Semi per Canarini

Una breve panoramica sui semi per canarini e sulle miscele che vengono utilizzate per l’alimentazione dei canarini.

I Canarini sono, tra gli uccelli granivori, più allevati in cattività e negli anni l’allevamento di questi uccelli si è molto sviluppato e soprattutto specializzato.

La specializzazione e la selezione di questo simpatico e melodioso passeriforme ha portato all’allevamento di diverse razze, alcune più improntate sulle doti canore ed altre invece più improntate sulla colorazione del piumaggio o sulla forma e posizione.

In ugual modo anche gli alimenti per canarini hanno subito, negli anni, un progressivo miglioramento e specializzazione ed oggi è possibile trovare in commercio miscele semi per canarini ben bilanciate e costituite da sementi di buona qualità e accuratamente selezionate.

L’alimentazione, in generale, incide sullo stato di salute degli uccelli e quindi con il progredire della selezione anche gli alimenti si sono specializzati e diversificati.

Semi per Canarini
In foto una miscela semi classica per canarini dove è possibile vedere i semi di scagliola, niger e lino

I semi di base che generalmente costituiscono i miscugli per canarini sono: Scagliola, Niger, Canapa, Avena, Lino, Ravizzone e Perilla.

Questi sono i principali semi, che combinati tra di loro, sono utilizzati per la composizione di mangimi per canarini.

In generale la scagliola è il seme maggiormente utilizzato.

La scagliola, infatti,  è sempre presente ed utilizzata in quanto si tratta di un seme molto nutriente e ben bilanciato. E’ un seme molto apprezzato dagli uccelli che lo mangiano con molto appetito soprattutto se è di buona qualità.

Alimentazione con soli semi di scagliola

Ci sono molti allevatori che invece di utilizzare un miscuglio semi specifico per canarini, preferiscono alimentarli con il solo seme di scagliola.

E’ una scelta personale che naturalmente è sempre integrata con pastoncini per canarini e altri alimenti per completare la dieta.

Dalla combinazione di questi semi singoli  sono realizzati diversi miscugli per canarini.

Esistono differenti tipologie di miscuglio semi per canarini

Ogni azienda ed ogni allevatore di canarini ha la propria “ricetta”, ma a titolo esclusivamente semplificativo, senza addentrarci troppo nei dettagli, possiamo trovare:

  • Miscela canarini a 3 semi: è realizzata, come si può facilmente intuire, esclusivamente con soli 3 semi, che in genere sono: scagliola, niger e lino oppure ravizzone.
  • Miscela canarini a 4 semi: è realizzata generalmente con scagliola, niger, canapuccia e ravizzone.
  • Miscela canarini classica: questa tipologia di miscuglio è costituita da 5 o più semi che in genere sono scagliola, canapuccia, avena, niger lino e ravizzone.

Esistono inoltre anche misti semi più  elaborati che vengono realizzati specificamente per determinati periodi dell’anno.

Ad esempio durante il periodo dell’allevamento sono da preferire miscele semi che presentano un valore nutrizionale più elevato e pertanto a questi miscugli è aggiunto il seme di Perilla Bianca ed eventualmente è incrementata la quota di avena.

Nell’ambito dell’allevamento dei canarini esistono anche miscugli che sono più adatti a determinate razze, ad esempio per i canarini da canto si preferisce incrementare la quota di ravizzone presente in miscela poichè è credenza che questo seme abbia delle capacità nello stimolare il canto nei canari di sesso maschile.

Su Hobby Uccelli Shop, il nostro negozio online specializzato in ornitologia, puoi acquistare le migliori miscele semi per canarini accuratamente selezionate dai nostri esperti per garantirti la massima qualità.

Guarda tutti i semi per Canarini in vendita

Come integrare il miscuglio semi per canarini

Pur essendo i canarini uccelli prettamente granivori un’alimentazione a soli semi potrebbe risultare poco nutriente.

Infatti i miscugli di semi non contengono tutte le sostanze nutritive necessarie a soddisfare il fabbisogno giornaliero.

In particolare non riescono a soddisfare il fabbisogno nutrizionale durante i periodi di forte stress ed il periodo di muta.

E’ sempre buona norma associare al miscuglio base un buon pastoncino per canarini.

A tal proposito consiglio la lettura dell’articolo “Il Pastoncino per uccelli: che cosa è e quando somministrarlo“.

Inoltre non dovrà mai mancare un buon integratore di sali minerali, possibilmente di origine naturale come il grit o  mix di minerali specifici per l’alimentazione degli uccelli.

Anche la frutta e la verdura, servite ben lavata ed asciutte, contribuiscono a migliorare il regime alimentare e a garantire un ‘alimentazione bilanciata e ricca di sostanze nutrizionali.

Precedente

Il seme di Niger

Lascia un commento