alimento complementare, può essere tranquillamente utilizzato durante tutto l’anno in quanto contribuisce a migliorare il regime alimentare.

Naturalmente durante il “periodo di riposo“, che generalmente è quel periodo che va da fine muta ad inizio riproduzione, la somministrazione del pastoncino può essere ridotta a 2/3 volte a settimana.

Viceversa nei periodi di maggiore stress fisico, come il periodo della muta e quello della riproduzione è fortemente consigliato somministrare tutti i giorni il pastone.

Se sei alla ricerca di un pastoncino di qualità per migliorare l’alimentazione dei tuoi uccelli puoi consultare il nostro negozio online dove troverai una vasta scelta tra i migliori pastoni per uccelli.

Guarda tutti i Pastoncini per Uccelli

Classificazione dei pastoncini

I normali pastoncini per uccelli domestici che si trovano in commercio si distinguono sostanzialmente in Pastoncini Morbidi e Pastoncini Secchi.

Il pastoncino morbido è un alimento che presenta una quota di lipidi leggermente superiore rispetto a quella contenuta nel pastoncino secco che a sua volta presenta una quota proteica maggiore.

La differenza tra le due tipologie di pastoni per uccelli sta nella composizione e più preciamente nella tipologia di ingredienti utilizzata.

Generalmente il pastoncino secco è meno appetibile rispetto al pastoncino morbido, dove per il contenuto di grassi risulta più apprezzato, anche se molto dipende dalla razza di uccello e soprattutto da come è stato abituato.

Dall’unione delle due tipologie di pastoncino nasce il pastoncino semi-morbido o pastoncino semi-secco, ovvero un pastoncino dalla composizione intermedia rispetto alle due precedentemente elencate.

Un’altra differenza che caratterizza il pastoncino per uccelli è quella che lo va a classificare in pastoncino bianco e pastoncino giallo.

Il primo presenta una colorazione chiara che va quasi sul bianco in quanto è generalmente realizzato senza uovo e senza ingredienti che in qualche modo possano colorare il pastone ed utilizzato per tutti gli uccelli, come i canarini bianchi, che per motivi estetici non devono subire infiltrazione di colore giallo nel piumaggio.

Il pastoncino giallo, invece, è realizzato a base d’uovo e può essere utilizzato indiscriminatamente per tutti gli uccelli sia essi canarini che uccelli esotici, pappagalli o indigeni.

Un’ultima classificazione del pastone è quella che va a definire la specie di destinazione, infatti a tal proposito possiamo avere pastoncini per uccelli granivori (canarini, pappagalli, cardellini, uccelli esotici in generale) tra i quali rientrano i pastoni secci e i pastoni morbidi e i pastoncini per uccelli insettivori che sono arricchiti con frutta, bacche e soprattutto insetti essiccati.

Quando somministrare il pastoncino

Generalmente, ma questo può variare da allevatore ad allevatore, il pastoncino secco, essendo caratterizzato da una quota proteica più alta e da un basso contenuto di grassi, è utilizzato durante il periodo della riproduzione poichè la maggiore quota di proteine favorisce lo sviluppo strutturale e muscolare dei pulcini.

In particolare, durante il periodo della riproduzione, molti allevatori preferiscono aggiungere al pastoncino secco anche vitamine, proteine, sali minerali per migliorarne la composizione e fornire quindi un alimento più nutriente che possa contribuire attivamente alla formazione ossea e strutturale dei nuovi nati.

A tal proposito, al pastone secco, possono essere aggiunti anche i semi germinati, ancora umidi in modo da “ammorbidire” il pastoncino e renderlo più appetibile.

Un’altra soluzione per migliorare l’appetibilità del pastoncino secco e soprattutto per arricchirlo di sostanze nutritive è quella di aggiungere l’uovo sodo macinato in modo da ottenere un composto fragrante dalla consistenza morbida e particolarmente ricco di nutrienti in particolare vitamine, proteine e minerali se l’uovo viene macinato con tutto il guscio.

Viceversa un pastoncino morbido è utilizzato durante il periodo della muta in quanto la percentuale grassa favorisce la formazione del piumaggio e del colore ma soprattutto consente l’accumulo di grasso che sarà utilizzato come riserva nel periodo invernale soprattutto per quei uccelli che sono alloggiati in ambienti freddi e non riscaldati o all’esterno.

Anche in questo caso gli allevatori più attenti preferiscono personalizzare la razione di pastoncino con vitamine e minerali specifichi che favoriscono la crescita delle piume e migliorare la struttura e la colorazione.

Proprio in merito alla colorazione è importante sottolineare che al pastoncino può essere aggiunto il colorante alimentare per uccelli che consente la colorazione degli uccelli come tutti gli uccelli a fattore rosso. Di questo aspetto ne parleremo successivamente in un nuovo articolo dedicato ai coloranti per uccelli.

Vitamine per la Muta degli Uccelli

In commercio esistono vitamine specifiche che aggiunte al pastoncino o direttamente all’acqua di abbeverata (se idrosolubili) possono contribuire attivamente a velocizzare il processo naturale della muta, favorendo la crescita di piume forti e resistenti.

Per chi fosse interessato può approfondire l’argomento consultando la sezione Vitamine per la Muta del nostro negozio online specializzato in ornitologia.

“Fai da te” per la realizzazione di pastoni artigianali

Sul web girano moltissime ricette e video per realizzare a casa il pastoncino da somministrare ai propri uccelli.

Premetto fin da subito che non ho nulla in contrario nel preparare artigianalmente il pastone, ma credo che sia il caso di fare alcune importanti riflessioni analizzando i pro e i contro.

Tra i PRO del pastoncino artiginale spicca sicuramente il fatto che preparando il pastone in casa possiamo avere la certezza degli ingredienti e della loro qualità, inoltre un’altro fattore da non sottovalutare è sicuramente la “freschezza” dell’impasto.

Tuttavia bisogna però considerare che un pastone preparato e confezionato da un’azienda specializzata è costituito da ingredienti specifici per uccelli e presenta (per normativa) i valori analitici riportati sulla confezione.

Pertanto di un pastone commerciale conosciamo nel dettaglio la percentuale e la tipologia di vitamine contenute, la percentuale di grassi e soprattutto la percentuale di proteine.

Inoltre questi pastoncini, prima di essere messi in vendita, sono sottoposti a numerosi test, in particolare sono provati in allevamento per testare l’efficacia e l’appetibilità.

Precedente

L’Uovo Sodo – Preparazione e somministrazione agli uccelli

Lascia un commento