Canarino Arricciato Melado Tinerfeño

Il Melado Tinerfeño si tratta di una razza nata tra l’incrocio di canarini arricciati, di tipo  Olandese, o affini all’Arricciato del Sud, allevati nell’isola di Tenerife, incrociati con canarini Scotch Fancy, quindi sottoponendone a selezione il risultato.

Il Melado Tinerfeño si tratta di una razza di canarino conosciuta fin dal 1850 circa, ma che solo recentemente ha avuto riconoscimento ufficiale. Si ritiene che abbia avuto origine dall’incrocio tra canarini arricciati, di tipo  Olandese, o affini all’Arricciato del Sud, allevati nell’isola di Tenerife, incrociati con canarini Scotch Fancy, quindi sottoponendone a selezione il risultato.

I cultori della razza affermano con decisione che l’Arricciato del Sud non fa parte dei progenitori del Melado, anche se molti, io compreso, sono leggermente dubbiosi al riguardo.

Il nome di questo canarino significa “Mielato (color del miele) di Tenerife“, ed è curioso come, nella patria d’origine del Canarino selvatico, abbia avuto corso la selezione di uno dei canarini più particolari che esistano.

A prima vista, questa razza può ricordare, ma solamente a chi è profano, l’Arricciato del Sud. In realtà si tratta di una razza completamente differente.

Aspetto e caratteristiche del canarino arricciato Melado Tinerfeño

Il portamento di questi canarini non è a “sette”, come nell’Arricciato del Sud, ma ad “uno”, con il collo portato molto verso il basso. Inoltre, la taglia è maggiore, essendo di almeno 18 cm., l’arricciatura è differente, non presentando sul petto il caratteristico jabot o cestino, ma solo piume allargate e aperte che lasciano vedere lo sterno. Le zampe sono molto lunghe, ed il piumaggio, infine, è molto differente da quello degli Arricciati del Sud – Gibber Italicus.

La caratteristica unica del piumaggio del Melado è la suddivisione delle piume in filopiume e vibrisse.

Le filopiume costituiscono una specie di “cuscino” di sottopiume, che fanno apparire il canarino con un piumaggio rigonfio e morbido, mentre la caratteristica dell’Arricciato del Sud è di avere pochissima sottopiuma, ed ancora più evidente ciò appare nel discendente Gibber Italicus, che mostra ampie zone di pelle nuda su sterno e cosce.

Nel nostro Paese il canarino Melado Tinerfeño non sta conoscendo una grande diffusione, forse proprio perché viene associato all’Arricciato del Sud, che è una razza in forte declino.

Mi è stato dato di vedere anche incroci tra Melado ed Arricciato, ma devo assolutamente sconsigliare questa procedura, anche a chi volesse tentare di aumentare la taglia dei propri Arricciati del Sud, il meticcio fra queste due razze tende paradossalmente ad assomigliare ad una tappa intermedia nella selezione, e presenta un piumaggio abbastanza poco ortodosso, da qualunque punto lo si consideri.

Il fatto poi che dal 1850 sia allevato, ma soltanto recentemente sia stato riconosciuto in campo internazionale, la dice abbastanza lunga sulla gelosia che i canari hanno sempre mostrato per la loro razza, e sicuramente non sarebbe facile in Italia entrare in possesso di esemplari di primo livello.

Alimentazione del canarino arricciato Melado Tinerfeño

Alimentare i canarini arricciati Meladi non è difficile, secondo gli spagnoli è meglio evitare di dare loro semi di colza, in quanto interferirebbero con il loro apparato riproduttivo.

Per il resto, una buona miscela di semi e alimenti freschi, grit e osso di seppia.

Durante l’inverno, se il clima è rigido, hanno bisogno di un rinforzo calorico, costituito da semi di lino.

Riproduzione del canarino arricciato Melado Tinerfeño

L’accoppiamento corretto è intenso X brinato, ma bisogna tenere anche conto della gradazione della brinatura, della complementarità delle arricciature, della conformazione della testa e delle gambe.

Tutti i colori sono ammessi, anche i pezzati, ma è vietato il fattore rosso e l’alimentazione rinforzante il colore non è ammessa.

Sono canarini che non hanno necessità di balie, e sono solitamente in grado di portare la covata a termine senza ausili, basta solamente fornire loro un pastoncino abbastanza arricchito in proteine, essendo di notevole mole e ricchi di piumaggio. In ogni caso, essendo una razza di forma e posizione arricciata, di buona mole, e decisamente difficile dal punto di vista tecnico, la sconsiglio ai principianti.

Teoricamente tutto ciò che vale per Arricciati del Sud e razze similari, in fatto di alloggi, gabbievoliere ed ambienti, resta valido anche per il canarino Melado, ma, considerando che viene da Tenerife, è meglio acclimatare i soggetti poco per volta, e, soprattutto il primo anno, fornire un po’ di riscaldamento.

Nessun problema per gli esemplari nati in Italia.

Precedente

Canarino Arricciato di Parigi

Canarino Arricciato Padovano

Successivo

Lascia un commento