Canarino Irish Fancy

Definita come “La piccola gemma irlandese”, il canarino Irish Fancy nasce ufficialmente nel 1974 a Dublino, grazie ad un gruppo di allevatori della contea di Wexford.

Nel 1975 Mr. Maurice O’Connor fondò l’Irish Fancy Society.

Nel 1978 venne costituito il club dell’irish fancy canary of Ulster.

In Italia arriva ad essere riconosciuto dalla FOI nel 2008.

Nato all’inizio come canarino da canto, (irish roller) venne poi redatto lo standard

C’è da precisare che la posizione dei 75° non è l’unica ammessa, (anche se a mio avviso da allevatore e cultore di questa razza è da preferire e perseguire) bensì la posizione dei 65°, in base ai criteri FOI e COM sono ammessi.

Ebbene chi vi scrive ha potuto mettere a confronto la posizione a 65° e a 75° di soggetti di un certo livello (92-94 punti) dove la posizione dei 75° esaltava tutte le caratteristiche di questa razza, mentre quelli a 65° seppur di pregio erano niente messi a confronto con gli altri a 75°.

come canarino di forma e posizione lisci(CFPL).

Scheda Tecnica di Giudizio canarino Irish Fancy

La testa ha nella scheda di giudizio ben 25 punti; deve essere piccola e arrotondata con uno stacco netto del collo. Non sono tollerati incavi con il becco e teste piatte, cioè priva della piccola fronte sopra la base del becco.

Il becco conico e corto con occhi ben centrati e senza sopracciglia. Le guance viste di fronte sono piatte.

La testa del canarino Irish Fancy non deve mai in nessun caso ricordare quella del canarino fife fancy.

La voce “Corpo” sulla scheda di giudizio è di 15 punti e contempla spalle e lunghezza del corpo.

Le spalle non devono presentare sbuffi ma avere  un piumaggio aderente lucente brillante con un’ampiezza che va dai 3.3 ai 3.5 cm.
Il corpo del canarino Irish Fancy deve raggiungere l’apice della rotondità nel basso petto senza creare il fenomeno della “cravatta” (sbuffi di piume al centro) o del “petto a cuore” (piccolo solco che divide in due il petto) come succede in alcune razze.

La lunghezza del corpo varia dai 12.7 ai 13 cm, in eccedenza a tali misure, in giudizio dovranno essere penalizzate, mentre in difetto c’è un minimo di tolleranza.

La posizione del canarino irish fancy è molto importante, bisogna evitare di far assumere la posizione “dello spagnolo” (45°) in quanto l’irish fancy esprime la sua massima tipicità quando si mette in posizione “da lavoro” cioè dritto a 75° e si “stira” su con la testa e il corpo,  quasi  volesse toccare con la testa il tetto della gabbia.

Il portamento deve essere sempre fiero quasi altezzoso ma mai nervoso e irrequieto, deve trasparire eleganza nei movimenti senza frenetici battiti d’ali e la coda sempre in linea col corpo, non deve mai creare il fenomeno della “coda cadente” (sarebbe la coda non in linea col corpo tendente ad avvicinarsi al posatoio).

Personalmente,  alla luce di quanto da me esposto, da qualche anno tendo a non impiegare come riproduttori tutti quei soggetti che non abbiano una posizione a 75°, riuscendo a creare quindi solo ottimi soggetti per le mostre.

C’è da precisare una differenza di angolatura tra lo standard Foi e quello dell’Irish Fancy Canary club of Ulster differenza in + 5° e -5° ( 60°-70°) rispetto al modello italiano dove sono richiesti 65°- 75°.

Le ali devono essere ben chiuse evidenziando il corpo affusolato del soggetto, mai incrociate in quanto grande difetto. Laddove vi siano tali soggetti (ali ad  X) se ne consiglia di non inserirli nel ciclo riproduttivo in quanto il difetto è genetico, e dato che questa razza è già stabilizzata dal 1990, non conviene usare soggetti non rispondenti ai criteri di giudizio per la riproduzione.

Personalmente consiglio 2 al massimo 3 covate l’anno, non oltre, soprattutto con “coppia fissa” ( No Maschio “Volante” = un maschio per più femmine).
Una precisazione sulla coda è doverosa: il finale della coda è chiuso e non deve terminare con due punte all’estremità. Infatti qualora la coda si presentasse così, pare lecito il sospetto di meticciamento con altre razze.

Le zampe devono essere di media lunghezza appena flesse e tibia ben visibile.

Attualmente (Settembre 2012) le categorie sono lipocromico-melaninico e pezzato; mentre per intenso e brinato non sono divise ancora, in quanto il numero di soggetti esposti non è sufficiente a dividere le due categorie.

Noi allevatori del canarino irish fancy speriamo di vedere presto questa divisione (come successo per altre razze) per non  esporre sempre intensi: pulizia e lucentezza sono d’obbligo (15 punti); gli inglesi tale requisito lo definiscono un “MUST”  (obbligo).

Si precisa che l’anello Foi utilizzato deve essere di tipo B dell’anno in corso, mentre la gabbia da esposizione è quella del canarino gloster.

L’irish è un grande allevatore, ottime nutrici le femmine e padri eccezionali a svezzare i figli dopo l’involo. Spero di non dover assistere nel futuro allo scempio che ha interessato la razza spagnola, dove questa viene usata da alcuni allevatori (soprattutto di carduelidi) per “balia” di razze ritenute più pregiate soprattutto a livello economico. Il canarino Irish fancy non merita questo!!!

La miglior rappresentanza del club dell’irish in Italia è costituita dall’Italiana Canary Club Irish (ICCI), nata allo scopo di divulgare e valorizzare questa razza fra tutti gli allevatori e simpatizzanti.

Spero di aver chiarito quanto più possibile le doti e caratteristiche di questa magnifica razza che nei prossimi anni farà parlare molto di sé anche in Italia.

Per maggiori informazioni in merito alla cura ed all’allevamento del canarino Irish Fancy potete contattarmi al seguente indirizzo mail: andreapoliandri@inwind.it

Precedente

Pappagallo Ondulato

Selezione del canarino di razza spagnola

Successivo

Lascia un commento