Il seme di Fonio

Il seme di Fonio è originario dell’Africa, presenta dimensioni molto piccole e un colore rossastro,  a cui vengono attribuite capacità curative nei confronti delle principali patologie intestinali, in particolare la coccidiosi, che possono colpire gli uccelli domestici come i fringillidi e gli estrildidi.

Il Fonio ha fatto la sua comparsa negli allevamenti di uccelli domestici in tempi molto recenti (l’importazione è iniziata nei primi anni del 2000) soprattutto grazie alle sue “capacità medicamentose” e negli ultimi anni sono in aumento gli allevatori che ne fanno utilizzo, soprattutto per arricchire e variegare la dieta di base in quanto il seme presenta un buon contenuto proteico e un basso contenuto di lipidi.

Originario dell’Africa, il fonio è un cereale che viene coltivato prevalentemente in Uganda, ma si trovano piantagioni anche in Guinea-Bissau, Senegal, Camerun, Sierra Leone, Gambia e nella Nigeria del Nord.

Preferisce terreni poco aridi anche se non particolarmente fertili e altitudini comprese tra i 250 e i 1500 metri sul livello del mare

La scoperta delle proprietà anti-coccidiche del fonio

La scoperta delle proprietà benefiche del seme di Fonio è del tutto casuale  ed è da attribuire ad un importatore di uccelli, di origini olandesi, che durante un viaggio di lavoro in Africa si accorse per primo delle capacità terapeutiche di questo piccolo seme.

Infatti la storia narra che erano stati catturati un discreto numero di uccelli, prevalentemente granivori, destinati all’esportazione in Europa.

Purtroppo sul posto non erano disponibili semi in quantità sufficienti per alimentare in maniera edeguata il folto numero di uccelli catturati e molti iniziarono a presentare chiari segnali di insofferenza alla cattività e dopo poco alcuni iniziarono a mostrare i primi sintomi di coccidiosi.

Senza un’adeguata dieta gli uccelli erano destinati a morire e allora si decise di raccogliere dell’erbe selvatiche ricche di semi e offrirle agli uccelli catturati che fin da subito apprezzarono.

Nel giro di una settimana, con questa alimentazione a base di semi prativi  del luogo, gli uccelli si presentavano in ottimo stato di salute, anche tutti quelli che presentavano chiari sintomi di problemi intestinali e di coccidiosi.

A seguito di questa scoperta il commerciante olandese decise di coltivare la pianta del fonio e di proseguire con i test ed analisi specifiche per attestare la capacità teraupediche del fonio.

Ad intervalli regolari furono eseguite, da veterinari ugandesi, diverse analisi sulle feci degli uccelli alimentati con i semi di fonio che evidenziarono una consistente diminuzione di coccidi già dopo una settimana dalla somministrazione.

FoniopaddySu Hobby Uccelli Shop, il nostro negozio online specializzato in ornitologia, puoi acquistare i semi di Foniopaddy e riceverli dove e quando grazie ad una consegna espressa.
Maggiori Info

Caratteristiche del seme di Fonio

Il seme di fonio è un cereale, appartenente alla famiglia del miglio, molto ricco di minerali, in particolare ferro, fosforo e calcio.

Presenta un elevato contenuto di aminoacidi, in particolare metionina e cistina, che può arrivare fino  all’85%, ma soprattutto presenta un discreto contenuto proteico che si aggira tra il 10% e il 12% e un basso contenuto di lipidi che non supera l’3%.

La caratteristica principale del seme di fonio è l’elevato contenuto di flavonoidi che sembrano possedere una capacità antibatterica, anti­infiammatoria, antivirale, antineoplastica e anti-trombotica.

Molto probabilmente proprio queste capacità antibatterica ed anti­infiammatoria svolgono un azione anticoccidica che riesce a prevenire l’insorgere della coccidiosi ed in alcuni casi a curarla in modo naturale semza l’ausilio di medicinali specifici per la cura della coccidiosi.

Come somministrare il seme di Fonio

Essendo il seme di Fonio molto piccolo si consiglia, per evitare sprechi inituli, di non aggiungerlo alla normale miscela semi ma di somministrarlo singolarmente in una piccola mangiatoia o in una linguetta porta medicinali.

linguetta porta medicinaliLa Linguetta porta medicinali risulta particolarmente comoda e pratica quando si ha la necessità di somministrare singolarmente piccole quantità di semi, vitamine, sali minerali e medicinali.
Maggiori Info

In una prima fase si consiglia di somministrare il seme di fonio per circa una settimana in modo continuativo e successivamente, dopo questo primo periodo, si consiglia la somministrazione  almeno una o due volte a settimana.

Il seme di Fonio può essere somministrato a tutti gli uccelli domestici, come ad esempio: canarini, cardellini, uccelli esotici e piccoli pappagalli come cocorite o pappagalli inseparabili.

Per uccelli di taglia più grande, considerate le piccole dimensioni del seme, si consiglia di somministrarlo insieme ad alimenti che possano inglobarlo. Un’idea potrebbe essere quella di cospargere piccole quantità direttamente sulla frutta avendo cura di somministrarla immediatamente.

Precisazioni e Note sul Fonio

In Italia il seme di Fonio è commercializzato da aziende diverse con il nome di Foniopaddy © oppure di Foniogold, anche se commercialmente presentano nomi diversi si tratta  pur sempre del seme di Fonio.

Inoltre per completezza di informazioni mi preme precisare che ad oggi non esistono studi scientifici che attestino empiricamente le capacità curative del seme fonio e soprattutto che attestino l’efficacia a curare e/o a prenevine la coccidiosi.

Tuttavia da testimonianze ed esperienze dirette, mie e di moltissimi amici allevatori, la somministrazione periodica e costante del seme di Fonio ha comunque apportato un miglioramento dello stato di salute generale degli uccelli, soprattutto grazie alla sua ricca composizione, contribuendo in modo drastico allìinsorgere di patologie intestinali come ad esempio la coccidiosi.

Pertanto il seme di fonio può essere sicuramente considerato un valido aiuto naturale per prevenire l’insorgere della coccidiosi ma non rappresenta una cura definitiva e soprattutto non garantisce la totale protezione da questa patologia.

 

Precedente

Diamante di Gould (Chloebia gouldiae)

Il seme di scagliola

Successivo

2 commenti su “Il seme di Fonio”

  1. Ho comprato foniopaddy circa un 20 giorni fa, e dal primo momento glie lo somministro a parte, “nella linguetta, e glie lo lascio x tutti i giorni, e x 80/90 % lo mangiano, xkè sono ghiotti di questo seme.Volevo sapere, se esagero , o no, gli fa bene, o gli fa male? Grazie.

    Rispondi
    • Se lo mangiano puoi tranquillamente somministrarlo poichè non ci sono controindicazioni, naturalmente on deve costituire l’alimento principale ma far parte di una dieta quanto più varia e bilanciata possibile.

      Rispondi

Lascia un commento